giovedì 20 dicembre 2012

Quelli che..

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:51 0 commenti
Quelli che..non hanno mai scritto una lettera per babbo natale..
Quelli che hanno comprato i regali che porterà babbo natale
Quelli che scrivono una lettera per babbo natale sotto dettatura di una bambina
Quelli che la bambina chiederà tutt'altro rispetto a quello che è già stato comprato
Quelli che alla fine si sono sottomessi a peppa pig.. Perchè è pur sempre natale
Quelli che chiedono a babbo natale un pupazzo di neve gigante
Quelli che hanno ricevuto il loro regalo di natale in anticipo
quelli che hanno ricevuto un regalo inaspettato..
Quelli che x fortuna mancano solo 4 giorni a natale perchè non hanno piu idee x il calendario dell'avvento
Quelli che domani è l'ultimo giorno di lavoro...






domenica 9 dicembre 2012

Il nostro primo natale

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:20 1 commenti
L'avvento..
L'albero..
I regali.. Da regalare alle amiche..
Tutto fatto in casa..
La nostra nuova casa..
E il suo primo natale..



















venerdì 16 novembre 2012

Ho scoperto una cosa

Pubblicato da casalinga patrizia a 17:31 1 commenti
Che l'autunno mi piace..e forse l'ho già detto.. E forse mi è sempre piaciuto.. Perchè in autunno cadono le foglie, e sono di quel bel colore arancio rosso e bla bla bla... Perchè l'autunno è il periodo in cui si fanno programmi, si ha più energia e bla bla bla..
Ma questa non è una grande scoperta.. Questo li sanno tutti.. La scoperta è che quando i figli crescono anche di poco pensi di avere piu tempo per te e invece no.. Che ti ritrovi a scrivere un post in una palestra aspettando che la grande finisca di fare ginnastica (ritmica eh...).. Che ti ritrovi che è già venerdì e ti sembra che sabato scorso era ieri.. Ma soprattutto ti accorgi che ogni tanto stare a lavorare senza avere orari e uscire dall'ufficio quando ormai è buio è anche piacevole.. Ma soprattutto uscire dall'ufficio e correre a casa in bicicletta con le luci di natale che sono pronte per essere accese e l'aria frizzante che ti pizzica il viso è ancora molto piu piacevole e quando arrivi a casa gai ancora un sacco di energia che svanisce peró appena affondi su un divano morbido...

lunedì 12 novembre 2012

L'autunno

Pubblicato da casalinga patrizia a 16:33 0 commenti
Una nuova prospettiva.. Il primo di una serie di autunni.. Fuori le foglie danzano col vento illuminate da una debole luce.. Dentro il calore delle castagne sul fuoco e delle grida di bambini che inventano uno spettacolo di burattini per gli adulti..

mercoledì 3 ottobre 2012

Sola.. Creta

Pubblicato da casalinga patrizia a 07:06 2 commenti
Che dire..alla fine son qua..sola.. In realtà non sola nel vero senso della parola.. Perché condivido la stanza con una collega perchè sono in mezzo a gente di diverse nazionalità perchè mi confronto perchè ascolto.. Sola nel senso di sola senza di loro loro che sono la mia famiglia loro che non cambierei con nulla al mondo loro che mi permettono di essere qui senza farmi sentire in colpa (almeno finchè sono qui.. Poi a casa chissà).. Loro (lui) che ha guadagnato un sacco di bonus che speriamo riesca a sfruttare.. Loro che non si ammalano mai se non quando non ci sono e ti/ci fanno preoccupare e non stare sereni nemmeno per un po'.. Sola a rivivere quest'isola.. Coi ricordi di infanzia che affiorano.. Con le immagini del palazzo di Cnosso nella mente e i rumori e il traffico della città..
Sola con mille pensieri nella testa e nessuno che riesca a rimanere li al suo posto.. Tanto da dimenticarsi che oggi è il compleanno di una persona speciale.. Una con cui ho condiviso gli odori, i rumori, i silenzi, gli sguardi di quest'isola.. Una persona che amo nonostante tutto..una persona che non leggerà mai queste parole e mai forse saprà quello che provo per lui.. O forse si..chissà..
Sola nel cantare quella canzoncina che fa così.. Happy birthday Daddy!

domenica 30 settembre 2012

In viaggio

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:03 0 commenti
Eccomi..sono sola ancora una volta.. Per l'ennesimo viaggio.. Anzi x più viaggi assieme.. Cominciati venerdì con direzione Olbia.. Una toccata e fuga.. Pochi giorni giusto il tempo necessario x conoscere gente nuova, allargarmi ancora un po' gli orizzonti.. Sono stati giorni intensi e veloci poi di nuovo in viaggio.. Un altro aereo, degli autobus e un treno.. Da Bologna fino a Venezia per partire per un nuovo volo.. Questo che mi porterá su un isola.. Un isola che ho conosciuto da bambina.. Quando ancora i compagni di viaggio erano i miei genitori.. Un isola greca.. Ma un po' diversa in realtà dalle tipiche isole..per tre giorni staró in una ex base militare.. Ad apprendere cose nuove e sperando di creare nuovi contatti.. E intanto a casa? A casa se la stanno cavando.. Egregiamente a pieni voti.. Tra serate in giardino e domeniche di barbecue in campagna.. E va bene così.. Che trovino la loro dimensione.. Che stiano assieme e assaporino questa nuova solitudine.. Ancora per una volta.. Dal finestrino la luna è tonda nel cielo e se prima era una piccola palla scolorita ora è un cerchio di fuoco su questo Adriatico che sto percorrendo da nord a sud.. Creta arrivo!

venerdì 14 settembre 2012

Asilo.. Secondo nuovo inizio

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:41 0 commenti
Ci risiamo! Un nuovo inizio! Un nuovo distacco! Si ricomincia una nuova avventura! Asilo! Per la secondogenita! Per la forte di casa, l'indipendente, la socievole e solare.. E io che andavo in giro a dire che non ci sarebbero stati problemi, visto il suo carattere super positivo, vista la sua capacità di interagire con tutti grandi e piccini, visto il sue essere secondi.. E invece anche i ricchi piangono.. I ricchi di cuore e socialità ad un certo punto cedono.. Necessitano di attenzioni, si fanno sentire.. Chiamano a gran voce.. E così eccomi qua chiusa in una stanza dell'asilo ad aspettarla.. Lei con le sue nuove dade e i suoi nuovi amici..

e in questi giorni ho anche letto articoli e pensato ma ancora faccio fatica a ad avere un opinione rispetto a quello che leggevo ieri sul corriere se siamo noi italiani che esageriamo con questa cosa dell'inserimento, che siamo noi mamme con le nostre ansie che creiamo bamboccioni, che ci impegniamo troppo nell'accompagnamento all'indipendenza.. E che forse fanno meglio i genitori stranieri che al primo giorno di asilo li salutano e li lasciano li, subito soli..non so..a volte mi dico che si è giusto lasciarli crescere e non stargli troppo addosso..poi peò ripenso a tutte le storie che ti fanno quando nascono..sul primo contatto, sullo stare sempre assieme..sul cosleeping...e io si sono di questa teoria che i bimbi crescono in fretta e poi ci dimenticheremo di tutto questo, di loro sempre in braccio, delle notti insonni in quattro nel letto e delle ore che ci vogliono per addormentarli..e io ho sempre fatto tutto questo e quindi capisco che ci vuole tempo per affidarsi a qualcuno di nuovo, qualcuno di estraneo, qualcuno di diverso e cosi è giusto accompagnarli..con tutto il tempo necessario...e poi se a 30 anni li avremo ancora in casa?? non so..è anche vero che all'estero ti aiutano..ai figli che vanno via di casa presto alcuni stati pagano anche l'affitto..e cosi niente bamboccioni..e non so se questo è legato alla capacità di inserire i propri figli in un nuovo ambiente in solo due giorni rispetto ai quindici che richiedono in italia...
forse quello che penso è che ognuno deve gestire i propri figli come meglio crede..ormai non di piu consigli a nessuno..quando mi chiedono come bisognerebbe fare per..dico solo..ognuno deve sentirselo..quando uno è troppo stanco per fare una cosa allora è il momento di cambiare...ma per ora io non sono ancora stufa e starò vicino a loro finché ne avranno ancora bisogno....

mercoledì 29 agosto 2012

blocco note...

Pubblicato da casalinga patrizia a 08:55 2 commenti
1) costruire il tavolo dello studio....come questohttp://www.blogger.com/img/blank.gif....
2) portare Bianca ad un concerto vero
3) preparare la terra per l'orto e magari iniziare a coltivare qualche carota e finocchio...
4) buttare via il più possibile di tutto quello che c'è nella casa al mare e renderla finalmente adatta per un affitto...e staccarsi definitivamente da lei...http://www.blogger.com/img/blank.gif
5) passeggiare con abbey che non lo stiamo mai facendo abbastanza
6) creare grembiulini per bambini senza macchina da cucire...come questi
7) preparare in tempo i regali di natale per le amichette...un telaio di legno..
8) trovare un po di tempo per me..ahhahahaha....
9) fare finalmente un album con le foto di Agata che non ne ha ancora uno alla soglia dei suoi 2 anni...
10) ridere, divertirmi, stare bene...e godermela...

P.S. ah e trovare un lavoro serio....

lunedì 6 agosto 2012

the new trip

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:27 0 commenti



per dettagli sull'itinerario...a presto...

lunedì 23 luglio 2012

E viva sant'appolinare!

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:50 0 commenti
Perchè si festeggia a luglio, perchè quest'anno è capitato di lunedì, perchè oggi è uno di quei lunedì di luglio dopo un temporale estivo, perchè finalmente sento odore di vacanze, perchè sono in casa con le mie bimbe che dormono come da secoli non mi capitava, perchè la casa Sa di pulito, perchè era da un sacco che non scrivevo e di cose ne sono successe tante che ora manco me le ricordo tutte, perchè c'è stato il campeggio in Toscana, perchè li finalmente la vela si è alzata in volo ed è partita verso il largo, perchè domani per la prima volta vengono a vedere la casa che daremo in affitto, perchè siamo stati un po' qui e un po' all'altra casa ed tutte le volte che siamo di la ce me innamoriamo sempre di piu, perchè le vacanze in realtà devono ancora cominciare e di giornate come queste speriamo ce ne siano ancora, perchè dopo andremo a fate shopping come tre care amiche, perchè una pancia è abitata da un bimbo e io sono strafelice per i futuri genitori e perché una da ieri non lo è piu.. Perchè una nuova vita ha deciso di nascere.. Benvenuto Samuele!

lunedì 2 luglio 2012

Il ForMICHIere

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:35 0 commenti
c'era questa mia amica che aveva un lavoro carino, a contatto con la natura e con i bambini.che cosa desiderare di più.. ma lei qualcosa di più lo desidera..un lavoro tutto suo..con orari suoi..e senza dipendere da nessuno..
lei inoltre è una persona intraprendente, con accanto un compagno ancora più intreprendente di lei..e anche lui amante della natura e meno dei bambini ma solo perchè dice che è difficile accettare di vederli crescere in questo strano e complicato mondo...
lei insomma aveva un lavoro che le permetteva di continuare ad essere bambina..di far apprezzare le bellezze della natura a piccoli occhi affamati..viveva tra farfalle e iguane..e si divertiva a raccontare e trasformasi per i bimbi nel bruco tuco..
e poi c'è questo pese..sulle colline riminesi..un bal pese fatto di storia e di èpersonaggi più o meno famosi che lo abitano..con un bel nome..quello di un angelo..di un santarcangelo...che forse aspettava solo lei...
e così dall'inventiva di questi due giovani e sotto al cornice di questo piccolo paese di colina affacciato sul mare..sabato scorso è nato il forMICHIere..
un luogo in cui la natura, l'amore per i libri, per le scoperte, l'inventiva prendono il sopravvento..e dove i bambini possono essere liberi di osservare toccare...e immaginare..un mondo nuovo e pulito dove magari almeno per un po è bello crescere....
IN BOCCA AL LUPO per la tua nuova avventura MICHI!!


P.S. nel cercare di capire perchè questo nome,...(che mica c'ero arrivata subito) ho trovato questi...... una serie di libri..intitolati il formichiere pilota dove un formichiere un po miope che adora volare, dormire, aiutare gli amici e… il gelato al cioccolato con una spruzzatina di formiche insieme al suo equipaggio sgangherato vanno in giro a risolvere i problemi degli animali di tutto il mondo...niente di più azzeccato direi...

IL FORMICCHIERE via G. VERDI 5 - SANTARCANGELO DI ROMAGNA

venerdì 29 giugno 2012

Aperitivo on the beach

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:41 0 commenti

mercoledì 27 giugno 2012

Oggi sbarco

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:27 0 commenti
Sono sbarcata. Ho lasciato l' Astrea. A capri. Lei ripartiva verso sud. Io riparto verso nord. È stata una grande esperienza. La convivenza. La ricerca. Il mare. Le isole. Il corallo. Le gorgonie. Un esperienza carica di emozioni. E di sensazioni. Vivere su una nave giorno dopo giorno osservando la costa solo da lontano. E soprattutto osservando il mare nel suo intimo. Giù giù e ancora giù. 50, 60, 70, 80, 90.. 100 metri e ancora più giù. Cercando in ogni anfratto, in ogni apertura, in ogni angolo.. Lui.. Il rosso! Osservando impotenti il potere dell'uomo, l'impatto che lascia giorno dopo giorno.. Sul mare e i suoi abilitanti indifesi.. Quelli che non possono scappare e che hanno bisogno di acqua pulita per non morire.. Reti, lenze, ma anche copertoni, lavatrici, insomma rendersi ancora una volta conto di come il nostro mare sia in pericolo, sia trattato come una grande fogna.. Invece di portargli rispetto per quello che ci da giorno dopo giorno..osservando intere pareti di corallo completamente morto.. Soffocato... Ma ancora li come a ricordarci quello che gli abbiamo fatto.. Come un monito.. Silenzioso ma visibile.. Poi per fortuna abbiamo trovato anche luoghi meravigliosi, pieni di vita e di colori.. Luoghi ancora integri e inesplorati..e li ci siamo rasserenati a vedere le bellezze della natura giù dive la luce fatica ad arrivare..
In pochi giorni abbiamo cambiato tanti porti.. Pozzuoli, procida, Castellammare, Capri.. Ma oggi dopo questa esperienza sbarcherò nel mio porto del cuore..finalmente.. Con una consapevolezza in più.. Sempre più convinta che basta un gesto di ognuno di noi, anche il più piccolo, per rendere questo mondo migliore..
P.s. A domani per le foto..

domenica 24 giugno 2012

Astrea..

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:56 0 commenti
Questa è la casa galleggiante che mi ospita in questi giorni..in giro per porti napoletani..

venerdì 22 giugno 2012

Domani salpo

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:49 0 commenti
E oggi sono in viaggio. Per il mio porto. Quello che mi accoglierà nei prossimi giorni. Non so per quanti giorni. E non so se sarà l'unico porto che incontrerò. E stasera conoscerò lei. Astrea. Che mi porterà in giro per il golfo. E forse anche piu giù. Fino a dove non so. Forse fino al punto in cui la punta dello stivale finisce. Non so nemmeno fino a quanto viaggerò. E nemmeno i miei compagni di viaggio conosco. Per ora. Ma so che diventeremo presto complici. Complici di questa avventura. Un avventura che mi porterà giù in basso e non solo geograficamente ma anche batimetricamente. Un viaggio di ricerca. Di esplorazione. Di luoghi incontaminati o quasi. Di luoghi oscuri. Di luoghi abitati da creature poco comuni. Alla sua ricerca. Direttamente nel suo habitat. Lui che da anni e anni mi accompagna giorno dopo giorno. E che a volte amo e a volte meno. Che mi allontana dalla mia casa e dalla mia famiglia. Famiglia che rivedrò alla fine di questa esperienza. Da un altra parte. In un altro luogo. A metà dello stivale. Penso. Insomma la mi avventura comincia. Ora su un animale meccanico e poi su un animale marino. Direzione Pozzuoli. Insomma domani salpo. Alla ricerca dell'oro rosso.

domenica 10 giugno 2012

Artisti di strada - pennabilli

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:09 0 commenti
Ognuno ha il suo posto del cuore, a volte più posti del cuore, luoghi che riservano ricordi, luoghi a cui si è legati per i piu svariati motivi, ognuno il suo..
Uno dei nostri luoghi del cuore è un paesino arroccato sulle colline ai confini con le marche.. Ancora Romagna ma con aria già marchigiana, un paesino con pochi abitanti tanti anziani e pochi giovani, un paesino che ha dato dimora ad uno dei grandi poeti romagnoli che anche lui aveva scelto questo gruppo di case come luogo del cuore e dell'anima..
Insomma noi in questo paesino ci andiamo da sempre almeno una volta l'anno..perchè è qui che P. ha passato parte della sua infanzia, perchè è qui che c'è quella grande casa con l'orto e gli alberi di ciliegie, perchè è qui che una strada si chiama come lui e l'altra con il nome della mia migliore amica, insomma tanti perchè e quest'anno perchè abbiamo passato uno splendido weekend con le nostre bimbe passeggiando per i vicoli acciottolati alla ricerca di spettacoli di marionette, ascoltando musiche balcaniche facendo giochi di specchi, rincorrendoci tra le statue dell'orto dei frutti dimenticando, tessendo una tela su un telaio e costruendo pupazzi di pezza, facendo un pic Nic notturno all' interno di quel giardino della casa d'infanzia raccogliendo ciliegie e fragole.. Il tutto in questo paesino che per un week end apre le porte agli artisti di strada che rendono omaggio alla città, alle sue strade ed alle sue piazzette animandola con le loro musiche, i loro colori, gli spettacoli, le danze, e le risate e l' allegria della gente che li osserva, li cerca, li ascolta..

sabato 9 giugno 2012

Libanese wedding

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:10 0 commenti
E poi c'é stato lui..il motivo della nostra visita.. Il motivo del nostri viaggio.. Poi è arrivato il giorno del matrimonio, il giorno atteso da mesi.. Da quell'ultima telefonata nel cuore dell'inverno quando l'ingegnerino da Dubai ci chiamó per chiederci come stavamo e che lui aveva da dieci una novità.. Aveva chiesto a sara di sposarlo.. Riti civile al consolato italiano di Dubai e poi festa di nozze in Libano.. A Beirut precisamente.. Già perché sara che avevamo conosciuto l'estate prima durante un aperitivo a base di americano sbagliato è una bellissima ragazza libanese che dopo il bombardamento della sua casa durante l'ultima guerra si era trasferita a Dubai per cercare lavoro.. E una bella sera aveva incontrato lui.. L' ingegnere in trasferta..
E così ci disse che gli avrebbe fatto piacere avere i suoi amici alla festa.. Avere volti famigliari tra un gruppo di parenti libanesi sconosciuti..e che anche se il viaggio era lontano dovevamo pensarci su all'idea del viaggio.. E noi ci abbiamo pensato., all'inizio pensavamo di andare con ld bimbe, poi senza, poi ancora con loro poi abbiamo pensato fosse giusto fare un primo viaggio soli e così con gli jcj ci siamo organizzati.. E quel giorno eravamo li.. Al beach club lazy b di Beirut..
Al tramonto di un sabato sera di giugno..nel loro giorno perfetto.. Purtroppo non ho foto pubblicabili della nostra mise matrimoniale.. Ma eravamo tutti molto eleganti, molto glamour, molto dentro alla parte..
Abbiamo ballato ballato e ballato ancora.. Musiche tradizionali e musica pop..abbiamo chiacchierato con giovani come noi con esperienze come noi con vite come le nostre solo che vivono dall'altra parte del mediterraneo..
Ci sono statu discorsi di auguri in tutte le lingue possibili, arabo inglese italiano e francese..
È stato anche emozionante a tratti , ma soprattutto è stato piacevole essere vicini ad un amico nel giorno piu importante della sua vita..
W gli sposi!

giovedì 7 giugno 2012

Intervallo

Pubblicato da casalinga patrizia a 18:45 0 commenti
Marina di ravenna - mare ruvido

martedì 5 giugno 2012

Beirut.. Day 2

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:33 0 commenti
Il secondo giorno lo abbiamo passato in giro per le strade ciottolate di Byblos..tra rovine romane e fossili ritrovati sulla spiaggia.. Abbiamo mangiato pesce in quello che una volta era il primo e piu grande porto del mediterraneo, abbiamo assaporato la storia passata, gli eventi che furono e immaginato quella civiltà da cui tutto è partito, quella civiltà da cui è nata la scrittura, da cui è nata l'ingegneria civile.. Abbiamo passeggiato assaporando l'aria del mare, l'odore del pesce appena pescato, il profumo dell'incenso e quello di fiori dai grandi petali colorati..
Siamo usciti dal traffico, dalla confusione e dal caos cittadino per un paio di ore e ci siamo immersi nella storia, nella storia che fu e che creo tutto quello che abbiamo oggi.. Abbiamo visto per poche ore la culla della civiltà..
Poi siamo riemersi, e ci siamo rituffati nella città, il sole e il mare erano gli stessi di prima ma l' immagine delle vicende passate era diversa.. Più brutale, più cruda, più attuale..
E abbiamo respirato di nuovo l' aria di incertezza, della mancanza di progettazione futura.. Dove tutto è già successo e dove tutto puó purtroppo ancora succedere..

sabato 2 giugno 2012

Beirut.. Day 1

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:45 0 commenti
Non avevo idea di cosa aspettarmi da questa città.. Me ne avevano parlato come della Parigi medio orientale.. E forse lo e stata un tempo.. In quegli anni 60 prima della guerra in cui era una meta tutistica per il jet set europeo.. E forse anche oggi cerca di assomigliare alla Parigi di un tempo.. Con la sua ricostruzione un po' disneyliana peró..
In realtà oggi colpisce per i suoi contrasti.. Quartieri chic ricostruiti a nuovo con negozi di stilisti di fama con nel mezzo tra un Gucci e un Prada palazzi abbandonati in cui sono ancora evidenti i segni dei bombardamenti..
Le strade rumorose, trafficate, con i classici tassisti arabi che ogni minuto ti chiedono se hai bisogno e che a ogni incrocio tirano dritto suonando il clacson come avvertimento..
E poi i militari armati ad ogni angolo con le loro torrette mimetizzate che ti guardano un po' assonnati..
E poi ancora il contrasto religioso.. Con moschee affianco a chiese cristiane.. E la voce del muezzdin che si spande nell'aria e inconfondibile canta la sua preghiera nonostante il rumore del traffico cittadino..
E poi l'aria internazionale con il suo campus della grandiosa università americana e il mix di studenti.. Americani che corrono nel campo, e ragazze arabe con il velo e l'iPhone nella mano.., e giovani di diverse etnie e religioni che si tuffano dal pontile di quel beach club nascosto da enormi schermi azzurri per non far vedere corpi abbronzati alle persone che passeggiano lungo la corniche..
E comunque la nostra giornata è passata così a zonzo per la città e facendo il primo bagno della stagione dall'altra parte del mediterraneo e alla ricerca di una rete wifi per poter chiamare a casa e vedere anche solo per un attimo il sorriso delle nostre piccole..
E poi lui.. Il motivo per cui siamo qui.. Il nostro caro sposo novello.. Che abbiamo visto velocemente..impegnato a fare incontrare la sua famiglia al quella della sua novella sposa perché anche questi contrasti culturali si addolciscano nell'ottica di questa nuova famiglia italo- libanese che si è appena formata e che noi siamo sui a festeggiare..

giovedì 31 maggio 2012

Ecco lo sapevo

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:02 0 commenti
Che sarebbe arrivata.. La tristezza.. La mancanza.. Questa è l'ora della nanna.. Quella in cui siamo sempre tutti assieme a guardare un DVD sul lettone e in questi giorni i nostri titoli erano " microcosmus" e " charlie e Lola" oppure stesi sul letto a leggere libri e tra questi il piu gettonato era " il porcello nello stagno"..
E io sono qua invece seduta su una scomoda sedia di un aeroporto tra gente di tutte le etnie in partenza per luoghi come tripoli, Tirana, hamman e Beirut.. Appunto.
Ho resistito tutto il giorno sono stata forte dopo una mattina passata con bianca perché mica potevo mandarla a scuola oggi.. E mentre io ero con lei il babbo era con agata.. Divisi per goderci l'ultima mezza giornata con loro..
Ho resistito tutto il viaggio in macchina direzione Roma tra una chiacchiera e una cantata..
Ma adesso nell' ora della nanna la sento la malinconia, quella sensazione di vuoto, di abbandono, di isolamento.. Le abbiamo sentite un attimo una che blaterava parole sconfusionate.. E l'altra tutta contenta della sua giornata senza scuola e a spasso con i nonni..
Buonanotte amori mio!

mercoledì 30 maggio 2012

pensavo non l'avrei mai fatto

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:12 0 commenti
e invece..si...ho ceduto..la mia voglia di scoperta, di libertà, di conoscere gente nuova e vivere esperienze diverse da poter poi raccontare un giorno mi ha convinta..e l'ho deciso..cosi di impulso...e adesso che siamo al capolinea, adesso che il qui e ora è arrivato ho i risentimenti, i sensi di colpa...
in realtà l'avevo gia fatto altre volte, ma sempre da sola, a volte anche per dieci giorni...lontano...quasi dall'altra parte dell'oceano...ma il suo..il loro babbo era con loro..con loro ad accudirle prima di dormire..a salutarle prima che crollassero nel mondo dei sogni e lui era li anche il mattino appena sveglie..in quei momenti in cui necessiti di vedere un volto familiare, amico...
e poi non le avevo mai lasciate entrambe..ma solo una..la grande che in quanto tale ha vissuto gia un sacco di esperienze, ha vsito gia un sacco di città e paesi e che forse un giorno se ne ricorderà o forse no...
comunque l'ho fatto..e adesso che ci penso se m rivedo in quelle situazioni parlando con le amiche in cui dichiaravo.." ma come farai?? io non posso pensare di andare in vacanza da qualsiasi parte sia senza le mie bambine..." e invece si..domani per la prima voltà ci prenderemo una vacanza..una luna di miele quasi..solo noi due...e altgri amici in realtà e per 4 giorni e dico 4 me ne andrò dall'altra parte del mediterraneo..
io che non riesco a pensare le mie figlie con qualcun'ltro che non siano i loro genitori, io che ho sempre voluto essere presente il piu possibile nelle loro vite..ho ceduto..un po perchè forse è giusto cosi, che due persone che decidono di mettere su famiglia è perchè stanno bene assieme e hanno passato bellissimi momenti quando erano senza figli come due ottimi compagni di viaggio.. un po perchè il luogo in cui andiamo è una bolla di sapone tra miriadi di bolle che scoppiano ogni giorni, un po perchè la sicurezza di viaggiare non è più come una volta..ora ogni angolo...anche quello sotto casa tua può diventare il luogo più pericoloso al mondo, un po perchè andiamo ad una festa danzante una festa lunga tutta una notte e loro anche per me che le vedo gia grandi sono in realtà due scriccioli, un po perchè comunque addesso sono in due..non sono una sola persona.o meglio sono un unica persona ma fatta da due anime diverse, che si completano e che non possono vivere l'una senza l'altra e l'idea che comunque siano assieme e che vivano questo distacco dai loro genitore assieme mi fa stare un pochino ma dico solo un pochino meglio...
e un po perchè comuunque anche questa è una sfida, una sfida con me stessa, con la mia voglia di controllo su tutto e tutti..che come dicono le mie amiche questa esperienza mi servira da lezione..per imparare che ogni tanto bisogna allentare il tiro, che loro hanno bisogno di staccare il cordone e che il nostro rapporto non verrà intaccato da questo minimo distacco...
ma io mi cago addosso lo stesso..io so che piangerò un sacco e che mi mancheranno da morire...e adesso come adesso non vedo nemmeno il divertimento ma forse quando avrò messo piede su terra libanese vedrò tutto con un altra ottica...chissà...
per ora mi sono goduta una bellissima serata con la mia famiglia...tutti e 4 nella vasca a nuotare e a fiocare e addesso capisco l'importanza e la maestosità dell'ultima cena...questa non era la nostra unica cena ma io che non vedo più in la di domani..un po l'ìho pensato...
ma il ricordo delle loro risate edei loro abbracci mi terrà compagnia nel lungo viaggio verso roma...e poi verso questo tanto atteso matrimonio beiruttiano...
e vi terrò aggiornati...ovviamente....

venerdì 25 maggio 2012

Maledetta primavera

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:09 0 commenti
E' arrivata.. Forse.. La primavera.. Con la sua aria calda e il suo sole tiepido..
E arrivato il week end con i suoi tanti appuntamenti e programmi
E' arrivato il momento di partire e di dire a bianca che i suoi genitori andranno via per la prima volta senza di lei e senza sua sorella.. Che prenderanno un aereo per un paese lontano ma che torneranno presto
E' arrivato il momento che mia figlia a questa informazione mi risponda con un: che bello dai nonni a dormire e a fare il bagno nella loro vasca..
Che la nostra? Non e' abbastanza grande? Mannaggia
E' arrivato il momento che dei miri amici si sono rivisti.. E se l' ultima volta c'ero anche io e la mia pancia abitata al freddo del nord Europa ora loro sono al caldo del Pacifico con un altra pancia abitata..
Congratulazioni c.!
Buon surf!

domenica 20 maggio 2012

Preparativi per..

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:21 0 commenti
La nostra quadro parete lavagna.. In una domenica di pioggia autunnale..o primaverile..

venerdì 11 maggio 2012

Roma, tecnologia e week end

Pubblicato da casalinga patrizia a 08:03 1 commenti
Già mi sono arresa anche io alla tecnologia mobile.. Così eccomi su un treno direzione Roma che cerco di schiacciare i tasti giusti su un tastierino bianco collegato 24 ore su 24 ad una rete.. E così posso scrivere ovunque, fare foto di qualsiasi cosa, controllare la posta anche dal bagno.. Insomma tutte quelle cose super tecnologiche tipiche degli anni 2000... E così su questa freccia azzurra eccomi qui a scrivere.. Nel pomeriggio sarò già di ritorno verso casa ma per ora sono qui che mi godo queste 2 ore di viaggio sperando finalmente di riuscire a finire la storia di calpuria e di suo nonno evoluzionista che ho in prestito dalla biblioteca non so piu da quando.. E domani e week end.. Un allegro week end di pioggia, di bambini e di fattoria didattica.. Ma anche di lavatrici.. Una montagna di panni da lavare perché da ieri ci siamo tecnologizzati anche in quel senso.. E così non piu panni lavati a mano nel lavabo della lavanderia ma tanti bei tastino da pigiare... E poi questo fine e anche la festa della mamma.. Non che ci tenga.. Anche perché nessuno si ricorderà, perché non sono le cose a cui facciamo piu caso.. Cioè se ci si ricorda bene se no ciccia.. E poi non ho bisogno di un giorno perché le mie bimbe mi festeggino.. Lo fanno ogni giorno, ognuna a suo modo, ma ogni giorno mi fanno capire che per ora.. Almeno per ora sto adempiendo bene al mio compito.. Io che non ho esempi di grandi madri, di madri affettuose, di madri amiche, di madri complici e di madri mamme.. Quelle con la M maiuscola.. E così sono contenta di come sto andando, di come mi sto comportando e così mi faccio gli auguri da sola.. Regalandomi questa giornata di solitudine sapendo e godendo del fatto che da domani e per tutto il week end sarò solo per loro..

lunedì 30 aprile 2012

Cacciatori di aquiloni e altro

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:48 0 commenti
Giorni di festa, di ponti, di ferie, di traslocco, di pulizie, di sole e pioggia, di grigliate con gli amici, di passeggiate a piedi e in bicicletta, di ricerca di divani e tavoli, insomma giorni pieni intensi..con anche combattimenti di aquiloni...e mostre interattive sulla luce..

giovedì 26 aprile 2012

La prima notte

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:20 3 commenti
Ieri è stata la prima notte...per loro e per lei e per noi..abbiamo dormito finalmente nella casa nuova..ormai non piu senza muri.. Ormai solo senza mobili..ma era troppa la voglia di trasferirsi.. E così..eccoci in assetto per la seconda notte..

martedì 24 aprile 2012

ci liberiamo...

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:39 0 commenti
non so perchè questo titolo..non c'entra..forse..ma domani ci trasferiremo..o meglio domani andremo in vacanza nella nostra nuova casa senza muri, vacanza perchè la casa è finita..ma vuota..o meglio c'è il minimo minimo indispensabile per viverci..ma quale giorno migliore per cominciare la nuova vita..per trasformami in ragazza di città..cominciare ad andare a lavorare in bicicletta e cominciare a pensare al nostro nuovo orto...insomma da domani si apre un nuovo grande capitolo.. e prima o poi cambierò anche l'immagine della homepage..questa neve ormai è svanita anche se in questi giorni il clima sembra più novembrino che primaverile... ma la cambierò quando riuscirò a fermare in un immagine le mie due pargole che oramai scorrazzano continuamente nel giardino della nuova casa..come piccole giardiniere in erba.. ah si poi ci saranno anche le foto della casa..prima o poi...

martedì 17 aprile 2012

Social

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:13 0 commenti
Sempre di piu...
e dopo Pinterest...

GROW the PLANET!!
però devo imparare ad usarlo...
e considerandoche non ho nemmeno il pollice verde....la vedo dura..
suggerimenti??

P.S. è anche in italiano...

venerdì 13 aprile 2012

MAMMA

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:33 0 commenti
Post senza parole...
anzi solo una...
da ieri...
MAMMA!!!

venerdì 30 marzo 2012

due giorni fa... 4 anni: Merenda da Bianca

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:44 1 commenti
di corsa..sempre di corsa...e cosi..sono arrivata tardi..sono arrivata lunga..per festeggiarti...ma sono arrivata tardi solo qui..perchè nella vita vera, reale non mi sono certo dimenticata...anzi..mi sono impegnata..ci ho messo quasi tutt me stessa...e ce l'abbiamo fatta..i 4 anni sono passati...ora sei quasi una signorina..sei cambiata tanto in questi tuoi pochi anni di vita...ti sei addolcita..hai smussato gli angoli..anche se a volte hai ancora i tuoi momenti no...i tuoi atteggiamenti strani e inspiegabili...ma se prima ti chiamavo la mia piagnona ora sorridi..sempre un po di nascosto..sempre un po sommessa...ma hai imparato a sorridere alla gente..a sorridere sempre...hai addirittura esordito la mattina del tuo quattresimo compleanno con un "mamma oggi a scuola riderò sempre..perchè oggi è il mio compleanno e sono felice..."
e insomma AUGURI PICCOLA BIANCA!!
e che la festa abbia inizio...





buongiorno al compleanno...



insomma è iniziato cosi...il giardino si è trasformato in un pomeriggio nel meraviglioso mondo di oz..la casa di dorothy (lo so lo so..la gattina malefica...in realtà) è piombata giù dal cielo uccidendo la malefica strega dell'est (di cui rimangono solo le gambe e le magiche scarpette rosse...)



e cosi spiedini di frutta arcobaleno, muffin/cupcakes ai mirtilli, pizzette, mini panini e verdurine...



e dopo la merenda...giochi giochi e ancora giochi...e come regali quest'anno solo libri...beh il mio pressing continuo alle amiche sui troppi regali e l'imminente traslocco ha funzionato....

e per finire...OVER THE RAINBOW CAKE....

venerdì 23 marzo 2012

lo scrivo o non lo scrivo

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:41 1 commenti
è una settimana che mi interrogo..lo scrivo o non lo scrivo..non so non mi piace essere una di quelle madri che si imbroda dei figli..che sta sempre li a dire guarda che fa mio figlio..sai che è bravo a fare questo..e quello..lui sa già scrivere e leggere e ha solo 3 anni...insomma...non so..poi però penso che questo è il mio diario virtuale...la mia e la nostra memoria storica visto che sicuramente fra qualche anno nemmeno mi ricorderò di questa esperienza..e allora vabbe scriviamolo...scriviamolo che 15 giorni fa mi è arrivata una lettera del comune che ci invitava ad una premiazione...che B. avrebbe ricevuto un premio...e un diploma come lettrice dell'anno... e cosi ieri siamo andati..all'inaugurazione della nuova sede della biblioteca del nostro piccolo paesino di mare e insieme ad altri bimbi lettori quattrenni abbiamo ricevuto il nostro primo diploma: IL DIPLOMA DI LETTRICE DELL'ANNO...perchè noi leggiamo, leggiamo un sacco, e prendiamo in prestito un sacco di libri..che ci portiamo a casa, ci portiamo in macchina, al parco, al ristorante...perchè da noi la tv si guarda poco poco (anzi praticamnete nulla9 e si legge..e si a volte lei sembra pure una di quelle bimbe rompib...del tipo..ho letto questo, io so questo...io parlo inglese..però alla fine a noi va bene così..ci piace così...ci piace sapere che ama la lettura che è una delle cose più belle al mondo, che ci fa immaginare mondi fantastici e ci fa scoprire posti nuovi e già vissuti...e poi ci sono io con le mie fisse e con le mie preferenze che cerco di inculcarle..e cosi ci troviamo a discutere su "dai mamma leggimi questo anche se so che non ti piace" e di solito è un libro di principesse...e io che dico "daiiiii leggiamo questo che è uno dei miei preferiti..." e tra questi di solito ci sono libri come "piccole donne" che è un capolavoro di femminilità.."il mago di oz" che leggere sempre e sempre con i suoi personaggi così umani e imperfetti...e che casualmente farà da sfondo al compleanno della quattrenne della prossima settimana...e poi ovviamente tutti i libri sul mare..che vabbe è un po deformazione professionale..ma che lei non può esimersi dall'amare...l'ultimo libro preso in prestito inoltre parlava di evoluzione..ma forse per questo c'è ancora un po di tempo...

e poi..giusto per non rimanere indietro...negli ultimi giorni abbiamo festeggiato San Patrick..con una serie di libri sulle fiabe irlandesi e una serie di giochi fai da te sull'irlanda..sui suoi colori..e sulle sue tradizioni..e abbiamo addirittura seminato del trifoglio che io avevo messo li in un cassetto ancora dal nostro viaggio di giovani in terra irlandese..e poi avevamo organizzato una serata stile irish con stufato d'agnello e pannocchie e stufato di patate..e poi i palloncini verdi e le bandierine che auguravano buona fortuna.....
e poi..e poi siamo andati all'ennesimo corso di musica..stavolta organizzato da loro MUSIC TOGETHER e e siamo andate tutte e tre con le nostre modalità...la grande che quasi fino alla fine guardava gli altri bimbi che ballavano, suonavano e si muovevano con aria stranita chiedendosi che cosa facessimo/facessero li..., la piccola che suonava, ballava e applaudiva come sempre..e come sempre sorridente verso tutto e tutti.. e io che mi accorgevo ancora una volta di come sono diverse le mie figlie e di come per certi aspetti ognuna di loro racchiuda qualcosa di me...da una parte il carattere introverso e prevenuto e dall'altro la voglia di conoscere ed esplorare che combattono l'uno con l'altro giorno dopo giorno...

venerdì 9 marzo 2012

veloce veloce

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:44 0 commenti
per dire che ieri sono andate a dormire tutte e due alle 19.30, che ero in casa praticamente sola,che avrei potuto fare tutte quelle cose che non ho mai tempo di fare, e invece alle 21.20 dormivo...
che ieri ho comprato i biglietti per il matrimonio dell'anno..per la nostra prima vacanza soli senza bimbe dopo 4 anni, che andremo a BEIRUT e che io non so se sono più felice per il viaggio o più triste perché so già che piangerò tutte le mie lacrime su quell'aereo pensando alle mie bimbe qua da sole..che però saranno solo 3 giorni e che sarò con i miei amici..e che per loro sarebbe stato un viaggio stancane e bla bla bla...
ma però (anche se non si dice) oggi è venerdì..abbiamo forse un armadio montato alla casa senza muri, ho la macchina carica di scatoloni vuoti pronta per un week end di trasloco...
e stasera mi aspetta un pic nic in salotto con hamburger e patatine (spero)..
e domani inizia il week end..fuori c'è il sole, il vento..e la primavera...

mercoledì 29 febbraio 2012

cosa è successo nel frattempo

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:34 0 commenti
dal 9 febbraio ad oggi???
beh c'è stata la neve....



anche al mare...



è passato San Valentino..e c'è chi ha ricevuto un paio di stivali da giardino



e chi un bellissimo disegno fatto a scuola...





è passato carnevale...e c'era Pippi calzelunghe



con il suo babbo...
e una signorina anni '20 che passava di li...(MA DI QUESTO TRALASCEREI LE FOTO...)

Abbiamo iniziato a camminare...



c'è stato il primo compleanno festeggiato alla casa senza muri...

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez