mercoledì 29 settembre 2010

festa di san michele

Pubblicato da casalinga patrizia a 13:23 0 commenti
"In una città chiamata Selem si trovava un lago. In esso abitava un drago che uccideva chiunque incontrasse. Per placare la sua ferocia, gli abitanti della città gli offrivano ogni giorno delle pecore.
Quando non ci furono più pecore, furono costretti ad offrire al drago, ogni giorno, un giovane estratto a sorte. Un giorno fu estratta la figlia del re, che offri’ al drago tutte le sue ricchezze in cambio della vita della figlia. Gli abitanti, che avevano sacrificato i loro figli, si ribellarono e la principessa si avvio’ verso il lago.
In quel momento arrivo’ San Giorgio, un giovane e valoroso cavaliere, che decise di salvare la principessa. Stremato dal combattimento, invoco’ San Michele Arcangelo. San Michele diede a San Giorgio la sua spada, con la quale egli trafisse a morte il drago."
tratto da La Casa nella Prateria

Quando stavamo a Barcellona la stessa storia l'abbiamo sentita e gliela'ho raccontata un sacco.e a volte ancora oggi va a prendere il libro che abbiamo comprato, fatto solo di immagini e la vuole sentire..la storia..solo che al posto di San Michele nella nostra storia c'è San Jordi!..
inoltre a Barcellona la stessa storia viene raccontata il 23 aprile..giorno di sant jordi!! dove a parte raccontare ai bimbi la storia la festa si svolge tra rose e libri..la città si riempie..in ogni angolo venditrici di rose rosse e bancherelle di libri..

Inoltre c’è una festa di San Michele anche vicino a casa nostra..dove per tre giorni e tre notti si mangia e si balla e dove un tempo si svolgeva una corsa di cavalli berberi, impegnati a percorrere nel minor tempo possibile una distanza predeterminata.

Ora si festeggia con un dolce spettacolare..il dolce di San Michele…
ecco la ricetta!

pasta frolla: 250 gr. di farina, 25 gr. di strutto, 3 rossi d’uovo, 125 gr. di burro, 125 gr. di zucchero a velo.
Impastare, foderare uno stampo imburrato e infarinato e mettere in frigo.
Preparare la cremina: portare ad ebollizione 100 gr. di latte, 600 gr. di panna per dolci, 1 bustina di vanillina, la scorza di un limone, 2 cucchiai di zucchero caramellato e aggiungere 4 fogli di colla di pesce, precedentemente ammollata in acqua fredda per 20 minuti! Mescolare il tutto e lasciare raffreddare.
Frullare 6 rossi e 3 uova intere, + 3 hg. di zucchero a velo, 200 gr. di mascarpone ed aggiungerlo alla cremina di prima.
Disporre tutta la farcitura sopra la pastafrolla ed infornare in forno caldo a 180° per 30/40 min. (dipende dal vostro forno), si deve formare come una crosticina appena bruna;quando è cotta e raffreddata, disporre frutta secca a piacere (noci, pinoli e noccioline), spennellate con tortagel alla marmellata di albicocche.
Buon appetito!! E Buoni festeggiamenti!!

L'Asinara e la Pelosa

Pubblicato da casalinga patrizia a 08:00 0 commenti




lunedì 27 settembre 2010

Dialogo

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:08 1 commenti
Stesi sul letto io, Patrick e Bianca facendo pernacchie alla pancia gonfia...

B. Ciao Sorellina..siamo il babbo, la mamma e Bianca
P. e la Abbey!
B. No sorellina la Abbey è di sotto...
P. Ah già!!
B. ma tu sorellina devi stare attenta!! Perchè quando uscirai lei ti salterà addosso! E te devi stare attenta! Lei lo fa perchè è contenta di vedeti! MA ti farà cadere! Cosi tu sorellina stai molto attenta quando esci!! Alla Abbey!!
Capito??

P.S. oggi pomeriggio abbiamo fatto il didò fatto in casa..ovviamente copiato da qui

giovedì 23 settembre 2010

Tappa n. 4: Torino

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:46 0 commenti
insomma di cose da dire ce ne sarebbero un sacco...

della casa che abbiamo preso in affitto per una settimana ad Alghero..la casa dei nostri sogni..piano terra, camino, bagno con vasca e bagno con doccia e giardino che si affacciava su una distesa di ulivi...

del mare della Sardegna che è di un azzurro indescrivibile e che nella sua bellezza è però inaviccinabile per la sua temperatura e cosi tu stai li lo osservi ma non lo addentri..come una di quelle piante tropicali dai colori sgargianti e splendide da guardare ma altrettanto velenose...

della settimana passata in super relax, in famiglia..(anche se un un quarto di noi non c'era..)...
dell'Asinara con i cuoi contrasti di storia e natura..un intromissione violenta dell'uomo in una terra arida ma allo stesso tempo ricca, di un isola impervia ma che racchiude angoli incantevoli e incontaminati e di cui poi posterò un po di immagini...

del lavoro che è andato bene, che mi ha permesso di rivedere gli amici spagnoli e altra gente che sento sempre e solo via telefono o via mail..

del brusco rientro con la morte del babbo della mia migliore amica che l'ha lasciata dopo mesi e mesi di agonia..distrutta..spolpata..amareggiata e che nonostante l'accaduto si è rivelata ancora una volta una roccia..quella che non si arrende mai, quella che si preoccupa comunque sempre degli altri e di come si sentono..quella che con una forza d'animo invidiabile ha accompagnato suo padre nel momento dell'addio senza versare una lacrima..sorridendo..

dei primi due giorni di asilo..della vita di mamma a tempo pieno che deve per la prima volta lasciare la propria figlia nelle mani di sconosciuti, delle chiacchiere proprio quelle mammesche chiuse nella stanzetta sentendo fuori i pianti dei propri bambini...

dei progressi di Bianca con i suoi discorsi articolati, il suo riconoscere la destra dalla sinistra (cosa per me ancora oggi difficile..), la sua testardaggine e la sua autonomia...

della pancia che cresce e della bimba che ci sta dentro che non ha ancora un nome ma che si fa sentire e che come l'altra sera si sveglia mentre intanto la sorella maggiore si addormenta ed è incredibile..stare li sul dondolo a cantare una ninna nanna e sentire il respiro leggero di una che si lascia avvolgere dal sonno e dall'altra i calcetti ormai visibili dell'altra che cerca di farti capire che c'è..che sta bene..che cresce..

ma alla fine quello di cui volevo parlare è della nostra nuova partenza..domani verso nord..
per assistere al matrimonio dell'anno..della zia Erika.. che ha lasciato tutto per raggiungere l'amore a TORINO!!
cosi domani si riparte..per un week end a base di famiglie acquisite, di incontri, di pranzi e di balli..
e intanto questi giorni prima della partenza sono stati dedicati tutti alla cura di se..alle coccole fatte da mani esperte..del grigio chanel delle unghie dei miei piedi e del pomeriggio passato in un angolo di Francia (la casa della mia amica B.) a scuola di trucco tra fondotinta morbidi come la cipria, mascara neri e ombretti dalle più svariate tonalità del marrone..
alla ricerca degli ultimi accessori e alla creazione della spilla di tulle bianco che Bianca dovrà indossare come damigella...
e cosi ancora una volta la valigia è aperta sul letto in attesa che anche il vestito da cerimonia venga posizionato...

lunedì 13 settembre 2010

Tappa n. 3: Sardegna nord occidentale

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:16 1 commenti
Si parte!!
Oggi pomeriggio!!
Un po per vacanza e un po per lavoro!!
Visiteremo Alghero, Stintino e speriamo di riuscire a raggiungere anche l'Asinara e i suoi asinelli bianchi!!
Scelta sofferta ma lasceremo a casa per la prima volta la Abbey!!
Io sarò al lavoro due giorni e gli altri mi devo un po riposare in previsione di un lungo inverno freddo e impegantivo e la Sardegna purtroppo non è come la Corsica (che io adoro) e i cani qui non sono ben accetti!! Mannaggia!!
Speriamo che il tempo ci assista!!
Buone vacanze! A noi!

venerdì 10 settembre 2010

Tappa n. 2: Roma

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:12 2 commenti
Ho passato 5 ore in treno.
e ho passato 6 ore a scrivere.
Tutto in un giorno.
Sono arrivata. La mattina.
Sono ripartita. La sera.
Ci ho provato.
Ho dato un esame. per un posto fisso. A livello nazionale.
Mi sono messa alla prova. Per una volta ho pensato al futuro. Quello lavorativo..perchè per quell'altro ci sto lavorando alla grande.
Mi sono messa in gioco.
Per vedere se fuori dal mio mondo le cose sono diverse.
E per ora nessuna differenza.
Siamo tutti su una grande barca alla deriva. Tutti su un arca di Noe alla ricerca di un nuovo paradiso.
Ma per ora, solo precari!!

giovedì 9 settembre 2010

Tappa n. 1: Bellamonte

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:09 2 commenti
Week end ad alta quota.
Week end di polenta e tosela.
Week end di passeggiate nei boschi.
Week end di baita con SPA privata.
Week end tra bambini e cani.
Week end alla ricerca di folletti nascosti sotto i funghi.
Week end cantando "ci son due coddodrilli.."
Week end giocando con mucche e pecore.
Come Heidi e Peter.

venerdì 3 settembre 2010

COMINCIA UNA NUOVA AVVENTURA

Pubblicato da casalinga patrizia a 12:51 3 commenti
che io lo so che sono fortunata, che con quattro nonni a disposizione devo stare buona e tranquilla...ma alla fine io sono testona e dopo due anni ce l'ho fatta...
si va all'asilo!!! perché penso che sia giusto cosi, che io ci sono andata e non mai avuto traumi al riguardo..che è meglio la compagnia di venti bimbi scatenati con cui urlare, piangere e giocare piuttosto che nonni sempre pronti ad ogni capriccio, ad ogni richiesta...
e poi forse servirà anche per imparare a dormire in autonomia senza più prese in braccio di qua e coccole di la....
e poi è lo stesso asilo dove andavo io, vicino a casa dei miei..che lascio la macchina li e lo raggiungo a piedi attraverso una piccola stradina pedonale circondata da prati dove io poi portavo anche la Layla..quando ancora vivevo in famiglia..e cosi l'altro giorno quando siamo andate alla prima riunione mi sono commossa..emozionata...
la tua tata sarà una mia compagna di classe delle elementari...e si chiama come me..e giù di ricordi..dei momenti felici, dei cambiamenti fatti...
e lo so che bambini di Marina Marina (come li chiamo io) non ce ne sono molti..che tanti miei amici se ne sono andati dal nostro paese di origine..ma qualcuno ancora c'è è si vede in giro...ed è rassicurante....
e poi ci hanno spiegato come sarà l'inserimento, che forse per voi bimbi grandicelli sarà un po più duro ma con te ci saranno anche le tue amichette..anche la Giulia che domani raggiungeremo in montagna per respirare un po di aria fresca e per far correre un po la Abbey dopo il caldo afoso di questo agosto che ormai ci ha lasciato..
e anche il giorno dopo quando c'è stata la merenda informale perché voi bimbi vi conosceste..è stato carino...li nel prato..coi giochi sparsi qua e la a mangiare pizzette..
e quando siamo entrati a fare la pipì in quel bagnetto con tutti i water microscopici in fila e i lavandini ad altezza bambino...che storia!!
insomma una nuova avventura comincia!! e dopo un estate che sostieni che sei grande e che a settembre andrai all'asilo..beh ora è arrivato il momento e forse quella più emozionata ed eccitata in questo momento sono io..e me la godo...
prima però ci aspettano altri viaggi sparsi per l'Italia, dal nord..al sud fino alle isole...

mercoledì 1 settembre 2010

se ne è andata

Pubblicato da casalinga patrizia a 14:12 1 commenti
e partita! di già!! la settimana è volata! e lei pure..è ritornata ai suoi viaggi, ai suoi spostamenti..un incontro di lavoro nel sud della Francia, poi un matrimonio medievale nel freddo nord francese e poi di nuovo in viaggio..verso terre calde, mari turchesi e tanto vento per le sue vele...
dopo tre anni in poco più di un mese ci siamo viste due volte...prima qua...
e ora qua...
la settimana è volata come quando lei parla della velocità del vento, della sua vela che vola libera..
è stata a casa nostra e io che mica sono abituata ad avere gente in giro per casa ero pure spaventata all'inizio...
poi alla fine è stato tutto troppo veloce, tutto troppo rapido e intenso e non mi è affatto dispiaciuto condividere i miei spazi, quelli della mia famiglia con lei..
è stato divertente..Abbey si ricordava di lei e appena l'ha vista le ha fatto un sacco di feste e anche Bianca dopo un primo inizio burrascoso in cui non voleva assolutamente che parlassi con lei in inglese (forse perché sono pessima??) l'altro giorno era seduta accanto a lei che le leggeva favole in italiano con uno splendido accento francese.....
abbiamo lavorato anche ma più di tutto abbiamo chiaccherato e visto amici che nemmeno io vedevo da tanto tempo..con lei vicino è stato semplice ricreare questi incontri, questi momenti...
insomma è sempre cosi quando uno ha aspettative basse poi viene sempre ripagato...e oggi quando la salutavo con la mano mentre saliva sul treno...mi sono commossa...ma questi mi sa che sono sempre gli ormoni...

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez