venerdì 23 dicembre 2011

Preparativi: la vigilia

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:47 2 commenti
Una volta quando eravamo giovani, liberi e senza pensieri..la vigilia di Natale era un momento solo nostro..una cena romantica in un ristorante carino..ogni volta diverso..ad aspettare la mezzanotte...per potersi scambiarci i regali alla sola luce dell'albero di natale...
da quando c'è Bianca questa tradizione era stata più o meno rispettata..tanto lei era piccola...
poi è arrivata Agata..e siccome il suo arrivo è stato abbastanza travagliato e inaspettato...la tradizione è saltata..non che sia un male..anzi el tradizioni possono cambiare, modificarsi, aggiustarsi e migliorarsi...
perciò da quest'anno ci sarà una nuova tradizione in famiglia...
un cenone della viglia solo nostro...solo noi 4 + 1 (sotto il tavolo)...
giochi di società creativi e natalizi ovviamente
e cartoni rigorosamente a tema con tanto di poppicorni per contorno...
perciò ci stiamo organizzando a tutto ciò...sperando che questo sia l'inizio di una nuova tradizione di famiglia da portare poi via con noi negli scatoloni del trasloco verso la casa senza muri...

Menù della vigilia
Crostini salsiccia stracchino (un must in questa casa)
Tortellini emiliani in brodo (chissà perché ogni tanto ho bisogno di accantonare il nostro cappelletto romagnolo...)
bourguignonne con salse varie
spiedini di pollo per le bimbe
patate al forno come se piovesse
mascarpone (che non ho mai fatto in vita mia ma in cui mi cimenterò..)

Giochi di società
Tombolone di natale
e
Memory di natale
presi da qui

Cartoni di natale
Un grande classico..che io adoro...letto, raccontato, guardato....rivisitato...
Il canto di natale di Topolino
e
L'era glaciale presenta: L'Era Natale

BUONA VIGILIA A TUTTI!!

mercoledì 21 dicembre 2011

Primo concerto...

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:53 0 commenti

lunedì 12 dicembre 2011

Letterina per Babbo Natale?? FATTA!!!

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:17 0 commenti

domenica 11 dicembre 2011

Albero di natale?? FATTO!!

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:03 2 commenti


un po tristolo in realtà..ma abbiamo optato per un albero vero...IKEA...da resituire a fine feste ma più probabilmente da piantare a casa nuova...anche perchè questo sarà l'ultimo natale a fiocco house...e cosi...i veri addobbi natalizi sono rimandati al prossimo anno....
ma lo spirito natalizio rimane dentro di noi....molto dentro di noi...

giovedì 8 dicembre 2011

aggiornamenti vol. 2

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:00 0 commenti
Siamo arrivati qui....



mercoledì 7 dicembre 2011

E' stato Party

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:26 0 commenti
è andato. il primo anno. e' stato festeggiato. La primogenita ha ricevuto un sacco di regali..e si è divertita un mondo..(e questa era la cosa più importante...)..
la secondogenita..ha osservato..con la sua calma e la sua dolcezza quello che le stava succendo attorno...
rispetto ai compleanni precedenti questo è stato decisamente e volutamente più intimo..piu raccolto...ma cionostante intenso...
sopratutto per la preparazione..che era stata impegnativa...
ma sono stata soddisfatta...e c'è anche stato chi ha apprezzato il mio cibo...
e la torta..
e il brindisi....







AUGURI!!!

sabato 3 dicembre 2011

1 anno

Pubblicato da casalinga patrizia a 07:00 0 commenti
è gia passato un anno,
da quelle chiacchere a Camera a Sud, su come sarebbe stato essere in quattro,
da quella notte di rottura delle acque e corsa in ospedale,
da quel giorno intero passato in una stanza vuota ad aspettare firmando nel frattempo un foglio per tenerci stretti stretti la nostra casa senza muri,
da quella notte insonne aspettado il mattino,
dalla fatica e il dolore,
dalla stanchezza finale,
e dal tuo primo pianto...
è gia passato un anno,
da quando potevo vederti solo a ore prestabilite attraverso una mascherina verde,
dalla tua entrata nelle nostre vite,
dalle ansie che ci hanno acompagnato i primi mesi,
dai toui primi sorrisi e dalla tua calma e tenerezza...
è gia passato un anno,
ed è volato via veloce e felice...
Graie di essere arrivata tra noi!!
Buon Compleanno Agata!!

mercoledì 30 novembre 2011

calendario dell'avvento? FATTO!!

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:11 0 commenti


venerdì 25 novembre 2011

Su una piccola sedia di legno (in the late afternoon)

Pubblicato da casalinga patrizia a 07:30 2 commenti
Eravamo li..seduti su una piccola sedia di legno con davanti loro, quelle che la vedono piangere tutte le mattine, quelle che la chiamano braghira, che la vedono giocare e interagire con gli altri, che la vedono mangiare di gusto e chiedere il bis…
Eravamo li in quattro solo per parlare di lei, per capire il suo stato d’animo e cercare una risposta alle sue richieste di attenzioni..
È cosi…lei sta cercando attenzioni, sta cercando un qualcosa che io, noi pensiamo di darle ogni giorno ma che in realtà ci sfugge..
La gelosia sta prendendo il sopravvento e noi dobbiamo cercare di arginare questo momento, questa sua sofferenza, questo suo essere messa da parte dall’arrivo di una che non ha nemmeno un anno ancora…
Lei ha capito che la stiamo prendendo in giro..mannaggia…a fin di bene ovviamente..ma per tranquillizzarla dall’andare all’asilo avevamo detto che anche la sorella ci andava..a quello li affianco al suo..e cosi delle mattine io l’accompagnavo a scuola con la sorella che sarebbe dovuta poi andare al nido, e a volte la accompagno senza la sorella dicendo che poi l’avrebbe accompagnata al nido il nonno…
Ma lei non c’è cascata, lei è più furba di me forse, ma lei l’ha capito..e se prima chiedeva perché non poteva accompagnare al nido la sorella da un po aveva smesso di fare domande ma aveva fatto capire alle dade che lei mica ci credeva a questa storia dell’asilo della sorella…
E cosi adesso mi ritrovo qua a cercare di arginare il danno, di cercare di trovare una soluzione per arginare il suo dolore, per cercare di farle capire che per me lei è la cosa più importante e che la sorella è solo una risorsa che non porta via nulla a lei..ma vallo a spiegare ad una quasi quattreenne..che oltretutto ha capito come colpirmi nei punti più deboli..e come una goccia agisce su quelli giorno dopo giorno…
Cionostante stamattina dopo una vera nottata di sonno di quasi 10 ore (intermezzata solo dalla Abbey che doveva fare pipi) eravamo entrambe molto piu rilassate e siamo andate all’asilo canticchiando e promettendo di non piangere per aggiungere un nuovo bottone al nostro nuovo cartellone….

giovedì 24 novembre 2011

Con una bic in mano (in the early afternoon)

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:17 0 commenti
Mannaggia avevamo la bic ieri,
In uno dei giorni fondamentali della nostra esistenza..
Che poi ci abbiamo anche pensato..ed infatti è stato definito “uno dei giorni”…
Perché ovvio i giorni migliori della nostra esistenza sono datati 28.03 e 03.12…ma questa è un altra storia…
noi ieri comunque avevamo una bic..perché quell’altra, quella importante, quella speciale era rimasta a casa.. per una serie di sfortunati eventi notturni e mattutini…
tra cui un classico virus intestinale novembrino e un cellulare spaccato da una nemmeno di un anno di vita…
e comunque nonostante la bic che però almeno era nera abbiamo firmato..o meglio ha firmato..
è diventato finalmente proprietario di una casa senza muri…
Senza una chiave ancora..e senza una porta in realtà…ma finalmente la magione ora è nostra..
e speriamo di vederla finita al più presto…

giovedì 17 novembre 2011

E' arrivato

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:19 0 commenti
Ieri sera,
Sotto il cuscino, fresco fresco,
Inaspettato..ma anche un po no..,
adesso è li che riposa..fino a stasera..
quando verrà aperto e vissuto…
non vedo l’ora…

è sul mio comodino..il nuovo libro di Concita.
E se quello di prima parlava del lato nascosto della maternità..questo parla del lato nascosto della vita. Di quelle zone d’ombra quali la malattia, la fragilità e la morte…
“I bambini fanno domande. A volte imbarazzanti, stravaganti, definitive. Vogliono sapere perché nasciamo, dove andiamo dopo la morte, perché esiste il dolore, cos'è la felicità.
E gli adulti sono costretti a trovare delle risposte.
È un esercizio tra la filosofia e il candore, che ci obbliga a rivedere ogni volta il nostro rassicurante sistema di valori.
Perché non possiamo deluderli. Né ingannarli.
Siamo stati come loro non troppo tempo fa.”

Buona lettura

Così è la vita. Imparare a dirsi addio
Concita De Gregorio
Editore: Einaudi

giovedì 10 novembre 2011

Ognuno nel suo letto

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:49 0 commenti
Presa dallo sconforto, dal prolungarsi delle notti insonni, degli sforzi ginnici notturni del carica una, carica l’altra, sposta una di qua e una di la, dalle raccomandazioni di amiche ma soprattutto di tata Lucia ho deciso di prendere di petto la situazione e preparare un cartellone delle regole..ci ho pensato un po’…se farne uno con tante regole..ma in realtà Bianca per ora è brava quasi in tutto..si veste da sola, si lava da sola, mangia composta, mette in ordine.. (insomma nei limiti di una treenne e mezzo..)…l’unica cosa che proprio non le viene, non le riesce, è più forte di lei è quella di presentarsi ogni notte più di una volta nel nostro letto…
Cosi ho pensato ad un unico cartellone. QUESTO!!!



Che verrà completato con degli stickers trovati sul sito di mamma felice
Speriamo funzioni!!!

P.S. non sono molto convinta del regalo finale..(chupa chups…) ma alla disperazione non si guarda in faccia a nessuno….

lunedì 7 novembre 2011

Un sabato qualunque

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:01 0 commenti
“l'umore e' quello tipico
del sabato invernale..
Un sabato qualunque
E' un sabato italiano”

Già, un sabato d’inverno, un sabato novembrino.. che voglia che ne avevo..del nero nel cielo che nel pomeriggio si fa pioggia, nel fresco dell’aria che ti da giusto il tempo di aprire le finestre e le porte per fare uscire il cane, delle mattine che partono con calma..molta calma..non on la solita foga dell’estate..di voler correre alla spiaggia il prima possibile, di preparare pranzi al sacco mentre si sorseggia il cappuccino…
Un sabato qualunque.. con l’unica eccezione di lui che ci saluta all’alba per andare al mare con la sa vela nuova…(da femmina direbbe bianca)..un 12 metri che forse per il vento della mattina è anche troppo grande…
Un sabato qualunque in cui dopo la colazione si gioca ancora in pigiama, si puliscono i vetri (tanto poi nel pomeriggio piove e si sporcheranno di sicuro) la grande quelli in alto in alto la media quelli in basso..mentre la piccola di casa gioca con il cane a farsi leccare la faccia….
Un sabato qualunque con caffè al bar con l’amica e poi di corsa in biblioteca, che l’hanno trasferita in una palazzina nuova,molto luminosa e tanto grande..con un pavimento perfetto per chi ancora non sa camminare, con tanti scaffali pieni di libri..(ma voi lo sapevate che Shrek era prima di diventare un film era un libro per bambini??..) da cui fare il rifornimento settimanale…e tante sedioline per ascoltare storie animate…
Un sabato qualunque con una corsa in cantiere per parlare di scale e decidere i colori della casa senza muri..che alla fine saranno di un color tortora un po scuro con qualche punta di marrone….
Un sabato qualunque con piatto di pasta fumante cucinato a casa e con caffe homemade….e poi ancora giochi, letture, preparazione di muffin per merenda con the ai frutti rossi..E poi finalmente ordine alle foto e backup di ogni files dimenticato nel computer…che in questi sabati qualunque è proprio quello che ci vuole…
Il sabato qualunque non poteva che finire con un ottima fiorentina, del vino rosso (Bordeaux in sacco di plastica comprato in costa azzurra) e castagne (rigorosamente Coop).
Ma soprattutto, Un sabato qualunque E' un sabato italiano con la visione di un bel film italiano (per la prima volta dopo mesi) dopo la messa a nanna delle pargole…..

martedì 25 ottobre 2011

Mamma raccontami una storia

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:11 0 commenti
B. Mamma mi racconti una storia??
Non me la devi leggere..voglio una storia inventata..
M. c’era una volta…
B. Aspetta…deve essere una storia di bambini…
M. Ok..c’era una volta un bambino…
B. No, aspetta devono essere due i bambini…
M. Ok c’erano una volta due bambini…
B. Aspetta, allora devono esserci due bambini ma fratelli o sorelle…
M. OK..
B. aspetta se il bimbo è maschio allora deve avere un fratellino maschio…se la storia è di una bimba allora deve avere una sorellina..
M. Va bene.. comincio??
B. no aspetta i fratellini/sorelline devono avere una mamma e un babbo…
M. si….
B. e ci deve essere anche il lroo cagnolino..che deve essere maschio o femmina a seconda del sesso dei bambini..cane femmina sorelle, cane maschio fratelli…
M. Va bene..comincio…C’erano una volta una bambina…
B. Come si chiama la bambina…
M. Va bene Franca??
B. No lei si chiama Carla…
M. OK. C’erano una volta una bambina di nome Carla e la sua sorella…
B: Lei si chiama Parla…
M. OK…. C’erano una volta una bambina di nome Carla e sua sorella Parla..insieme ai loro genitori…
B. Si ma come si chiama prima la mamma
M. Francesca..
B. No Camelia..
M. OK.. …. C’erano una volta una bambina di nome Carla e sua sorella Parla..insieme alla loro mamma Camelia
B. si e il babbo..come si chiama??
M. Gigi..
B. beh si dai Gigi va bene…
M. Allora…. C’erano una volta una bambina di nome Carla e sua sorella Parla..insieme alla loro mamma Camelia e il loro babbo Gigi che portavano a spasso la loro cagnolina..
B. si si..ma il nome..come si chiama??
M. Abbey…va bene???
B. si insomma anche la nostra si chiama Abbey..ma per questa storia può andare..per sta volta però…
M. OK..partiamo???
B. Si…mi sembra di si…
M. …. C’erano una volta una bambina di nome Carla e sua sorella Parla..insieme alla loro mamma Camelia e il loro babbo Gigi che portavano a spasso la loro cagnolina Abbey..le due bimbe…
B. Ah si a proposito delle bimbe…come erano vestite?? Di rosa vero..ma va bene anche di fucsia, lilla, viola…insomma quei colori li da femmine perché se erano maschi allora dovevano essere vestiti di blu..ma anche l’azzurro, o il nero o il marrone andavano bene perché sono colori da maschi…

E cosi la storia completamente INVENTATA da me cominicia…
Ma a questo punto mi sorge un enorme punto interrogativo sulla testa…e tutti sti preconcetti??? Io che vesto solo di nero, che non mi metto un filo di trucco…che non parlo mai di principesse e principi..che i cartoni che le faccio vedere sono tendenzialmente con animali..che non credo soprattutto nelle distinzioni preconcette maschi femmine…che siamo tutti uguali..sempre e comunque….AIUTOOOOOOOO!!!

venerdì 21 ottobre 2011

sogni di gloria bye bye..

Pubblicato da casalinga patrizia a 11:53 0 commenti
vabbeh quello che faccio per lavoro è un po così...devi averci al passione..e io ce l'avevo la passione una volta ma poco a poco a poco è scemata..sono nate le bimbe..mi sono ritrovata a pensare che la mia vera natura fosse quella di mamma e la passione un po se ne andata...la passione poi va e viene..cosi come vanno e vengono gli stimoli nuovi..ma tutto in me è un continuo alto e basso..grazie alla mia passione..e a questo lavoro..ho conosciuto gente fantastica e fatte esperienze meravigliose...la mia passione è rinata quando mi hanno permesso di vivere a Barcellona per un inverno intero o quando ho passato un mese a Charleston o quando ho viaggiato tra la bretagna e la north carolina, o quando come la settimana scorsa sono stata invitata in francia per una tesi di dottorato..o tutte le volte che viene riconosciuto da estranei il mio lavoro..
la passione poi va e viene quando pensi che hai studiato tanto, ti sei dedicata tanto ad una cosa e alla fine per il mondo del lavoro non vali nulla e non sapresti dove sbattere la testa...
la passione va e viene quando pensi che magari avercelo un lavoro che quando è finito è finito, stacchi la spina e non ci pensi più fino al giorno dopo e che non ti ritrovi invece a lavorare la sera o i fine settimana perché magari hai qualche scadenza (che a volte reputi pure una sciocchezza...) imminente...
la passione poi va e viene soprattutto quando pensi alla precarietà, quando pensi che non avrai futuro e che allo stesso tempo non ti vuoi chiudere in questo mondo se mai e mai ci fosse l'opportunità..perché comunque è un mondo che non ti piace...
e la precarietà soprattutto oggi, soprattutto in questi giorni si fa molto più pressante e che sembra ormai una parte di noi....
la passione poi va e viene quando stai li ad aspettare giorno dopo giorno una decisione sul tuo futuro che deve venire a bravissimo perché poi hai il mutuo da pagare, le bollette e tutte quelle cosi li che ognuno sa e non puoi permetterti di stare anche un solo mese senza stipendio...
la passione va e viene quando finalmente hai un nuovo contratto..per almeno un latro anno e poi si vedrà comunque..e che sembra che dopo tanti anni ti sia anche riconosciuto il lavoro che hai fatto e pare ti vogliano dare qualche soldo in Più...e poi la passione va quando per colpa di un maledetto ministro questo non è possibile e cosi ti ritrovi con la stessa paghetta e devi anche ringraziare di non essere a casa..almeno per quest'anno...

giovedì 20 ottobre 2011

BIODIVERSAMENTE

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:39 0 commenti
Questo fine settimana se non sapete che fare in giro per l'italia c'è questa manifestazione....

BIODIVERSAMENTE



tanti musei aperti, tante applicazioni online (tipo scegli lo scienziato che più ti rispecchia...), due bandi di concorso, e tante storie divertenti...tra cui quelle della Phialella Zappai...

mercoledì 12 ottobre 2011

domani si riparte

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:05 0 commenti
Domani si riparte…finalmente..era da un po’ che non si viaggiava..o meglio…l’unica vacanza itinerante di quest’estate sono stati 3 giorni in montagna..in val gardena..tutto sole, monti e bambini….
Domani si riparte….e dopo la spagna e il belgio..un altra scappata e fuga..sarà un week end lungo lavoro barra vacanza….
Domani si riparte…destinazione francia…un luogo di sole mare e bambini…insomma…la cote d’azur…ci attende…
Domani si riparte …Sarà un venerdi di appuntamenti vari tra Nizza e monaco con tanto di visita al mitico museo oceanografico del principato per vedere se la vecchia murena è ancora viva…e speriamo con vista anche ai laboratori…
Sarà un venerdi di incontri..di amici e colleghi…di figlie e compagno che gironzolano senza meta per le stradine della Vieille Nice o lungo la Promenade des Anglais….
Domani si riparte.. per un week end di vacanza, e speriamo anche di relax…saliremo sul treno a vapore…mangeremo crepes e assisteremo allo spettacolo delle orche…vive la france!!

lunedì 3 ottobre 2011

Settimana mondiale dell'Allattamento Materno

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:18 0 commenti


IO CI SONO!!







giovedì 22 settembre 2011

Pollice giù

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:34 0 commenti
Pollice giù a questa giornata dedicata all’inserimento alla scuola materna non asilo..ovvio…e dire che l’asilo lo abbiamo fatto lo scorso anno e alla fine c’era anche piaciuto…
Ma questa scuola.. intanto non ci sono Lorenzo e Amelia e non ci sono nemmeno bambini con questo nome quindi lei dice non gioca con nessuno, poi le dade sembrano una mia nonna e l’altra un generale svizzero, i bimbi dai tre ai cinque anni che giocano da soli alle cose più disparate senza un ordine logico, senza una regola…, poi lei che viene da una nottata pazzesca tra tosse sveglie e vomiti, poi forse io..(dai lo ammetto) che anche le dade dicono “se non sei convinta tu..pensa lei..”
Pollice giù a questa settimana che non ho chiuso occhio la notte per più di mezz’ora, che la piccola è nella fase se mi sveglio e non c’è la mamma sono persa, che la grande continua a fare la spola da un letto all’altro, che le zanzare non danno tregua e che la Abbey anche lei ogni tanto dice la sua tipo “sono le 3 hai appena messo giu una bambina adesso puoi portarmi a fare la pipi…”
Pollice giù al lavoro che non ne ho mezza.. che vorrei essere da tutt’altra parte, che siamo appena tornati dalle vacanze ma io sono già stanca…
Pollice giù alla casa vecchia e quella senza muri..la vecchia perché avrebbe bisogno di pulizie di pasqua natale e ognissanti messe assieme..che ormai il pavimento è diventato un percorso ad ostacoli e i mobiletti bisogna stare attenti a come si appoggiano le cose perché sono tutte in bilico e se ne tocchi una casa giù tutto…e quella senza muri perché è li ferma ormai da un mese e vorrei vedere delle novità, degli avanzamenti, qualsiasi tipo di movimento….
Pollice giù anche alla mia arte del ricamo che da brava mamma quale vorrei essere ma non sono volevo preparare tutto il set scuola nuova al punto croce e ancora mica sono riuscita a capire come funziona…esci di qui entra di li..conta i quadratini….mahhh…
Pollice giù alla mia organizzazione giornaliera perchè forse il problema è tutto li.. non sono capace di organizzarmi, vorrei fare tante cose,, sistemarne altrettante, recuperare del tempo..ma niente..non ci riesco e mi sembra di girare intorno come una trottola m non arrivare mai da nessuna parte….
Pollice giù alla mia autocommiserazione..che mica mi volevo ridurre così..ma che però per oggi va cosi..che sono giù..tutti e due i pollici giù..
Ma domani andrà meglio e come dice qualcuno..ogni giorno è domani quindi non resta che attendere…mahhh….

mercoledì 7 settembre 2011

buoni propositi settembrini

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:37 0 commenti
considerando che negli ultimi 4 anni ho passato gli inverni tra pance, poppate e viaggi a Barcellona il mio guardaroba non viene toccato e modificato dal lontano 2007...
considerando che penso che per almeno altri 4 anni non farò figli, non allatterò (beh quello ancora per un po di mesi....), non me ne andrò in giro per città dove non mi conosce nessuno e dove il clima è molto più mite di qui...
considerando che è settembre e ormai i buoni propositi si fanno sempre ora piuttosto che a gennaio...
considerando che proprio oggi leggevo questo...
direi che come primo proposito settembrino c'è quello di fare ripulisti nel mio armadio e soprattutto nel mio guardaroba..cercando di imparare a scegliere abbinamenti migliori, di comprare pochi abiti ma abbinabili fra loro in modi diversi e trovare soprattutto un nuovo stile da mamma giovane comunque....
considerando che la parola ripulisti non è molto presente nel mio vocabolario ma soprattutto nella mia mente e nelle mie azioni...
secondo proposito settembrino è quello di non portarmi via tutto dalla casa mare durate il trasloco nella casa senza muri e di non riempire immediatamente quest'ultima di gingilli inutili e polverosi, e di fare qcuisti di arredamento e di vettovaglie consapevole..poco ma buono....
considerando che dovrei parlare di ripulisti anche dalle mie insane abitudini alimentari e sportive...
terzo proposito settembrino è quello di prendermi cura di me stessa, cominciare con un attività fisica poco impegnativa e piacevole...(un semplice acquagym mi sembra perfetto), donarmi qualche seduta da estetista e parucchiera in più per cercare di rendermi un po più presentabile rispetto alla mia quotidianità...
considerando che saà comunque difficile trovare tempo per me, per i miei hobby creativi e i miei lavoretti con le mani...
quarto e ultimo proposito settembrino sarà quello di ricominciare a scrapbookare, a provare ad imparare il punto croce e ricominciare dopo mesi di apatia mentale a leggere qualche libro che non sia prettamente madre,figli, famiglia, comportamenti ma che tratti di argomenti più o meno vari...
ah beh forse c'è u quinto proposito settembrino ed è legato ai viaggi, alla loro organizzazione e alla loro realizzazione...BISOGNA RICOMINCIARE A VIAGGIARE!!! perciò le nostre prossime mete saranno la val gardena e la costa azzurra...niente male direi...
detto questo
via con la prima lezione...

P.S. avrò fatto gli stessi propositi anche lo scorso anno???

martedì 6 settembre 2011

abbinamenti

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:16 0 commenti


outfit:
piastrella gres porcellanato velvet ground GREIGE 60x60cm per il piano terra
parquet prefinito rovere sbiancato 92x910mm per il primo piano
quarzite grigia per le soglie
e poi ampia scelta di marmi per le scale...
tra cui le nostre due scelte:
pietra santafiore..quella marrone
marmo veselye unito...quello bianco e puntinato sulla sinistra...

che dite???

giovedì 1 settembre 2011

coopaholic

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:20 0 commenti
è da un po che penso a questo post..e stasera mi sembra proprio la serata perfetta..non vorrei che pensaste che sia un post pubblicitario..ma noi siamo coophalchlic veramente...e il lui coop dipendente (ma non immaginatevi un cassiere o roba simile perchè rischio di perdere il posto nella casa seza muri..) è steso a letto febbricitante e praticamte morto...cosi che serata migliore per s..parlare di coop..inosmma si siamo un po dipendenti da cop in tutti i sensi..per un po abbiamo anche fatto le cavie per i nuovi prodotti poi per troppi impegni lavorativi...non sono più arrivati a casa cereali senza marca, gambaletti da nonna, prugne della califonia e non solo...
comunque volevo parlare d'altro..all'inizio della mia seconda maternità come quando per la prima ho temuto per il mio latte...avevo cominciato ad usare questo...assolutamnte avrei continuato ad usare il loro latte in polvere soprattuto perchè come scrisse altroconsumo "A partire dal dicembre del 2004 cominciano ad essere commercializzati anche in Italia latti i polvere per neonati con prezzi allineati a quelli europei"...tra cui questo ovviamente facendo parte di una linea detta CRESCENDO che è pensata per i neonati e i piccoli bimbi con prodotti economici tutti dedicati....
poi pochi mesi fa...sono usciti con questi pannolini lavabili e mi hanno convinta..non potevo che convincermi...e cosi..abbiamo cominciato anche noi.dopo due figlie e 7 mesi..abbiamo deciso di provare a rispettare un po di piu l'ambiente (cosa che gia cerchiamo di fare tutti i giorni..) ad un prezzo comuqnue accessibile...questi fanno parte di una nuova linea detta VIVI VERDE tutta destinata ai prodotti Bio e di cui noi siamo accaniti fan...
prima di tutto questo eravamo stati attratti anche da altri prodotti...quelli senza glutine..che rispetto ad altri prodotti sono molto buoni e anche in questo caso a prezzi veramente accessibili...
per non parlare dei prodotti solidali, prodotti che provengono dal commercio equo-solidale
insomma noi viviamo coop...
e dopo la pubblicità progresso...fine delle trasmissioni....

lunedì 29 agosto 2011

un lunedi

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:25 0 commenti
un lunedi
dopo l'ultimo week end di agosto;
un lunedi
dopo un week end di febbre;
un lunedi
dopo un week end di notti insonni;
un lunedi
dopo una fugace passeggiata in bicicletta dopo la tempesta febbrile;
un lunedi
dopo una piadazza con la febbre che intanto cresceva di nuovo;
un lunedi
dopo un venerdi di bagordi con un hamburger party da paura con mille bamibini e mille adulti;
un lunedi
dopo un primo week end senza mare;
un lunedi
dopo prove e prove di gattonamento non riuscito;
un lunedi
dopo Bianca e il nonno (in realtà Bianca e Bernie)sia multimediale che cartaceo
un lunedi
con pianto di disperazione mattutino per la mamma che se ne andava a lavorare ma che se avesse potuto se ne sarebbe stata a casa....

venerdì 26 agosto 2011

come due vecchie signore

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:43 0 commenti
ci siamo conosciute cosi
da allora noi amiche, loro amiche...dopo 2 anni rimaniamo incinta di nuovo..lei di un maschio..io di una femmina...lei doveva partorire il 2 gennaio, io il 1 gennaio...e ancora una volta i nostri figli avrebbero avuto un giorno di differenza..come le loro sorelle..poi il caso ha voluto che la mia nascesse prima...ma questo lo sapete già...
beh Bianca e Amelia sono inseparabili..sempre insieme..quando non si vedono per tanto tempo si abbracciano come due vecchie amiche di scuola..ognuna gioca da sola e ha come amica immaginaria l'altra, entrambe hanno una testa di capelli ricci e quando le vedo assieme mano nella mano le scambiano per sorelle...l'asilo l'hanno fatto assieme e purtroppo la scuola materna la inizieranno in posti diversi..forse questa amicizia con il tempo svanirà come è normale che accada o forse no..e forse un giorno si ritroveranno in ospedale come le loro mamme..chissà..il caso deciderà per loro...
intanto in questi giorni d'estate,in questi giorni di vacanza è successo anche questo...che per la prima volta abbiamo portato a casa un amichetta..Amelia è rimasta con noi tutto il giorno..a giocare, mangiare, riposarsi e poi tutte assieme siamo andate al mare....

queste le foto del pranzo..qui i dialoghi...come due vecchie signore...

B. guarda A io faccio un panino con il finocchio e dentro ci metto la svizzera...
A. io mangio con le mani perchè la forchetta non mi piace...
B. Ma A si mangia con la forchetta che mica sta bene mangiare con le mani...

P.S. la mia è quella con il vestito a fiori....



A. io ho sete...ora bevo nel bicchiere dei barbapapa

B. anche io bevo ma nel bicchiere di titti..

A. buona questa svizzera..

B. si buona ma io basta (ne ha mangiato tipo due pezzetti...)



B. Sai A..che bla bla bla bla....

A. Già B anche secondo me..bla bla bla...

P.S. nel mentre A ha fatto tutto quello che B non fa di solito..fortunatamente...
la pipi belle mutande con tanto di laghetto sul pavimento e la cacca più puzzolente che abbia mai sentito...

ma si sono divertite...e anche io alla fine...

lunedì 22 agosto 2011

le nostre vacanze. parte 1

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:11 0 commenti

le nostre vacanze sono finite. in parte. riprenderanno a settembre però. sono state vacanze di casa. anche di casa senza muri però. sono state vacanze di spiaggie. anche di colline però.sono state vacanze di famiglia. anche di coppia però. sono state vacanze di mare. anche di piscina però. sono state vacanze di amici. anche di noi 4 però. sono state vacanze di pesce. anche di carne però. sono state vacanze di pulizie. anche di ozio però. sono state vacanze di chiacchere. anche di silenzi però. sono state vacanze di giri in scooter. anche di giri in macchina però.
sono state vacanze di sveglie mattutine a giocare nel letto tutti assieme. anche di notti sveglie tra poppate e il resto però. sono state vacanze nonni free. anche no però.

le nostre vacanze sono state rilassanti, senza pretese ma straordinarie. abbiamo goduto appieno del nostro mare, del nostro ombrellone e della vita da spiaggia..sono state vacanze romagne. dalle colline al mare abbiamo attraversato quasi tutta la romagna. tornando a casa la sera. abbiamo goduto appieno della nostra casa, del suo giardino e del nostro gazebo che sta crollando dopo anni sotto i nostri piedi ma che si riprenderà.. abbiamo goduto delle risate delle nsotre bambine, i loro progressi singoli e di sorelle.. abbiamo goduto delle nuove amicizie del mare e delle colline. abbiamo goduto del buon cibo e delle fresche serate di chiacchere davanti ad una caprirosca al frutto della passione bevuta ascoltando il mio mare e circondati da bimbe dormienti. abbiamo goduto dell'aria fresca dei giri in moto riscoprendo il gusto di viaggiare in coppia senza orari e senza fornelli...

non ci siamo spostati molto, non abbiamo preparato valigie e non abbiamo preso mezzi di trasporto ne marittimi ne aerei..ma simao stati bene. perchè insieme stiamo bene. e non importa dove si va. almeno per ora. abbiamo grandi progetti in mente. e questi ci bastano per sognare. ci attende un inverno di grandi cambiamenti. e siamo gia contenti così. le sfide nuove ci affascinano.
e poi. le nostre vacanze sono finite. in parte. riprenderanno a settembre però.





lunedì 8 agosto 2011

in vacanza...da se stessi..

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:28 0 commenti
ecco dove vorrei andarmene in vacanza..
lontano lontano...
vorrei un posto che fosse al di la di me...
fuori da me stessa..
dove potermi vedere come davanti ad uno specchio..
ed osservarmi..guardarmi da vicino..e magari come fanno i gatti davanti allo specchio..guardarci dietro..per vedere chi è quel gatto li...
ecco..io vorrei essere quel gatto li...quello dall'altra parte...
vorrei staccarmi da me per vedere se mi rendo conto di come mi stanno vedendo gli altri in questo periodo..perchè io non mi sto vedendo affatto bene...mi sento trascinata da una corrente profonda..da una sorta di sabbie mobili...mi sento come appesa a delle corde di violino tese..
è una sensazione difficile, dura e privata...difficile anche da spiegare..da tirar fuori...dovrei essere felice..vorrei essere felice..potrei essere felice e invece mi sento sulla cima di un burrone..mi sento che se allungo una gamba cado nel baratro...e che mi porto dietro tutto quello di più caro...
non capisco se è una sorta di barriera..perchè effettivamente negli ultimi tempi sono felice, devo essere felice...e forse è proprio questa felicità che mi spaventa o forse mi spaventa l'idea di perderla da un momento all'altro...
ho un padre che mi adora e lo tratto a pesci in faccia ogni giorno...
ho figlie che mi adorano nonostante i modi bruschi e scarpazzoni che uso con loro..
ho una persona accanto a me che mi adora nonostante i miei mille malanni, le mie mille paranoie, i miei mille scazzi...
ho una casa senza muri che sta crescendo giorno dopo giorno che adoro..ma che mi sembra così incredibile che sia mia...
e ho una casa mia...e che non è una cosa da poco...
insomma ho bisogno di vacanze..reali e mentali..e non mi serve un isola ropicale, o una montagna ghiacciata..mi serve solo trovare me stessa..per capire chi sono veramente e dove voglio andare...e vorrei avere una strada lasticata di mattoni dorati da seguire senza bivii nascosti..
forse sono successe troppe cose in questi ultimi mesi..forse ho arrancato per troppi giorni..forse anche il mo fisico in questo momento sta gridando aiuto...e così anche la parte sentimentale, la parte interiore sta scalciando per farsi sentire...
o forse sono solo pippe da calore...
ma ho bisogno di una vacanza...ho bisogno di ritrovare la dimensione famiglia...non solo di essere una macchina da lavoro...svegliare, cucinare, vestire, uscire, caricare, lasciare, lavorare, recuperare, tornare, cucinare, addormentare, pulire, lavare, cucinare, addormentare..
avrei bisogno di una persona che si prenda cura di me..che mi coccoli, che mi accudisca, che mi accarezzi...che mi dica " siediti e riposa" e non è riferito a lui..vorrei essere una figlia in questi giorni...vorrei una madre in questi giorni...
e vorrei che nel futuro le mie figlie non abbiamo mai nemmeno per un secondo bisogno di scrivere e nemmeno pensarle queste cose...che nonostante gli sbagli che compio ogni giorni siano ancora pure come ora e che mi abbraccino e mi accarezzino sentendo che hanno bisogno di me..e che sono io poi in realtà che ho piu bisogno di loro...
insomma ho bisogno di una vacanza..da me stessa...
perciò..BUONE VACANZE!!

giovedì 4 agosto 2011

Meraviglioso

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:14 0 commenti
ci sono canzoni che se le ascolti la mattina...sola nella macchina a tutto volume..assaporando parola per parola..ti fanno venire i brividi..ti commuovono e sono capaci di farti provare emozioni..meraviglioso...
ci sono canzoni datate, vissute, rifatte, da cantanti più o meno giovani che erano state cantate un tempo da cantanti più o meno giovani..in tempi lontani (almeno per me)..che però sono sempre attuali e fanno riflettere...meraviglioso..
ci sono canzoni con testi semplici..magari banali..con poche parole..ma che sono quelle che fanno più effetto..non parole impegnate..non parole difficili..semplici..concetti base ma che racchiudono in se un mondo...meraviglioso
ci sono canzoni che ti fanno pensare di essere fortunati..nella vita...che bisogna accontentarsi del poco che lei ci offre...a volte..meraviglioso...

"meraviglioso
Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare eh!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!"
D. Modugno 1968

dedicato a A. per non perdere mai di vista le cose importanti della vita..

domenica 24 luglio 2011

domenica di pioggia e sport

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:06 0 commenti





venerdì 22 luglio 2011

deliri del venerdi

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:39 2 commenti
allora tu pensi che dopo una notte così il venerdì non possa che iniziare con il piede giusto..
tu sola a casa con le bimbe...si guarda Madagascar tutte e tre assieme ( e io rido un sacco..perché ovvio i pinguini fanno morire...) e bianca che chiede perché rido..e poi.."quelle scene fanno proprio ridere" dice..avvinghiata al braccio sinistro bianca, avvinghiata al destro agata...poi agata inizia a far capire che ha sonno e cosi la porto nel suo lettino..e me la dimentico li..lei senza neanche un pianto si addormenta pacifica..
io mi posso godere il cartone e bianca..fino alla fine...poi a letto...lei nel suo lettino attaccata alla mia maglietta finché on è quasi addormenta e poi crolla con la promessa che dormirà sola nel suo lettino tutta la notte...
e così..una notte magica...hanno dormito tutte e due tutta la notte senza mai svegliarsi e io che non mi accontento mai..non ho chiuso occhio..il letto era troppo grande per me sola, non sono più abituata a non avere almeno altre due persone vicino a me...la poppata notturna è saltata ed è l'unico momento che abbiamo solo nostro e allora via di paranoie, per non parlare di quelle...ma dormono tutta la notte senza sevgliarsi perché 1)avranno freddo e saranno morte congelate..allora vai a vedere;
2) avranno le coperte sulla faccia e non respirano più e vai a vedere;
3) non dormono ma io sono cosi stanca che non risconsoco più i loro pianti..e vai a vedere..
4) sento dei rumori di sotto..non è che è entrato qualcuno..e vai di sotto a vedere..
cosi alla fine io non ho chiuso occhio tutta la notte comunque..ma mi sono riposata lo ammetto e nella mia testa malata ho pensato domattina quando ci sveglieremo saremo tutte riposate, tranquille e serene...
e invece...
il risveglio è andato benissimo, giochi sul letto, chiacchiere, abbracciatone, telefonate al babbo per saluto, ma poi si è scatenato l'inferno...l'inferno in terra...45 minuti di urla strilla e pianti..ma quelli con i singhiozzi e i tremiti...quelli non voglio fare questo, non voglio fare quello, prendimi in braccio, mettimi giù, rimani qui, vado via io, vai via te, rimango qui..e tutto perché la lasciavo a casa coi nonni e io dovevo andare a lavorare...e come si fa in queste situazioni?? io smettere subito di lavorare se servisse...e allo stesso vorresti uscire di casa il prima possibile e lasciare la rogna ai nonni...e poi via con gli sleghi 1) è tutta colpa mia perché io non ho un buon rapporto con mia mamma e lei lo sente e non ci vuole stare neppure lei, 2) vorrebbe stare con gli altri nonni ma per me è troppo sbattimento portarla sempre da loro perchè bisogna tutte le volte caricarsi la casa, 3) gliele dai sempre tutte vinte e te la fa sempre in testa lei alla fine..4) dia troppe attenzioni alla piccola anche se su questo sono sicura di no perché mi accorgo che sono capace di lasciarla giocare per ore da sola dimenticandomene quasi..5) la stresso con la colazione e lei sa che è il mio punto debole e allora inizia a strillare dicendo io non mangio più..e via mille remore mammesche sul " è troppo magra, non mangia, poi sta male..."
insomma un disastro su tutta la linea...e poi pensi che per lavoro dovresti lasciarle tutte due per una settimana a settembre e ti dici non è possibile..non ce la posso fare...non lo farò in effetti..vabbè deliri del venerdi...

lunedì 18 luglio 2011

Arene estive

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:48 0 commenti
c'era un volta, tanto tanto tempo fa una coppia a cui piaceva andare in giro per arene estive...mettevano in testa la loro armatura e partivano per le pianure vicine alla ricerca di cinema all'aperto, tendenzialmente alla ricerca di quei film italiani che durante l'inverno erano scappati al loro occhio vigile...
c'era una volta, tanto tempo fa che una coppia andava molto spesso al cinema d'inverno, di solito erano le serate del martedi le preferite e di solto erano gli orari dei primi spettacoli quelli che rincorrevano...e così le estati in realtà finiva che andavano a vedere anche film stranieri alle arene estive perchè di film italiani ne avevano fatto scorpacciata per lunghe e fredde sere invernali...
c'era una volta tanto rempo fa..una coppia che amava i cinema all'aperto, quell'aria frizzante d'estate, quei parchi o giardini o semplici piazze abbellite per l'occasione, quelle sedie scomode e improvvisate..la birra fresca e le noccioline che sbucavano dalla borsa, e soprattutto il cantare dei grilli che faceva da intercalare tra un discorso e l'altro ma soprattutto la bellezza delle stelle, del cielo stellato..e il poter alzare gli occhi e lasciarsi immergere in quel nero luminoso...
c'era una volta tanto tempo fa.una coppia che amava i cinema d'inverno..quel correre fuori dalla macchina e infilarsi dentro le tende scure e pesanti di un cinema, quell'affondare i poltrone morbide e profumate, quel calore che si creava tra i tanti corpi infreddoliti, e poi dopo le lacrime o i sorrisi il ributtarsi fuori al freddo e sapere di poter ranicchiasi sotto le coperte immaginando e sognando scene appena viste...
tutto questo ora non c'è più..magari fra un paio d'anni tutto questo tornerà..per ora ci sono solo cartoni animati..scelti con cura ma cartoni animati..per ora ci sono solo visioni di coppia..ma un altra coppia...un adulto e un bambino...e l'adulto di solito è la femmina che si diverte un mondo in realtà durante queste visioni, per l'atmosfera, per il chichcericcio, per le urla infantili, per i pop corn (che in queste situazioni è un lusso che si può concedere..)..
ma di solio quelle che mi capitano sono visioni invernali che significano confusione, file e pomeriggi impegnati....
ma stasera...no..stasera la coppia era un adulto maschio e una bambina..e stasera era la sua prima arena estiva...c'è stata lei con lui a guardare le stelle e coprirsi sotto una coperta, ad ascoltare il cantare dei grilli che faceva da intercalare tra un discorso e l'altro.. e al posto della birra una borraccia dei barbapapà comprata poco meno che un anno fa a bruxelles...giusto per essere sul pezzo e cantare assime..."resta di stucco.. è un barbatrucco"

venerdì 15 luglio 2011

guarda che luna...guarda che mare...

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:18 0 commenti
sarà perchè nel cielo c'è la luna piena..
sarà perchè la luna piena si rifletteva nel mare...
sarà perchè il pomeriggio è passato parlado con architetti, elettricisti e giardinieri della casa senza muri..
sarà perchè piedi nella sabbia è sempre piedi nella sabbia...
sarà perchè cenare in un posto così..dove i bambini possono giocare liberi con secchielli, palette, casette eamche colorate..e i grandi possono riposare, chiacchierare, bere spritz...
sarà perchè ho finalmente preso la decisione di cercare un nuovo lavoro e cambiare vità..
sarà perchè ho una famiglia mia meravigliosa...
sarà perchè quel vino bianco...el fighet..delle nostre colline romagnole era proprio fresco e leggero..
sarà perchè è cosi che deve essere l'estate...
sarà perchè amo vivere al mare perchè è come essere sempre in vacanza...
sarà perchè dobbiamo organizzare i prossimi viaggi tra le isole del mediterraneo e la costa azzurra...
sarà che domani ci aspetta una giornata piena di amici e bambini e piena di mare e sole...
sarà..ma questo è stato un bellissimo inizio week end...
buon fine a tutti!!

martedì 5 luglio 2011

7 mesi, 1 letto, 4 umani e 1 cane

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:18 0 commenti
Scena.
Interno notte.
Fuori piove.
Il cane si sveglia perché ha deciso di ballare sotto la pioggia,
La donna non sente. Ormai è talmente stanca che riconosce solo i pianti umani..quelli canini sono di una lunghezza d’onda troppo bassa per lei..ora…
L’uomo sente. Si alza. Scende le scale e apre la porta.
Il cane esce. L’uomo si appisola sul divano..in attesa..
La donna sente un pianto. Si alza come un automa recupera il piccolo umano e lo trascina nel letto con se. In questa posizione il piccolo umano smette immediatamente di piangere e si addormenta.
La donna intanto si accorge che l’altra metà del letto è vuota. E non capisce.
Poi dei passi..dei piccoli passi..e un altro piccolo umano orami eretto si butta nel letto e cerca delle mani..grandi o piccole..ma che siano mani..da stringere forte..e si addormenta..
Poi degli altri passi…di zampette questa volta..accompagnati d un odore di pioggia..o di cane bagnato..e poi un sospiro..e il cane si affloscia accanto al letto e si addormenta…
Poi altri passi e sguardi interrogativi tra i due umani grandi..e l’uomo si stende nella sua metà…e si addormenta..
La donna..sfinita…non si addormenta…e aspetta che la pioggia finisca…e che arrivi presto il mattino…

Detto questo..so che come al solito non sto mettendo in atto le migliori tecniche di addormentamento infantile, che attuo comportamenti impropri e inadeguati per un corretto sonno di adulti, bambini e cani…ma io sono stanca…tra il lavoro, la casa nuova e vecchia, i pargoli e tutto il resto..sono stanca..e ho bisogno di dormire..anche le mie solite due ore per notte..ma almeno quelle…
Intanto siamo arrivati al settimo mese e i progressi sono tanti…stiamo sedute da sole, anche se ogni tanto caschiamo per terra sbattendo la zucca, abbiamo ben due dentini e stiamo entrando nella fase “io sono altro” e soprattutto inizia quel bel momento dell’ansia da separazione..cosi la bimba dolce e carina che prima si addormentava da sola e dormiva 11 ore per notte senza mai svegliarsi..ora è diventata un piccolo mostro notturno che si sveglia ogni due ore, che vuole la tetta per consolarsi e una mano per riaddormentarsi….

sabato 25 giugno 2011

cozza party

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:27 0 commenti
Cozza party
Metti una domenica sole e vento,
metti dieci kili di cozze appena pescate,
metti adulti, bambini grandi e piccini sotto uno stesso ombrellone,
metti che le cose organizzate all’ultimo minuto sono le più belle e quelle che danno più soddisfazione,
metti che tra grandi e piccini c’è anche uno chef niente male,
metti un gazebo in legno che non era ancora stato inaugurato per la stagione estiva 2011,
metti una casa a disposizione, una cucina a disposizione,
metti un cocomero fresco e del buon vino bianco,
metti un chilo di pane per una scarpetta di gruppo,
metti delle patatine fritte che non guastano mai,
metti cozze alla marinara, cozze alla tarantina e cozze gratinate su un piatto di portata,
e il cozza party è servito!!

giovedì 16 giugno 2011

oggi vado

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:08 0 commenti
una cosa che non abbiamo ancora fatto è prenderci una giornata nostra...io, Bianca e il babbo..ritornare per una volta famiglia di tre persone..beh in realtà questo lo abbiamo fatto ma il triangolo aveva vertici diversi, io il babbo e Agata..mai Binaca..perché lo so che è lei quella che sta soffrendo di più di questa sorellanza, è lei che fa le bizze per un nonnulla perchè vuole le attenzioni che prima le erano assolute, è lei che sta passando i terribili tre anni..ma chissà perchè nella mia testa bacata mi riesce più facile lasciare a casa lei coi nonni e portarmi dietro sempre la piccoletta..perché questa storia del latte tirato è da una parte una scocciatura e dall'altra pure, che poi penso che alla fine i nonni hanno piacere di stare con la grande e lei pure..tipo ieri che alla fine ha preferito stare a casa piuttosto che venire con noi tre..
ma è da sempre che ci penso che dobbiamo fare una cosa solo noi tre grandi..divertirci come facevamo un anno fa, giocare tutti assieme e vedere posti nuovi quando giravamo tra le varie capitali europee e l'Africa..ma alla fine ancora non lo abbiamo fatto..nemmeno un giorno..nemmeno un pomeriggio...noi giriamo sempre tutti assieme...noi, cane e bimbe...sempre..a parte quelle poche poche volte che andiamo in osti noiosi e prendiamo su solo la piccola sempre perla solita storia del latte...
e cosi non so se conta ma oggi vado..vado a prenderla all'asilo e la porto al mare..io e lei sole...non c'è il babbo...però con lui faremo un altra volta..spero..presto...
perchè in realtà la piccola non ha cosi bisogno di me, della mia presenza...e poi oggi dopo tanto mi sono ritrovata nella penombra della mattina con lei tra le braccia che mi guardava..come a dire..questo è un momento raro solo nostro..e io le ho accarezzato la sua testolina e ho sorriso ricambiata...e questo nostro sorriso me lo porterò in spiaggia mentre sarò a sguazzare nell'acqua con l'altra...che è grande ma anche no...

P.S. a proposito di grandezza è andata all'asilo (dove voleva assolutamnte fare la cacca) con un pantaloncino 3-6 mesi che le andava alla perfezione..e cosi mentre uscivo dalla scuola l'ho sentita, che era seduta sul water dell'asilo che diceva alla dada "faccio la cacca con i pantalonci di 3 mesi io che ho 3 anni..hihihi"

martedì 14 giugno 2011

aggiornamenti

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:10 0 commenti



giovedì 2 giugno 2011

fatti quotidiani

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:26 0 commenti
intensi...i giorni scorsi sono statti intensi...e anche le notti a dire il vero..
di cose successe ce ne sono state così tante...e se mi metto qui ad elencarle...comunque tutto è cominciato con un incubo..vi è mai capitato di fare un incubo che ti svegliano che sei tutta ansimante, piangente e sconvolta?? a me capita ogni tanto..quegli incubi che sembrano veri da quanto sono intensi...e che poi passi il giorno dopo a rifletterci su a pensare ai vari collegamenti..al perché hai sognato proprio quella cosa, in quel modo li e con quell'intensità..e poi ricolleghi tutto..che quel giorno era il 28..che per me è un numero molto forte (io, mia sorella e bianca siamo nate quel giorno), che avevi avuto a che fare con bimbi piccoli e indifesi, che le notizie che senti ai giornali non sono mai rassicuranti..che comunque sei molto stanca e quelle poche ore che dormi dormi così forte che anche i sogni diventano più forti come se si nutrissero della tua stanchezza per ingigantirsi...
e poi dagli incubi alle gioie più grandi..alla prima corona d'alloro di tua figlia e al suo primo diploma da aquilotto perché in questo ultimo anno di nido ha imparato a volare da sola, alla sa prima festa scolastica e all'emozione tua, sua e del babbo nel vederla seduta composta a cantare quelle canzoni che ti hanno alietato un anno intero....
e poi di nuovo dalla gioia all'incubo...reale questa volta e auguro a tutti che mai succeda un esperienza cosi..un traquillo pomeriggio al parco che si trasforma in una scena ridicola da una parte e devastante dall'altra, una parte del tuo corpo sfigurata e tu che devi trovare la soluzione nel più breve tempo possibile prima di un ponte di 4 giorni, prima della prima festa dell'asilo, prima del matrimonio dell'anno...e cosi vivi nell'angoscia un giorno intero cercando di risolvere la situazione..e anche ora che il problema fortunatamente è passato non ti senti tranquilla, pensi che possa risuccedere e tra gli incubi reali e non fai di tutto per non andare mai a dormire....
e poi di nuovo dall'incubo alla felicità...quella di costruirsi un proprio nido, quello del vederlo crescere giorno dopo giorno e fare tutte le scelte del caso..e quella soprattutto di scoprire nel giardino di quella che sarà al nostra futura casa..un pozzo..un pozzo vero che ci darà l'acqua necessaria per innaffiarlo e renderlo vivo..

lunedì 23 maggio 2011

lavori in corso..anzi inizio lavori

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:02 0 commenti

venerdì 20 maggio 2011

il potere

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:40 0 commenti


allora partendo dal presupposto che io tendenzialmente non mi trucco, non uso gingilli di nessun tipo per addobbare le mie orecchie o il mio collo (l'ultima volta che mi sono messa qualcosa al collo l'ho persa dopo nemmeno 5 mesi da che me l'avevano regalata..ed era una cosa super preziosa per giunta..), vado dalla parrucchiera solo per le occasioni speciali quando non ci si può proprio presentare con il ciuffo bianco e non ho quasi mai cura delle mie unghie siano esse delle mani ma soprattutto dei piedi...mi dimentico il potere che tutte queste cose frivole hanno sull'umore..e come queste facciano subito aria d'estate...
insomma il potere dello smalto sui piedi e di un colore verde marcio non ha prezzo...
ti fa dimenticare che la casa è in condizioni pietose e pensi tanto non avrò visite per i prossimi giorni e appena metti a posto tempo dieci minuti il pavimento ridiventa un campo per pic nic indoor...
ti fa dimenticare che le due ore che vanno dalle 7 alle 9 sono un inferno di strilla, pianti e urla e per fortuna domani è week end cosi le orecchie si possono riposare...
ti fa dimenticare quella pancetta in Più che hai che in realtà hai sempre avuto perché pensi che le persone che incontrai oggi saranno attratte solo dalle tue dita dei piedi...
ti fa dimenticare che ti aspetta un venerdì sera in solitaria con le bambine dove le uniche conversazioni vertiranno su cartoni, libri per bambini e amichetti immaginari (e per fortuna questi amichetti immaginari non sono altro che gli amichetti dell'asilo che quando non ci sono sono comunque tra noi..)..
ti fa dimenticare il lavoro lasciato indietro e le scadenze di lunedì... (ma quelle poi si fanno presto a dimenticare anche senza le unghie laccate..)

ma soprattutto ti fa venire voglia di organizzare cene coi piedi sulla sabbia,
di farsi belle perla giornata tra amiche che ci aspetta domani tra buon cibo, buon bere a acqua termale,
di preparare la borsa della spiaggia con frutta, biscotti e tutto il necessario per rimanere la fino al tramonto,
ma soprattutto i fa pensare che questi momenti solo con te stessa e con i colori da dita sono momenti che vanno ripetuti più spesso..

martedì 17 maggio 2011

le fave

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:32 0 commenti
IO. Andiamo al parco a giocare coi tuoi amichetti?
B. NO
IO. Andiamo al mare sull'altalena a forma di pellicano?
B. NO
IO. Andiamo in biblioteca?
B. NO
IO. Andiamo a portare a spasso la Abbey?
B. NO
IO. MA allora che facciamo oggi?
B. Andiamo a casa a sbucciare le fave!

P.S. Auguri nonna bisa. Che con i tuoi 91 anni sei ancora in splendida forma...e prima delle fave siamo andate a farke gli auguri con un piccolo mazzetto di rose rosa. AUGURI!!

mercoledì 11 maggio 2011

una giornata di m....

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:04 0 commenti
C'è una canzone, di un artista che apprezzo molto, il cui disco ascoltavo ben 12 anni fa, al ritorno da un viaggio a Ponza galeotto, che fa cosi

"Questa è una canzone sulla cacca, certo l'argomento può sembrare un po' volgare, lo capisco, ma vi suggerisco di dimenticare qui il lato gretto, in pratica l'oggetto, in qualsivoglia aspetto o forma voi lo conosciate
pensate, invece, a quanto e quali modi essa controlli i nodi chiave della vostra vita, quotidianamente, e non invento niente se dico che può, saltuariamente, essere lei il motivo vero di una crisi o di un umore nero"....

e poi va avanti cosi...
eppure molti soffrono, direi sempre più spesso, perché un po' come l'amore farla bene è già un successo"

e poi ancora cosi...
"stitici di tutto il mondo vi capisco, io non ho esperienze vere, ma indirettamente anch'io subisco effetti laterali, se tra i miei più amati cari c'è chi smette di soffrire a sprazzi bisettimanali
solo voi capite l'attimo fuggente, voi che siete sempre all'erta e quasi sempre non è niente, allora massimo rispetto per voi tutti, e in questo senso, io vi dedico sincero il mio minuto di silenzio."

Insomma io sono stitica, lo ammetto e capisco..ma finchè sono coliche di neonata è una cosa, i neonati piangono per un motivo o per l'altro ed è straziante ma poi pensa vabbeh poi passa..e loro non se lo ricorderanno mai dei prezzomoli unti d'olio, dei massaggi nella pancia e delle urla lancinanti per una puzzetta...
ma quando il problema afflige una treenne..allora è un altra storia...è un dramma, le sue urla, la sua disperazione, la sua ansia e la sua paura...insomma è uno strazio..e oggi per la prima volta ho visto e sentito Bianca disperata..come non avevo mai sentito ed è stato tremendo. da goccioloni, allora ti metti a pensare quando magari soffrirà per altro non so se sarò in grado si affrontare il suo dolore..non avevo mai visto Bianca soffrire tanto.
e che non si può soffrire per una cosa cosi "naturale", cosi fisiologica...
insomma tutto ciò per dire che oggi pomeriggio sono stata in casa con due bambine in braccio che ognuno a modo suo piangeva per lo stesso motivo, in casa con due bambine di cui una su una sdraietta che si lamentava a tratti e l'altra che si sedeva sul water a tratti urlando e piangendo...ma maggiore è l'età, maggiore la sofferenza....

la canzone poi finisce cosi...
"passa il tempo e sono qui che sogno
un mondo senza più nessun bisogno
passa il tempo e sono qui che sogno
un mondo senza più nessun bisogno". (D.S., Sogno-B, IL DADO)

ANCHE IO!!!!

mercoledì 4 maggio 2011

5 mesi..2008/2011

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:33 0 commenti
"Ieri hai compiuto 5 mesi. Un traguardo importante, perché da ieri abbiamo iniziato a darti la pappa. avremmo dovuto cominciare più tardi m siccome non sei una gran mangiona e sei un po magrolina (ad oggi pesi 6,100 kg per 66 cm...ad oggi pesi 5,500 Kg per 64 cm) la pediatra ci ha detto che era ora di cominciare e fortunatamente è stato un successo. Eri super eccitata appena ti abbiamo messo sulla sdraietta..
la tua pappa è stata brodo di carote, zucchine e patate con crema di mais e tapioca."

Cosi scrivevo il 29 agosto 2008. E cosi avrei potuto scrivere oggi. Solo i pesi sono differenti.
E se l'altra volta il racconto continuava dicendo che anche il babbo era presente a questa nuova esperienza culinaria, questa volta ero da sola nell'impresa..èggià l'essere seconda fa quest'effetto..che ormai si da per scontato che questi non siano più momenti eccezionali..ma di normale routine..anzi momenti che devono passare in fretta per far si che si arrivi tutti insieme a mangiare il prima possibile le stesse cose...

Altre differenze tra quel giorno e oggi..è che allora scrivevo da sotto un ombrellone al mare, con Abbey che russava sotto il lettino..oggi invece siamo chiuse in casa dopo il temporale della notte scorsa con Abbey che russa sopra il divano...

il racconto poi continuava.." per quanto riguarda i tuoi progressi, hai cominciato a fare versetti che sembrano risatine, sei quasi riuscita a girarti a pancia in giù, e dal passeggino cerchi già di metterti seduta...
L'unica pecca di questo periodo è che la prossima settimana devo ricominciare a lavorare e per la prima volta dovrò lasciarti ai nonni..e speriamo che questo distacco non sia doloroso ne per me e ne per te..."

insomma son passati 3 anni ma la storia è sempre quella...con le stesse grandi emozioni di allora...

venerdì 29 aprile 2011

giornate un po cosi

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:02 2 commenti
cosi che fuori c'è sempre quel grigio chiaro, scuro,...insomma di varie tonalità ma mai tendenti all'azzurro..
cosi che è venerdì e io sono in attesa del mio principe azzurro per andarcene in giro per finestre...
così che ho fatto le pulizie di pasqua post pasqua ma che io non c'ho voglia, non sono capace e parto svogliata..
cosi che dopo la faticata di ieri in piscina con la mia figlia ariete che quando decide una cosa non molla ho deciso di mandarla a prendere dai nonni perché ho bisogno di allentare il tiro madre-figlia..ed ha solo 3 anni...
cosi che mi sento una mamma cattiva, una mamma incapace, una mamma ingrata, una mamma vergognosa, una mamma imperfetta, una mamma insicura, una mamma inadeguata....
cosi che mi sono fatta pure io prendere da sto matrimonio reale e me lo sono guardato a tratti io che amo il mio silenzio in casa da sola e non accendo mai la TV...
cosi che abbiamo iniziato la pappa a meno 3 ai 5 mesi e le è pure piaciuta ma alla sua prima chiusura di bocca le ho infilato la tetta perchè non si sa mai che poi cali la produzione..
cosi che lunedì dovrei tornare a lavorare perchè è finita la pacchia inps..almeno quella obbligatoria e pare che quella facoltativa non me la vogliano dare..e non l'inps..(qualcuno sa di chi parlo???)...
cosi che inizio a preparare brodo da mettere in freezer da consegnare poi alle varie nonne, latte da mettere in freezer da consegnare alle varie nonne..
cosi in attesa della mia amichetta del cuore che arriva per il caffè e se il cielo non diventa grigio notte usciamo a bercelo davanti al mare...
cosi che domani è week end non c'è asilo si sta tutti assieme e
la casa ritornerà sporca in men che non si dica,io discuterò ancora con la treenne, il cielo continuerà a mantenere le sue tonalità grigia, parleranno tutto il fine del matrimonio reale, il mio ritorno al lavoro si avvicinerà sempre più, le pappe verranno mangiate sempre con più gusto, e il freezer sarà stracolmo di barattoli e barattolini....

giovedì 28 aprile 2011

pubblicità

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:16 0 commenti
C'è una piccola casa editrice, in realtà ormai nemmeno tanto piccola..
c'è una casa editrice che sta qui, vicino a noi...in realtà dalla parte della regione dopo il trattino, in Emilia...
c'è una casa editrice che si occupa d'arte, in realtà si occupa di bambini..o meglio di arte e bambini...
c'è una casa editrice che mi affascina, che ci affascina..io che sono una gran lettrice ma che negli ultimi tempi mi dedico alla lettura solo di favole, fiabe, racconti immaginari e storie fantastiche..perchè mica c'è più il tempo per leggere un libro adulto...e allora funziona così..che i libri devono affascinare i bambini ma devono affascinare anche gli adulti che glieli leggono...
c'è una casa editrice con un nome così: artebambini...
che pubblica una rivista con un nome così: DADA.
Loro la definiscono una rivista di creatori, di creazioni, creativa e ricreativa. Una rivista che trasforma l'arte in immagini esperienze e storie...
c'è una casa editrice che pubblica anche libri..libri magici, libri da adulti ma per bambini..libri che rimani a bocca aperta quando li sfogli, che non puoi credere a tanta creatività, tanta attenzione per i particolari, tanta immaginazione...
c'è una casa editrice di cui noi abbiamo attinto tanti libri, sia regalati, che comperati che prestati...





c'è una casa editrice che ha scritto un libro sul mio pittore preferito, un libro che racconta di un viaggio nei luoghi frequentati da questo pittore, un avvincente percorso nato da una casuale “macchia” di caffè. Un libro che parla dei suoi colori, delle sue lune e delle sue stelle...



c'è una casa editrice che pubblica libri legati alla musica oltre che alle immagini...
libri che parlano di diversità e di uguaglianze..di musiche lontane cantate da genitori ai piccoli protagonisti.. di musiche e parole che raccontano situazioni quotidiane e ricorrenti nella vita di ogni bambino: la nanna, il pasto, il gioco. Gesti e rituali che sono uguali in tutte le parti del mondo e ch ci rendono tutti un grande popolo...





c'è una casa editrice che pubblica libri di artisti locali, siano essi musicisti o veri e propri maestri dell'immaginazione, della creazione e della trasformazione...
tra questi c'è lei..arianna che è una ricercatrice nel campo dell'educazione al sonoro e ideatrice di spazi e allestimenti per l'esplorazione e la creatività musicale... il suo IN viaggio con TEO ha affascinato Bianca e ci ha permesso di sperimentare e giocare nei lunghi pomeriggi invernali...





c'è una casa editrice che pubblica libri di filastocche, di canzoni..Un libro da leggere, da guardare, da ascoltare, da cantare, da ballare...
Un divertente viaggio fra le più belle filastrocche della tradizione popolare, filastrocche originali e scioglilingua, attraverso i colori di 13 illustratori e le musiche dei Capra & Cavoli incluse nel CD. Musiche originali, voci di attori e voci di bambini che hanno duettato con le immagini per dar vita ad un insolito concerto di colori e parole.
Filastrocche semplici ma d'effetto..con canzoni che ti ritovi ad ascoltare anche sola in macchina al ritorno dall'asilo..pensando che non tolgono nulla alla miglior musica del momento..che mettono allegria, che viene voglia di cantarle ad alta voce coi finestrini abbassati...

martedì 26 aprile 2011

quante cose in un week end pasquale

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:04 0 commenti
Abbiamo girato la riviera in cerca della muta perfetta,
siamo stati al cinema a guardare un cartone,
abbiamo fatto un aperitivo fai da te sulla sabbia con davanti casette e scivoli,
siamo stati in biblioteca ad ascoltar storie e fare biglietti d'auguri pasquali,
abbiamo corso e riso sui marciapiedi mangiando albicocche ancora acerbe,
siamo stati ammollo in acqua calda e salata tutti e quattro assieme,
abbiamo aperto uova pasquali attratti per ora ancora solo dalle sorprese e non dall'involucro,
siamo stati al ristorante a mangiare cappelletti e carnazza,
abbiamo giocato felici con i giochi trovati nelle uova pasquali,
siamo andati a fare un picnic sulla spiaggia con dietro le dune per correre e cacciare e davanti solo il mare,
abbiamo festeggiato la nostra pasquetta banchettando sotto una tenda che svolazzava al vento, 5 bambini, 4 cani e 7 adulti...,
ci siamo addormentati sul divano guardando film spagnoli e cartoni,
abbiamo osservato ancora una volta la nostra casa senza muri e abbiamo immaginato e immaginato ancora,
siamo stati bene..soli e in compagnia in questi giorni di festa..
e il tempo è volato..e siamo in dirittura d'arrivo della mia fine maternità obbligatoria..speriamo nella facoltativa...

giovedì 21 aprile 2011

la casa senza muri...

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:12 2 commenti



ormai ci siamo..
ormai è pasqua...
e dobbiamo decidere...a chi affidare la costruzione della nostra nuova casa...la casa senza muri...
ormai è maggio..
e dobbiamo cominciare i lavori della nostra muova casa..la casa senza muri...
quando l'ho vista per la prima volta me ne sono innamorata all'istante..del suo tetto in lego bianco, delle sue altezze, delle sue future porte finestre giganti che danno sul giardino, il giardino che sembra un bosco dove ti ci puoi anche perdere...
quando l'ho vista per la prima volta avevo una pancia abitata che pensavo stesse abitata ancora per un bel po...
il giorno dopo l'abbiamo rivista e abbiamo deciso che sarebbe stata nostra,,la nostra nuova casa..la casa senza muri...
una settimana dopo mentre chi mi abitava la pancia decideva di uscire in fretta e furia abbiamo firmato il preliminare e la nostra nuova casa è diventata un po di più realtà...
ormai la primavera è arrivata,
ormai l'inverno se ne è andato definitivamente..
e la costruzione della nostra nuova casa, la casa senza muri è sul filo di partenza...
non abbiamo ancora un costruttore ma questa pasqua nell'uovo troveremo un'impresa, un'impresa con cui cominciare la nostra impresa, non la nostra impresa più grande..perché quella (e) a quest'ora sono li che dormono, ma insomma una grande impresa....
la casa sena muri è già realtà, e futuro..
quando vivremo nella casa senza muri potremmo camminare a piedi nudi in casa perché avremo il pavimento id legno e il riscaldamento a pavimento,..così diciamo a Bianca...
quando vivremo nella casa senza muri dovremmo urlare ad Abbey di tornare in casa perchè vorrà sempre stare a caccia in giardino..perchè ci sarà tato spazio per cacciare...
quando vivremo nella casa senza muri potremmo andare in città in bicicletta o a piedi anche...
quando vivremo nella casa senza muri potremmo andare sempre a far la spesa al mercato..il mercoledì e il sabato..
quando vivremo nella casa sena muri se lo vorrò potrò tornare a casa a pranzo dal lavoro se ne avrò ancora uno..
quando vivremo nella casa senza muri potremmo organizzare compleanni senza dover cercare location perfette..l'avremo noi la nostra location perfetta..
quando vivremo nella casa senza muri Agata e Bianca cresceranno insieme nella loro camera..
quando vivremo nella casa senza muri nella loro camera ci sarà una libreria stile montessori in mezzo alla stana...
quando vivremo nella casa senza muri berremo un the a merenda sotto il nostro portico e faremo colazione su un bancone snack guardando fuori dalla finestra il nostro giardino...
quando vivremo nella casa senza muri avremo una vasca con cui sguazzare tutti assieme...
quando vivremo nella casa senza muri potremmo organizzare una caccia alle uova pasquali tra gli alberi secolari del giardino...
quando vivremo nella casa senza muri saremo lontani dal mare...non potremmo più uscire di casa, passeggiare 5 minuti e mettere i piedi nella sabbia, sentire l'odore del mare e assaporare il sole di primavera sulla spiaggia deserta..
quando vivremo nella casa senza muri la Abbey non potrà più uscire di casa senza guinzaglio e infilarsi in tutte le case dei vicini a salutare i suoi amici..
quando vivremo nella casa senza muri forse i nostri amici di scuola cambieranno, alcuni però ce li porteremo appresso comunque..e li inviteremo anche...
quando vivremo nella casa senza muri..sarà tutto diverso...ma anche tutto uguale a prima..
sarà però una nuova impresa...

lunedì 18 aprile 2011

Tulipani e latte

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:32 0 commenti
E' PRIMAVERA!!!










Week end al Parco Sigurtà - Valeggio sul Mincio (VR)

venerdì 8 aprile 2011

basta poco

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:53 0 commenti
basta una corsa in scooter giocando con l'aria frizzante della primavera,
basta un giro tra piastrelle e rivestimenti,
basta un aperitivo in un locale giovane con musica a tutto volume,
bastano poche ore.. tu e lui soli..fuori al sole..
per ricaricare le batterie,
per sentirsi ancora una volta liberi,
come quando si decideva da un giorno all'altro di partire..senza vincoli, senza organizzazioni laborosie, senza pensieri...
bastano poche ore per pensare " e se non avessimo fatto due figlie??" e subito dopo rispondersi..."non saremo così felici.."
basta poco per tornare a casa di nuovo e riabbracciale come se non le si vedessero da anni, e in quell'abbraccio perdersi, e di quell'abbraccio gustare ogni secondo...

lunedì 4 aprile 2011

3 anni, 4 mesi e 5 torte

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:20 0 commenti
settimana intensa!
Bianca ha compiuto 3 anni! Lunedi scorso!
Agata ha compiuo 4 mesi! Ieri!
Bianca ha festeggiato il suo compleanno per una settimana intera..con una torta al giorno..praticamente...
ma moh vi spiego...
bisogna sapere che io e P. stiamo insieme da una vita ormai..da quel lontano 1998..non sto nemmeno a fare i conti...ma a parte queso..la cosa più strana della nostra liason (si scrive così??) è che i nostri genitori non si sono mai incontrati per un pranzo di famiglia...non siamo sposati perciò nessun banchetto di nozze, non abbiamo mai festeggiato una di quelle feste comanate tutti assieme..un giorno da una famiglia e un giorno dall'altra famiglia...perciò anche nel caso del compleanno della treene abbiamo deciso di festeggiare separatamente...
ecco il perchè delle due prime torte..e una delle due è questa...



Bianca poi va all'asilo..e all'asilo ci a con la sua amichetta del cuore, nata esattamente un giorno prima di lei..e cosi mica non si poteva non farle festeggiare con una torta...rigorosamente senza cioccolato (vabbeh dai a parte qualche smarties qua e la) e ovviamente a forma di cane visto che gli oggetti transizionali delle due fanciulle sono due cagnolini: Acca e la Nina.

E poi scusate uno compie gli anni di lunedi, e quindi al ritorno dall'asilo era d'obbligo pure la torta in famiglia..solo noi 4..cena tranquilla e poi prova di spegnimento candeline con una piccola torta purtroppo non handmade ma coopmade (potete immaginare la qualità...), però carina esteticamente e apprezzata per lo scopo...per ogni torta un regalo...



a che numero siamo? 4..
beh l'ultima torta è sicuramente quella più importante, quella del super mega compleanno organizzato all'International yacht club..che detto cosi fa tanto fico..ma in realtà è un piccolo baretto sul porto di Marina con una splendida vista e un grande prato verde da caplestare rigorosamente a piedi nudi...tema della festa..l'azzurro del mare e la più classica tradizione romagnola...cappelletti e piada e salsiccia...
i bimbi (tanti) hanno corso, saltato, fatto palloncini, giocato e mangiato anche.. i grandi invece si sono sollazzati sul prato bevendo spritz assaporando la brezza marina..una grande giornata...peccato che Bianca avrebbe apprezzato di più i gonfiabili..mannaggia a lei...









in tutto questo tourbillon settimanale la piccoletta compiva 4 mesi..nella sua pacatezza e tranquillità...si dai cresce, paino piano, e sorride...e da ieri accenna anche una risatina..

P.S. un grazie speciale agli zioni acquisiti..allo zio Bruno per il babysitteraggio ad Agata e il gonfiaggio palloncini e alla zia Anna per il babysitteragio a tutti i bimbi nessuno escluso, per le letture animate e per la tanta pazienza.....

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez