lunedì 23 maggio 2011

lavori in corso..anzi inizio lavori

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:02 0 commenti

venerdì 20 maggio 2011

il potere

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:40 0 commenti


allora partendo dal presupposto che io tendenzialmente non mi trucco, non uso gingilli di nessun tipo per addobbare le mie orecchie o il mio collo (l'ultima volta che mi sono messa qualcosa al collo l'ho persa dopo nemmeno 5 mesi da che me l'avevano regalata..ed era una cosa super preziosa per giunta..), vado dalla parrucchiera solo per le occasioni speciali quando non ci si può proprio presentare con il ciuffo bianco e non ho quasi mai cura delle mie unghie siano esse delle mani ma soprattutto dei piedi...mi dimentico il potere che tutte queste cose frivole hanno sull'umore..e come queste facciano subito aria d'estate...
insomma il potere dello smalto sui piedi e di un colore verde marcio non ha prezzo...
ti fa dimenticare che la casa è in condizioni pietose e pensi tanto non avrò visite per i prossimi giorni e appena metti a posto tempo dieci minuti il pavimento ridiventa un campo per pic nic indoor...
ti fa dimenticare che le due ore che vanno dalle 7 alle 9 sono un inferno di strilla, pianti e urla e per fortuna domani è week end cosi le orecchie si possono riposare...
ti fa dimenticare quella pancetta in Più che hai che in realtà hai sempre avuto perché pensi che le persone che incontrai oggi saranno attratte solo dalle tue dita dei piedi...
ti fa dimenticare che ti aspetta un venerdì sera in solitaria con le bambine dove le uniche conversazioni vertiranno su cartoni, libri per bambini e amichetti immaginari (e per fortuna questi amichetti immaginari non sono altro che gli amichetti dell'asilo che quando non ci sono sono comunque tra noi..)..
ti fa dimenticare il lavoro lasciato indietro e le scadenze di lunedì... (ma quelle poi si fanno presto a dimenticare anche senza le unghie laccate..)

ma soprattutto ti fa venire voglia di organizzare cene coi piedi sulla sabbia,
di farsi belle perla giornata tra amiche che ci aspetta domani tra buon cibo, buon bere a acqua termale,
di preparare la borsa della spiaggia con frutta, biscotti e tutto il necessario per rimanere la fino al tramonto,
ma soprattutto i fa pensare che questi momenti solo con te stessa e con i colori da dita sono momenti che vanno ripetuti più spesso..

martedì 17 maggio 2011

le fave

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:32 0 commenti
IO. Andiamo al parco a giocare coi tuoi amichetti?
B. NO
IO. Andiamo al mare sull'altalena a forma di pellicano?
B. NO
IO. Andiamo in biblioteca?
B. NO
IO. Andiamo a portare a spasso la Abbey?
B. NO
IO. MA allora che facciamo oggi?
B. Andiamo a casa a sbucciare le fave!

P.S. Auguri nonna bisa. Che con i tuoi 91 anni sei ancora in splendida forma...e prima delle fave siamo andate a farke gli auguri con un piccolo mazzetto di rose rosa. AUGURI!!

mercoledì 11 maggio 2011

una giornata di m....

Pubblicato da casalinga patrizia a 20:04 0 commenti
C'è una canzone, di un artista che apprezzo molto, il cui disco ascoltavo ben 12 anni fa, al ritorno da un viaggio a Ponza galeotto, che fa cosi

"Questa è una canzone sulla cacca, certo l'argomento può sembrare un po' volgare, lo capisco, ma vi suggerisco di dimenticare qui il lato gretto, in pratica l'oggetto, in qualsivoglia aspetto o forma voi lo conosciate
pensate, invece, a quanto e quali modi essa controlli i nodi chiave della vostra vita, quotidianamente, e non invento niente se dico che può, saltuariamente, essere lei il motivo vero di una crisi o di un umore nero"....

e poi va avanti cosi...
eppure molti soffrono, direi sempre più spesso, perché un po' come l'amore farla bene è già un successo"

e poi ancora cosi...
"stitici di tutto il mondo vi capisco, io non ho esperienze vere, ma indirettamente anch'io subisco effetti laterali, se tra i miei più amati cari c'è chi smette di soffrire a sprazzi bisettimanali
solo voi capite l'attimo fuggente, voi che siete sempre all'erta e quasi sempre non è niente, allora massimo rispetto per voi tutti, e in questo senso, io vi dedico sincero il mio minuto di silenzio."

Insomma io sono stitica, lo ammetto e capisco..ma finchè sono coliche di neonata è una cosa, i neonati piangono per un motivo o per l'altro ed è straziante ma poi pensa vabbeh poi passa..e loro non se lo ricorderanno mai dei prezzomoli unti d'olio, dei massaggi nella pancia e delle urla lancinanti per una puzzetta...
ma quando il problema afflige una treenne..allora è un altra storia...è un dramma, le sue urla, la sua disperazione, la sua ansia e la sua paura...insomma è uno strazio..e oggi per la prima volta ho visto e sentito Bianca disperata..come non avevo mai sentito ed è stato tremendo. da goccioloni, allora ti metti a pensare quando magari soffrirà per altro non so se sarò in grado si affrontare il suo dolore..non avevo mai visto Bianca soffrire tanto.
e che non si può soffrire per una cosa cosi "naturale", cosi fisiologica...
insomma tutto ciò per dire che oggi pomeriggio sono stata in casa con due bambine in braccio che ognuno a modo suo piangeva per lo stesso motivo, in casa con due bambine di cui una su una sdraietta che si lamentava a tratti e l'altra che si sedeva sul water a tratti urlando e piangendo...ma maggiore è l'età, maggiore la sofferenza....

la canzone poi finisce cosi...
"passa il tempo e sono qui che sogno
un mondo senza più nessun bisogno
passa il tempo e sono qui che sogno
un mondo senza più nessun bisogno". (D.S., Sogno-B, IL DADO)

ANCHE IO!!!!

mercoledì 4 maggio 2011

5 mesi..2008/2011

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:33 0 commenti
"Ieri hai compiuto 5 mesi. Un traguardo importante, perché da ieri abbiamo iniziato a darti la pappa. avremmo dovuto cominciare più tardi m siccome non sei una gran mangiona e sei un po magrolina (ad oggi pesi 6,100 kg per 66 cm...ad oggi pesi 5,500 Kg per 64 cm) la pediatra ci ha detto che era ora di cominciare e fortunatamente è stato un successo. Eri super eccitata appena ti abbiamo messo sulla sdraietta..
la tua pappa è stata brodo di carote, zucchine e patate con crema di mais e tapioca."

Cosi scrivevo il 29 agosto 2008. E cosi avrei potuto scrivere oggi. Solo i pesi sono differenti.
E se l'altra volta il racconto continuava dicendo che anche il babbo era presente a questa nuova esperienza culinaria, questa volta ero da sola nell'impresa..èggià l'essere seconda fa quest'effetto..che ormai si da per scontato che questi non siano più momenti eccezionali..ma di normale routine..anzi momenti che devono passare in fretta per far si che si arrivi tutti insieme a mangiare il prima possibile le stesse cose...

Altre differenze tra quel giorno e oggi..è che allora scrivevo da sotto un ombrellone al mare, con Abbey che russava sotto il lettino..oggi invece siamo chiuse in casa dopo il temporale della notte scorsa con Abbey che russa sopra il divano...

il racconto poi continuava.." per quanto riguarda i tuoi progressi, hai cominciato a fare versetti che sembrano risatine, sei quasi riuscita a girarti a pancia in giù, e dal passeggino cerchi già di metterti seduta...
L'unica pecca di questo periodo è che la prossima settimana devo ricominciare a lavorare e per la prima volta dovrò lasciarti ai nonni..e speriamo che questo distacco non sia doloroso ne per me e ne per te..."

insomma son passati 3 anni ma la storia è sempre quella...con le stesse grandi emozioni di allora...

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez