venerdì 29 giugno 2012

Aperitivo on the beach

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:41 0 commenti

mercoledì 27 giugno 2012

Oggi sbarco

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:27 0 commenti
Sono sbarcata. Ho lasciato l' Astrea. A capri. Lei ripartiva verso sud. Io riparto verso nord. È stata una grande esperienza. La convivenza. La ricerca. Il mare. Le isole. Il corallo. Le gorgonie. Un esperienza carica di emozioni. E di sensazioni. Vivere su una nave giorno dopo giorno osservando la costa solo da lontano. E soprattutto osservando il mare nel suo intimo. Giù giù e ancora giù. 50, 60, 70, 80, 90.. 100 metri e ancora più giù. Cercando in ogni anfratto, in ogni apertura, in ogni angolo.. Lui.. Il rosso! Osservando impotenti il potere dell'uomo, l'impatto che lascia giorno dopo giorno.. Sul mare e i suoi abilitanti indifesi.. Quelli che non possono scappare e che hanno bisogno di acqua pulita per non morire.. Reti, lenze, ma anche copertoni, lavatrici, insomma rendersi ancora una volta conto di come il nostro mare sia in pericolo, sia trattato come una grande fogna.. Invece di portargli rispetto per quello che ci da giorno dopo giorno..osservando intere pareti di corallo completamente morto.. Soffocato... Ma ancora li come a ricordarci quello che gli abbiamo fatto.. Come un monito.. Silenzioso ma visibile.. Poi per fortuna abbiamo trovato anche luoghi meravigliosi, pieni di vita e di colori.. Luoghi ancora integri e inesplorati..e li ci siamo rasserenati a vedere le bellezze della natura giù dive la luce fatica ad arrivare..
In pochi giorni abbiamo cambiato tanti porti.. Pozzuoli, procida, Castellammare, Capri.. Ma oggi dopo questa esperienza sbarcherò nel mio porto del cuore..finalmente.. Con una consapevolezza in più.. Sempre più convinta che basta un gesto di ognuno di noi, anche il più piccolo, per rendere questo mondo migliore..
P.s. A domani per le foto..

domenica 24 giugno 2012

Astrea..

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:56 0 commenti
Questa è la casa galleggiante che mi ospita in questi giorni..in giro per porti napoletani..

venerdì 22 giugno 2012

Domani salpo

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:49 0 commenti
E oggi sono in viaggio. Per il mio porto. Quello che mi accoglierà nei prossimi giorni. Non so per quanti giorni. E non so se sarà l'unico porto che incontrerò. E stasera conoscerò lei. Astrea. Che mi porterà in giro per il golfo. E forse anche piu giù. Fino a dove non so. Forse fino al punto in cui la punta dello stivale finisce. Non so nemmeno fino a quanto viaggerò. E nemmeno i miei compagni di viaggio conosco. Per ora. Ma so che diventeremo presto complici. Complici di questa avventura. Un avventura che mi porterà giù in basso e non solo geograficamente ma anche batimetricamente. Un viaggio di ricerca. Di esplorazione. Di luoghi incontaminati o quasi. Di luoghi oscuri. Di luoghi abitati da creature poco comuni. Alla sua ricerca. Direttamente nel suo habitat. Lui che da anni e anni mi accompagna giorno dopo giorno. E che a volte amo e a volte meno. Che mi allontana dalla mia casa e dalla mia famiglia. Famiglia che rivedrò alla fine di questa esperienza. Da un altra parte. In un altro luogo. A metà dello stivale. Penso. Insomma la mi avventura comincia. Ora su un animale meccanico e poi su un animale marino. Direzione Pozzuoli. Insomma domani salpo. Alla ricerca dell'oro rosso.

domenica 10 giugno 2012

Artisti di strada - pennabilli

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:09 0 commenti
Ognuno ha il suo posto del cuore, a volte più posti del cuore, luoghi che riservano ricordi, luoghi a cui si è legati per i piu svariati motivi, ognuno il suo..
Uno dei nostri luoghi del cuore è un paesino arroccato sulle colline ai confini con le marche.. Ancora Romagna ma con aria già marchigiana, un paesino con pochi abitanti tanti anziani e pochi giovani, un paesino che ha dato dimora ad uno dei grandi poeti romagnoli che anche lui aveva scelto questo gruppo di case come luogo del cuore e dell'anima..
Insomma noi in questo paesino ci andiamo da sempre almeno una volta l'anno..perchè è qui che P. ha passato parte della sua infanzia, perchè è qui che c'è quella grande casa con l'orto e gli alberi di ciliegie, perchè è qui che una strada si chiama come lui e l'altra con il nome della mia migliore amica, insomma tanti perchè e quest'anno perchè abbiamo passato uno splendido weekend con le nostre bimbe passeggiando per i vicoli acciottolati alla ricerca di spettacoli di marionette, ascoltando musiche balcaniche facendo giochi di specchi, rincorrendoci tra le statue dell'orto dei frutti dimenticando, tessendo una tela su un telaio e costruendo pupazzi di pezza, facendo un pic Nic notturno all' interno di quel giardino della casa d'infanzia raccogliendo ciliegie e fragole.. Il tutto in questo paesino che per un week end apre le porte agli artisti di strada che rendono omaggio alla città, alle sue strade ed alle sue piazzette animandola con le loro musiche, i loro colori, gli spettacoli, le danze, e le risate e l' allegria della gente che li osserva, li cerca, li ascolta..

sabato 9 giugno 2012

Libanese wedding

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:10 0 commenti
E poi c'é stato lui..il motivo della nostra visita.. Il motivo del nostri viaggio.. Poi è arrivato il giorno del matrimonio, il giorno atteso da mesi.. Da quell'ultima telefonata nel cuore dell'inverno quando l'ingegnerino da Dubai ci chiamó per chiederci come stavamo e che lui aveva da dieci una novità.. Aveva chiesto a sara di sposarlo.. Riti civile al consolato italiano di Dubai e poi festa di nozze in Libano.. A Beirut precisamente.. Già perché sara che avevamo conosciuto l'estate prima durante un aperitivo a base di americano sbagliato è una bellissima ragazza libanese che dopo il bombardamento della sua casa durante l'ultima guerra si era trasferita a Dubai per cercare lavoro.. E una bella sera aveva incontrato lui.. L' ingegnere in trasferta..
E così ci disse che gli avrebbe fatto piacere avere i suoi amici alla festa.. Avere volti famigliari tra un gruppo di parenti libanesi sconosciuti..e che anche se il viaggio era lontano dovevamo pensarci su all'idea del viaggio.. E noi ci abbiamo pensato., all'inizio pensavamo di andare con ld bimbe, poi senza, poi ancora con loro poi abbiamo pensato fosse giusto fare un primo viaggio soli e così con gli jcj ci siamo organizzati.. E quel giorno eravamo li.. Al beach club lazy b di Beirut..
Al tramonto di un sabato sera di giugno..nel loro giorno perfetto.. Purtroppo non ho foto pubblicabili della nostra mise matrimoniale.. Ma eravamo tutti molto eleganti, molto glamour, molto dentro alla parte..
Abbiamo ballato ballato e ballato ancora.. Musiche tradizionali e musica pop..abbiamo chiacchierato con giovani come noi con esperienze come noi con vite come le nostre solo che vivono dall'altra parte del mediterraneo..
Ci sono statu discorsi di auguri in tutte le lingue possibili, arabo inglese italiano e francese..
È stato anche emozionante a tratti , ma soprattutto è stato piacevole essere vicini ad un amico nel giorno piu importante della sua vita..
W gli sposi!

giovedì 7 giugno 2012

Intervallo

Pubblicato da casalinga patrizia a 18:45 0 commenti
Marina di ravenna - mare ruvido

martedì 5 giugno 2012

Beirut.. Day 2

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:33 0 commenti
Il secondo giorno lo abbiamo passato in giro per le strade ciottolate di Byblos..tra rovine romane e fossili ritrovati sulla spiaggia.. Abbiamo mangiato pesce in quello che una volta era il primo e piu grande porto del mediterraneo, abbiamo assaporato la storia passata, gli eventi che furono e immaginato quella civiltà da cui tutto è partito, quella civiltà da cui è nata la scrittura, da cui è nata l'ingegneria civile.. Abbiamo passeggiato assaporando l'aria del mare, l'odore del pesce appena pescato, il profumo dell'incenso e quello di fiori dai grandi petali colorati..
Siamo usciti dal traffico, dalla confusione e dal caos cittadino per un paio di ore e ci siamo immersi nella storia, nella storia che fu e che creo tutto quello che abbiamo oggi.. Abbiamo visto per poche ore la culla della civiltà..
Poi siamo riemersi, e ci siamo rituffati nella città, il sole e il mare erano gli stessi di prima ma l' immagine delle vicende passate era diversa.. Più brutale, più cruda, più attuale..
E abbiamo respirato di nuovo l' aria di incertezza, della mancanza di progettazione futura.. Dove tutto è già successo e dove tutto puó purtroppo ancora succedere..

sabato 2 giugno 2012

Beirut.. Day 1

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:45 0 commenti
Non avevo idea di cosa aspettarmi da questa città.. Me ne avevano parlato come della Parigi medio orientale.. E forse lo e stata un tempo.. In quegli anni 60 prima della guerra in cui era una meta tutistica per il jet set europeo.. E forse anche oggi cerca di assomigliare alla Parigi di un tempo.. Con la sua ricostruzione un po' disneyliana peró..
In realtà oggi colpisce per i suoi contrasti.. Quartieri chic ricostruiti a nuovo con negozi di stilisti di fama con nel mezzo tra un Gucci e un Prada palazzi abbandonati in cui sono ancora evidenti i segni dei bombardamenti..
Le strade rumorose, trafficate, con i classici tassisti arabi che ogni minuto ti chiedono se hai bisogno e che a ogni incrocio tirano dritto suonando il clacson come avvertimento..
E poi i militari armati ad ogni angolo con le loro torrette mimetizzate che ti guardano un po' assonnati..
E poi ancora il contrasto religioso.. Con moschee affianco a chiese cristiane.. E la voce del muezzdin che si spande nell'aria e inconfondibile canta la sua preghiera nonostante il rumore del traffico cittadino..
E poi l'aria internazionale con il suo campus della grandiosa università americana e il mix di studenti.. Americani che corrono nel campo, e ragazze arabe con il velo e l'iPhone nella mano.., e giovani di diverse etnie e religioni che si tuffano dal pontile di quel beach club nascosto da enormi schermi azzurri per non far vedere corpi abbronzati alle persone che passeggiano lungo la corniche..
E comunque la nostra giornata è passata così a zonzo per la città e facendo il primo bagno della stagione dall'altra parte del mediterraneo e alla ricerca di una rete wifi per poter chiamare a casa e vedere anche solo per un attimo il sorriso delle nostre piccole..
E poi lui.. Il motivo per cui siamo qui.. Il nostro caro sposo novello.. Che abbiamo visto velocemente..impegnato a fare incontrare la sua famiglia al quella della sua novella sposa perché anche questi contrasti culturali si addolciscano nell'ottica di questa nuova famiglia italo- libanese che si è appena formata e che noi siamo sui a festeggiare..

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez