venerdì 22 luglio 2011

deliri del venerdi

Pubblicato da casalinga patrizia a 09:39
allora tu pensi che dopo una notte così il venerdì non possa che iniziare con il piede giusto..
tu sola a casa con le bimbe...si guarda Madagascar tutte e tre assieme ( e io rido un sacco..perché ovvio i pinguini fanno morire...) e bianca che chiede perché rido..e poi.."quelle scene fanno proprio ridere" dice..avvinghiata al braccio sinistro bianca, avvinghiata al destro agata...poi agata inizia a far capire che ha sonno e cosi la porto nel suo lettino..e me la dimentico li..lei senza neanche un pianto si addormenta pacifica..
io mi posso godere il cartone e bianca..fino alla fine...poi a letto...lei nel suo lettino attaccata alla mia maglietta finché on è quasi addormenta e poi crolla con la promessa che dormirà sola nel suo lettino tutta la notte...
e così..una notte magica...hanno dormito tutte e due tutta la notte senza mai svegliarsi e io che non mi accontento mai..non ho chiuso occhio..il letto era troppo grande per me sola, non sono più abituata a non avere almeno altre due persone vicino a me...la poppata notturna è saltata ed è l'unico momento che abbiamo solo nostro e allora via di paranoie, per non parlare di quelle...ma dormono tutta la notte senza sevgliarsi perché 1)avranno freddo e saranno morte congelate..allora vai a vedere;
2) avranno le coperte sulla faccia e non respirano più e vai a vedere;
3) non dormono ma io sono cosi stanca che non risconsoco più i loro pianti..e vai a vedere..
4) sento dei rumori di sotto..non è che è entrato qualcuno..e vai di sotto a vedere..
cosi alla fine io non ho chiuso occhio tutta la notte comunque..ma mi sono riposata lo ammetto e nella mia testa malata ho pensato domattina quando ci sveglieremo saremo tutte riposate, tranquille e serene...
e invece...
il risveglio è andato benissimo, giochi sul letto, chiacchiere, abbracciatone, telefonate al babbo per saluto, ma poi si è scatenato l'inferno...l'inferno in terra...45 minuti di urla strilla e pianti..ma quelli con i singhiozzi e i tremiti...quelli non voglio fare questo, non voglio fare quello, prendimi in braccio, mettimi giù, rimani qui, vado via io, vai via te, rimango qui..e tutto perché la lasciavo a casa coi nonni e io dovevo andare a lavorare...e come si fa in queste situazioni?? io smettere subito di lavorare se servisse...e allo stesso vorresti uscire di casa il prima possibile e lasciare la rogna ai nonni...e poi via con gli sleghi 1) è tutta colpa mia perché io non ho un buon rapporto con mia mamma e lei lo sente e non ci vuole stare neppure lei, 2) vorrebbe stare con gli altri nonni ma per me è troppo sbattimento portarla sempre da loro perchè bisogna tutte le volte caricarsi la casa, 3) gliele dai sempre tutte vinte e te la fa sempre in testa lei alla fine..4) dia troppe attenzioni alla piccola anche se su questo sono sicura di no perché mi accorgo che sono capace di lasciarla giocare per ore da sola dimenticandomene quasi..5) la stresso con la colazione e lei sa che è il mio punto debole e allora inizia a strillare dicendo io non mangio più..e via mille remore mammesche sul " è troppo magra, non mangia, poi sta male..."
insomma un disastro su tutta la linea...e poi pensi che per lavoro dovresti lasciarle tutte due per una settimana a settembre e ti dici non è possibile..non ce la posso fare...non lo farò in effetti..vabbè deliri del venerdi...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

allora quasi deciso per la campagna oceanografica in sicilia ? ciao

Anonimo ha detto...

assolutamente da realizzare l'alfabeto di pietra :) ciao a dopo

Posta un commento

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez