venerdì 30 aprile 2010

finale col botto

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:24 2 commenti
plaid rosso steso sotto un albero della cittadella...
piedi nudi sull'erba..
Abbey che gioca con cocker neri e buldog francesi...
Bianca e io che prepariamo un ottima zuppa con foglie secche e erba fresca...

e poi..

cena con una nuova amica..conosciuta in poco tempo..
chiacchere e buon vino come sempre...
in un locale tipico del raval...

e poi...

passeggiata notturna io e la Abbey sole..
per salutare i vicoli...
assaporare l'odore della notte...
e chiudere gli occhi...
a questa avventura.

giovedì 29 aprile 2010

insomma è finita!

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:48 2 commenti
Questa volta è finita!
la mia vita da italiana in spagna finisce!
Finisce con il sole che finalmente è arrivato e mi ha regalato il calore di questa ultima settimana!
Si rimette tutto in una valigia e si torna a casa!
Il mazzo di chiavi dell'appartamento spagnolo si lasciano in una buchetta in fondo alle scale e in mano già le chiavi di via del fiocco!
Questa volta è finita!
ed è stato un bel concludersi...
con la famiglia riunita e i progetti lavorativi chiusi in un net pc che mi ha accompagnato in questo viaggio!
Chissà se Bianca da grande si ricorderà di aver vissuto la movida spagnola! Certo ci sarà la sua mamma a ricordarglielo..delle giornate passate assieme..
e delle notti ad addormentarsi su un letto che non era il nostro ascoltando il vociare dei giovani lungo la calle...
Questa volta è finita!
Forse torneremo! non qui ma un po più su..ad un paio d're di macchina da qui..su una costa rocciosa in cerca di coralli...ad ammirare il mare e il tramonto...
Mi porto con me momenti intensi e attimi fuggenti...
tutto passa tutto scorre..tutto si trasforma..e anche quest'esperinza si trasforemerà in qualcosa di più grande, in qualcosa di unico e speciale...
Questa volta è finita!
Ma non poteva finire cosi! Senza un altra avventura dietro l'angolo..un altro viaggio...
così doamni si parte..con la macchina e carichi come dei tedeschi in gita troneremo verso casa, macineremo kilometri e kilometri e ci fermeremo a vedere luoghi nuovi, coste sconosciute e a cercare lingue diverse..
dallo spganolo al francese..
viaggeremo verso Toulose e poi Sete e Cassis o forse le mete saranno tutte diverse rispetto al mio piano dettagliato..quello che è certo è che ritroveremo vecchi amici, conosceremo la loro casa in un angolo incantato della porvenza..
Bianca passerà del tempo con il suo amichetto francese che vede cosi poco spesso..
passeremo da tapas a crepe.. e da cava a pastis..
fino a che non giungeremo a casa..per iniziare una primavera tutta italiana...

martedì 27 aprile 2010

Di rose e di libri

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:34 0 commenti
« Lucidate le armi, fatta del morione una celata, dato il nome al ronzino e confermato il proprio, si persuase che non gli mancava altro se non una dama di cui dichiararsi innamorato. Un cavaliere errante senza amore è come un albero spoglio di fronde e privo di frutti, è come un corpo senz'anima, andava dicendo a sé stesso »
Don Chisciotte della Mancia


Non so se le immagini rendono idea della giornata e forse nemmeno le parole risuciranno ad esprimere le sensazioni e la grandiosità di questa giornata.
E' passato Sant Jordi! E io c'ero! Per fortuna!
Una festa così indescrivibile, cosi rumorosa, cosi colorata, cosi colta era un sacco di tempoc he non ne vedevo.
gia dalle prime ore della mattina quando io e Bianca siamo uscite (che di solito a quell'ora tutti dormono) si sentiva già il fruscio di gente che trasportava scatoloni carichi di libri, l'odore nell'aria era quello di una delle più belle giornate di primavera, e da una mano e dall'altra si intravedevano petali rossi su un unico stelo..
Ovviamente aver avuto la fortuna di vivere questi mesi nel barrio gotico mi ha permesso ancora una volta di apprezzare appieno la bellezza delle feste spagnole, dove in ogni angolo anche il più remoto, il più nascosto puoi trovare qualcuno che si prepara per una grande festa, e tra una piazzetta e un vicolo vedevi spuntare libri e rose...sempre e solo assieme..ma una senza l'altro...
abbiamo passeggiato cosi in una giornata in realtà non di festa (perchè qui non è festivo) dove però la gente in realtà lavora solo la mattina per poi uscire a pranzo con il proprio compagno (doppo l'usale scambio di rosa per lei e libro per lui) e passare il pomeriggio lungo le strade addobbate tra rose e libri di ogni sorta. In realtà anche le rose dovrebbero essere rigorosamente rosse (il sangue del drago) ma si possono incontrare banchetti che vendono rose bianche, blu e addirittura rose arcobaleno..
Le strade sono super affollate, peggio dell'ultima settiamana priam del natale o la notte di capodanno..persone persone con ognuna in una mano una sportina di libri e nell'altra una rosa..\par
Noi non avevamo nessuno che ci potesse regalare una rosa e nessuno a cui regalare un libro..perciò abbiamo passeggiato e ammirato e guardato e annusato...e alla fine ci siamo comperate una piccola rosa fatta di carta dove sulla carta era stampata la leggenda di Sant Jordi!
Abbiamo anche comprato un libro..sulla leggenda..sul drago e sul cavaliere senza macchia e senza paura..un libro fatto solo di immagini cosi che sia ora io a inventarmi la storia e fra un po Bianca stessa che deciderà come sarà la sua leggenda di Sant Jordi.
Buone immagini...

















P.S. ieri mattina sul tavolo..c'era una rosa...anche per me...

lunedì 26 aprile 2010

Le cose da fare

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:18 2 commenti
Ecco inizia la mia ultima settimana perciò ho pensato di segnarmi le 10 cose che dovrei e vorrei fare prima di partire e lasciare questa città e questa esperienza...
Chi non è interessato non legga perchè si parlererà per lo più di cibo e cibo e ancora cibo...perchè lo so che sarà la cosa che mi mancherà di più in assoluto...
comunque..
1) Fare colazione davanti alla spiaggia con il mio caffè con leche para llevar e il croissant al cioccolato del forno Beltran;
2) Passeggiare all'ora dell'aperitivo per le piazze di Gracia solo per perdersi a guardare la gente e immaginare le loro vite;
3) Passare ancora un pomeriggio al Parco della Ciuttadella a giocare con Bianca con tutti i giochi della Ludoteca che ci ha accompagnato tutti questi mesi...;
4) Fermarsi a mangiare un falafel del baracchino marocchino all'angolo di casa con i suoi pavimenti a quadrettoni e le sue porte verdi...;
5) Fare take away di patatas bravas e pan con tomate dal trapezon sotto la finestra di casa;
6) Sedermi sulla spiaggia ad ammirare il mare con i piedi nudi sulla sabbia sperando che almeno questa ultima settimana mi regali un po di primavera;
7) Andare al museo di Picasso..si lo so non sono ancora andata..si lo so lo scrivo ma alla fine non c'andrò nemmeno sta settimana...si lo so che non posso andarmene senza averlo visto...mahhhh;
8) Passeggiare con Bianca attraverso i vicoli del barrio fermandosi ad ogni scalino per saltare giù e accomapgnare Bianca per l'ultima volta sulla sua macchinina preferita davanti ad un ferrementa...;
9) Sorseggiarmi un mojito in un baretto del Raval con l'aria della sera che ti accarezza..;
10) Portare Bianca a salutare le papere del chiostro della cattedrale;
e 11) assaggiare finalmente la Fideuà in un ristorante della barceloneta...ah ma quetso l'ho già fatto ieri...
e insomma godermela..ancora un po..

giovedì 22 aprile 2010

fine settimana in anticipo per una prossima ultima settimana

Pubblicato da casalinga patrizia a 15:26 2 commenti
Domani starò a casa dall'ufficio.
Domani sarà Sant Jordi.
Domani saremo di nuovo sole io e Bianca. Per un intero week end!
Domani inizierà la mia ultima settimana qui!!
Devo godermi appieno questi giorni, fare un sacco di cose, vedere un sacco di cose...e respirare quest'aria..che mi mancherà..già lo so...
Da lunedi si riprenderà il lavoro!
Da lunedi la casa di carrer regomir si riempirà di aria italiana.
Da lunedi saremo di nuovo tutti riuniti! Tutti e 4!!
Da lunedi la Abbey vedrà per la seconda volta nella sua vita Barcellona. La scorsa volta era un capodanno di tanti anni fa durante un viaggio itinerante dall'italia alla spagna passando per la Provenza.
Sono super curiosa di vedere le reazioni! di Bianca che non aspetta altro di riabbracciare il suo quattro zammpe di pelo..E della Abbey! Quando ci vedrà! In una casa che non è la sua!
Il suo passaporto è pronto, e anche il suo cuscino nuovo l'aspetta....

mercoledì 21 aprile 2010

Océanos

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:44 6 commenti
un bambino una volta mi ha chiesto...
"L'Oceano!! Che cos'è l'Oceano?"



ecco qui succede anche questo...
che una giornata come questa venga scandita dalle immagini di questo nuovo film francese...in distribuzione solo qui, in germania, in francia e in inghilterra perchè in italia dicono non ci sia commercio...
la mattinata è trascorsa tra balene, delfini, banchi di sardine che disegnavano nell'acqua le forme più svariate, trichechi che abbracciavano i loro cuccioli e pinguini che con la loro camminata pareva danzassero...
poi ovviamnente dibattito..interessante sulla biodiversità, che cos'è, perchè è importante conservarla e soprattutto un forte dialogo tra arte e scienza..tra quello che è documentario che però si trasforma in emozione, dove i protagonisti sono gli animali e i loro comportamenti e banalizzando sull'importanza del cerchio della vita per cui tutti siamo legati e per cui ogni nostra azione porta a conseguenza per le azioni di altri...
la visione è continuata con il making of della pellicula..in cui subacquei si immergevano prima nelle acque calde del pacifico per danzare con le balene poi in quelle fredde dei poli per osservare da vicino i tuffi dei pinguini..uno, due, tre...quattro...
e poi per finire il tutto in bellezza un ricchissimo pica pica dove ho scoperto la bontà della zucca fritta...
insomma a volte il mio lavoro è anche questo....

lunedì 19 aprile 2010

Mon llibre

Pubblicato da casalinga patrizia a 16:09 0 commenti
In attesa della festa di Sant Jordi questo fine settimana al Macba (Museo di Arte contemporanea) hanno organizzato la "Festa del llibre per a nens u nenes" cioè una festa dei libri per bambini e ragazzi con la presentazione di nuovi libri che uscireanno in commercio proprio il 23 aprile.
Tra questi ad es. "El jardin curioso" presentato ancora una volta in maniera eccellente..qui...(giusto per informare che è uscita ora la versione in spagnolo).
Comunque, la festa si è svolta in parte dentro al giardino del Macba che all'interno delle sue sale con allestimenti e spettacoli veramente belli.
Appena arrivati si veniva accolti da burattini giganti che rappresentavano un orchesta che suonava canzoni allegre e spensierate...



Poi si passava alla sezione dedicata ad Andy Warhol con un bellissimo libro pop up che spiegava ai ragazzi la storia di questo straordinario e provocatorio artista.



Poi si continuava con la presenatazione di libri digitali...che a me a dir la verità non convincono affatto..vuoi mettere il fascino dei libri, il rumore di ogni pagina quando si sfoglia, l'odore della carta che si trasforma nel tempo e i colori reali dei disegni che accompagnano le parole..
Spostandosi invece nel giardino si aveva invece la possibilità da una parte di comprare i libri resenti alla festa e dall'altra di scambiare libri in un mercat d'intercanvi..
e poi poltrone gonfiabili, seggioline di legno colorate, tavolini con libri di ogni genere e librerie all'aria aperta con una infinità di volumi da cui poter scegliere e sfogliare..magari accompagnati da un freschissimo succo di frutta...





Entrando invece in un altra ala del museo le attività continuavano con suonatori, scuole di poesie illustrate, giostre di lettura e imperdibili teatrini in cui il genitore sotto la guida di una voce registrata si trasformava in un attore in carne ossa facendo giochi da circo per divertire il proprio bambino seduto di fronte al teatrino con in mano un cono di popcorn...




Per finire ovvimente non poteva mancare il MIRADOR di Nati per leggere..uno spazio al 4 piano del museo completamente dedicato ai libri di lettura per bimbi da 0 e 3 anni.in cui tra cuscini colorati, orsi giganti e lettrici animate abbiamo trascorso il week end...





Ah ovvio..abbiamo fatto anche acquisti..

123 Jo dibuixo! Zendrera Zariquiey editore..
un libro per imparare e insegnare a disegnare partendo da una mano, da delle semplici forme geometriche o dai numeri e dalle lettere dell'alfabeto...

El arte de reciclar della Usborne...
magari per quando Bianca sarà un po piu grande...

e AnimAlfabet AlphaPet, Coco Books
che siccome qua l'arte della papiroflexia pare vada molto di moda..insegna come trasformare le lettere dell'alfabeto in meravigliosi animali partendo da semplici cartoncini colorati...(anche questo per il suo prossimo futuro..)


e altri li faremo il giorno di Sant Jordi perchè sia io che Bianca ci siamo innamorate di un libro pop up che uscirà nelle librerie proprio quel giorno li...
10 viatges i 1 somni di Martì Salomò, Edizioni Combel.

P.S. Purtroppo a causa della nube islandese Fortunatamente Patrick è rimasto qui anche tutta la domenica..chissà se domani partirà...

venerdì 16 aprile 2010

La diada di Sant Jordi - 23 aprile

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:55 3 commenti
Una delle ricorrenze più amate dai cittadini di Barcellona è senza dubbio quella di Sant Jordi, patrono della Catalogna, che si celebra il 23 aprile. Come una sorta di secondo San Valentino, durante questa festa i ragazzi regalano una rosa alle fanciulle, mentre le ragazze comprano libri da regalare ai maschietti.
Regalare una rosa ha origini antichissime, legate ad una leggenda, mentre lo scambio dei libri, invece, ha un'origine più recente: risale, infatti, agli anni Venti del secolo scorso e ricorda la morte di Cervantes e Shakespeare proprio il 23 aprile del 1616.
Dal 1995 questa data è stata dichiarata dall'Unesco "Giorno Internazionale del Libro".



La leggenda di “Sant Jordi e il Dragone”
Secondo la tradizione popolare, San Jorge era un militare romano nato nel secolo III in Cappadocia (Turchia). Il Santo, che obbediva agli ordini dell’Imperatore Diocleziano, negò di eseguire un editto dell’Imperatore che lo obbligava a perseguire i Cristiani e per questa ragione fu decapitato. Molto presto si iniziò a venerarlo come santo nella zona orientale dell’Impero Romano e successivamente nacquero storie di fantasia e leggende legate alla sua figura.
Le gesta di San Jorge e del Dragone divennero popolari in tutta l’Europa sin dal Secolo IX, grazie al libro di Jacopo da Varazze di Genova “Leggenda Aurea” (Legenda sanctorum) dove Sant Jorge viene citato.
La versione della Leggenda più popolare in Catalunya racconta che a Montblanc (Conca de Barberà) viveva un Dragone terribile che causava disgrazie alla popolazione. Per placare la sua ira malefica, si decise di sacrificare periodicamente una persona sorteggiata tra i cittadini. Un giorno la “Dea bendata” scelse la figlia del Re, che sarebbe morta se non fosse apparso un bel cavaliere con armatura che sconfisse il Dragone, uccidendolo. La tradizione aggiunge che dal sangue purpureo della bestia nacquero delle rose rosse.

Insomma un festa ricca si simbologia, magia, e fascino...dove le strade di barcellona si riempiono di bancherelle che vendono libri e ragazze che girano per strada con delle rose rosse in mano...
io ci sarò il 23 di aprile e sarà una bellissima conclusione per questa mia esperienza spagnola....
spero di riuscire a postare un sacco di foto!!!

giovedì 15 aprile 2010

ciccio compie un anno!!

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:19 2 commenti
ecco oggi è un giorno speciale..
oggi ciccio francesco compie un anno!! quei 5 kili di bambino oggi festeggiano e sono arrivati a molto molto più..già oggi francesco pesa sicuramente più di Bianca...
ed è bello, paciocco e simpatico...cammina gia perchè non fa altro che correre dietro alla sorella tutto il giorno, quella sorella che è una delle migliori amichette di Bianca e che nonostante la lontananza non fanno altro che chiamarsi l'una con l'altra per ore...
cammina ma non parla ancora..e vabbeh ognuno ha i suoi tempi..che ce voi fa..ma si fa capire..benissimo..soprattutto quando ha fame..e ne ha sempre molta...
insomma..un altro giorno speciale..e noi siamo lontane...
ma vi pensiamo..là a casa..e stiamo già organizzando incontri per il rientro e soprattutto un addio al nubilato col botto...
perchè ormai è arrivato il momento anche di quest'altro passo visto che con la maternità per un po' hai chiuso..mamma di francesco...
AUGURI!!! AUGURI!! FELIZ CUMPLEANNO!!

mercoledì 14 aprile 2010

una mano aiuta l'altra

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:51 0 commenti
ecco un piccolo post per una grande e semplice conclusione..
insomma stando qua, sola, in un paese straniero, nell'ufficio del capo, circondata da gente brava e capace, ho capito la necessità di lavorare in gruppo, di farsi aiutare e non di stare giornate intere davanti ad uno schermo di pc con numeri incomprensibili che magari potrebbero anche dirti qualcosa..ma invece no..
insomma in questi anni di lavoro (non duro..ok..) ho conosciuto un po di gente, mi sono creata un po di contatti, e mi sono fatta anche degli amici seri...
e cosi ho pensato..ok basta mo' mi faccio aiutare un po..mo' rispolvero queste conoscenze (che grazie alla rete e al mitico skipe rende tutto più semplice) e chiedo aiuto...
ecco l'ho fatto!! e sono contenta e soddisfatta!! perchè i contatti ci sono, e gli aiuti arrivano anche con gioia..ed bello condividere, discutere e confrontarsi...
a volte presi dal tourbillon degli eventi uno se lo dimentica...
vabbeh volevo solo condividere questa cosa...
grazie amici! Sparsi per l'Europa!

martedì 13 aprile 2010

Pataneve e Red & Toby

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:45 0 commenti
Dopo la carica dei 101 e gli aristogatti (amichevolmente detti BauMao) ora l'attenzione di Bianca è rivolta ad altre due favole classiche...Biancaneve e Red & Toby.
Per qunato rigurda la prima l'amore è nato attraverso el letture preaddormentamento del babbo mentre io ero qua in Spagna. E cosi adesso sappiamo i nomi di tutti i sette nani e non succede più come un tempo quando ne sapevo semrpe e solo 6 e non mi veniva mai in mente il settimo (stessa cosa che mi succede ad es. con i vizi capitali..ma vabbeh)
Insomma ora sappiamo che assieme a Pataneve gli altri sette protagonisti sono:
Prontolo,
Eolo,
Concolo,
Mammolo,
Pisolo,
Ciucciolo,
e Totto.
La cosa bella è che ora per fare mangiare Bianca dobbiamo chiamare a rapporto tutti i sette nani e dare un boccone a ciascuno, facendo il giro a turno tra i sette nani e Bianca.
Inoltre abbiamo capito che la vita di Pataneve è proprio paragonabile a quella di una delle più desperate housewife...pulire, cucinare e avere a che fare con sette nanetti affamati e sporchi. E quando si chiede a Bianca cosa ne pensi al riguardo..beh lei non fa che dire "Ah si...peppa pentola.." che tradotto significa che la povera Bianca di pelle e nera di capelli ad un certo punto nel far le pulizie trova per fino una scarpa dentro una pentola..ah questi ragazzacci!!

Oltre a Pataneve però come dicevo adesso ci sono anche Red e Toby che se li leggiamo nella versione originale del 1981, li guardiamo però prima di addormentarci nella versione Red e Toby 2, più moderna e canterina...
Non vi sto a raccontare tutta la storia sappiate solo che qui Red e Toby vanno ad una fiera di paese e Toby scopre di essere un ottimo cane cantante...
beh magia dei bambini..sabato abbiamo portato Bianca ad un luna park allestito sulla spiaggia della Barceloneta..e lei saputo che andavamo li...ha collegato il tutto e ha affermato soddisfatta "Red & Toby fiera" perciò il pomeriggio lo abbiamo passato tra una giostra e l'altra cercando di trovare Red & Toby...ma purtroppo erano partiti per una tournee in giro per la Spagna..




P.s Siamo di nuovo qui, a Barcellona, anche se per un giorno abbiamo temuto di ritardare la nostra partenza causa malattia alla pelle non identificata di Bianca..fortunatamente trattavasi solo di Orticaria virale...nulla di preoccupante se non che abbiamo girato per dermatologi e pediatri due giorni interi scoprendo che l'orticaria è una malattia abbastanza comune nei bambini e che ha un qualcosa di magico..le macchie infatti si spostano da un punto all'altro del corpo come per magia e poi appaiono e scompaiono all'improvviso...insomma Bianca oltre a tutte le altre somiglianze del caso ha preso in eredità dal suo babbo anche la pelle delicata..

giovedì 8 aprile 2010

taglia e cuci pre e post pasquale

Pubblicato da casalinga patrizia a 11:56 1 commenti
Prima di pasqua sono uscita con le mie amiche "giovani".
Dopo pasqua sono uscita con le mie amiche "mature".
Le mie amiche "giovani" sono si più giovani di me ma sono anche amiche relativamente "giovani" di conoscenza..ragazze che ho conosciuto meno di 5 anni fa ma che sono entrate subito nel mio cuore.
Le mie amiche "mature" non sono vecchie (hanno la mia età, quindi comunque più vecchie di quelle di prima di pasqua) ma fanno parte di quelle amicizie storiche che puoi anche non vederti per anni e anni e poi è come se fossero sempre state li..accanto a te..
Prima di pasqua sono uscita con ragazze di paesotti diversi dal mio, tutti però che si affacciano sul mare..il nostro mare...
Dopo pasqua sono uscita con ragazze del mio stesso paese, la "nostra marina" che hanno sempre abitato li e che abitano ancora li...
Prima di pasqua ho passato una serata speciale tra un piatto di pasta e un'ottima bottiglia di vino (anzi due).
Dopo pasqua il "leitmotiv" è stato più o meno lo stesso (un ottima bottiglia di vino e il piatto id pasta che è stato cambiato con una tagliata al sangue..).
Le ragazze di prima di pasqua non convivono ancora, una è fidanzata l'atra no, una è all'inizio della sua storia d'amore (quella giusta..) e l'altra è appena uscita da una sua storia d'amore (che era molto malata...).
Le ragazze di dopo pasqua convivono a modo loro, una è sposata l'altra (me l'ha detto solo l'altro giorno) ha celebrato un matrimonio indù sulle rive del Gange...
entrambe però sono mamme..doppiamente mamme...
Con le ragazze pre e post pasqua abbiamo fatto dell'ottimo taglia e cuci...
ottimo ma diverso..
se con le prime abbiamo chiaccherato di lavoro, viaggi, prospettive future.
Con loro ho riso, ascoltato, e osservato...
con le altre sono riaffiorati ricordi d'infanzia, storie passate che è sempre bello raccontare, sono riaffiorati i momenti di allontanamento e riavvicinamento tra noi,
con loro ho riso, parlato e ascoltato...
con loro poi i discorsi sono cambiati, e dopo aver parlato della nostra infanzia..abbiamo cominciato a parlare dell'infanzia dei nostri figli..e soprattutto del loro futuro e di cosa noi possiamo fare per renderlo migliore..abbiamo discusso di religione, politica, ambiente e lavoro..e per ognuno di questi temi abbiamo avuto parole in parte discordanti e in parte no..
è difficile dire ad esempio se sia meglio un educazione religiosa o una no, o se sia meglio pensare che ormai siamo un paese decadente e on c'è più nulla da fare o sia meglio continuare a lottare nel nostro piccolo..con le piccole abitudini quotidiane, con i piccoli gesti..
penso sia difficile fare la mamma e crescere dei figli al giorno d'oggi e penso di essere molto banale nel dirlo...ma penso che quello che possiamo cercare di fare è essere coerenti con noi stesse e con i nostri figli..penso che a questa loro giovane età abbiamo bisogno di figure forti e che li indirizzino..ovvio che l'indirizzamento è legato alle proprie orintazioni politiche e/o religiose..ma penso che portarli lungo una strada su cui nemmeno noi siamo proprio convinti di voler percorrere non è corretto..per loro..ma soprattutto per noi...

il prima e il dopo pasqua sono stati due momenti diversi, ma intensi e piacevoli..e soprattutto rilassanti, un po come stare a casa sul divano a riposarsi..con le gambe stese su un puf...e quel leggero cerchio alla testa da un bicchiere di vino di troppo

P.S. ieri è nata Greta! Finalmente una cuginetta femmina per Bianca!

sabato 3 aprile 2010

199 + 1 post fa

Pubblicato da casalinga patrizia a 08:08 5 commenti
Insomma è passato un anno...
mi faccio gli auguri da sola!! Per prima!!
Non sono brava con i discorsi..perciò
TANTI AUGURI A TE!!
TANTI AUGURI A TE!!
TANTI AUGURI CARO BLOG!!
TANTI AUGURI A TE!!

giovedì 1 aprile 2010

la bicicletta e il pinguino

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:53 4 commenti
non so se l'ho già scritto da qualche aperte ma io della mia infanzia mi ricordo poco, ho solo dei flash su alcune situazioni di cui mi ricordo proprio proprio tutto, anche come ero vestita allora e se mi ci metto d'impegno mi sembra anche di risentirne l'odore di quegli episodi, e le voci...
poi di tutta un'altra serie di momenti ci sono le foto a ricordarmelo e i racconti di mia nonna che ha un memoria a lungo termine ma una pessissima a breve...del tipo che l'alto giorno non si ricordava nemmeno che Bianca fosse mia figlia..ma andiamo oltre...
comunque tra questi episodi..uno in particolare è legato al giorno in cui ho imparato ad andare in bicicletta senza ruote..mi ricordo che avevo un maglione rosso e la biciclettina azzurra..e che ero già grandicella..e mi ricordo anche la via in cui ero quando mio babbo ha tolto per la prima volta le mani dalla bicicletta e io ho pedalato...
ecco questo episodio mi è tornato alla mente in questi giorni quando i nonni (considerando che il mio babbo è un super cicloturista) hanno pensato di regalare a Bianca la sua prima bicicletta e noi da genitori giovani e inesperti ci siamo chiesti se due anni non fossero un po troppo pochi per iniziare a pedalare..
bhe Bianca appena ha visto l'oggetto in questione c'è salita sopra ed è partita...



Tra gli altri regali è arrivato anche questo...un Pinguino viaggiatore...e come dice Bianca "vagigia ereo SPAGNA!!!"



P.S.
ecco dove abbiamo festeggiato il compleanno...

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez