mercoledì 18 dicembre 2013

A natale si può dare di più

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:54 0 commenti
Sapevo che sarebbe stato un natale faticoso..
Sapevo che sarei arrivata stremata..
Sapevo che mi sarai incastrata con le mie mani tra regali, cene, e amichette..
Peró manca ancora una settimana.. E nel  frattempo..
Sono tornata indenne da Israele con un passaporto lindo che nessuno saprà mai dove sono stata..
Ho fatto due immersioni dopo più di 5 anni e mi è tornato alla mente perchè amo il mare e la sensazione di essere sola la sotto nel silenzio..
Abbiamo finalmente festeggiato i 3 anni di agata..
Con una torta degna di ogni cake designer..e una giornata a base di zucchero, dolci, caramelle, cioccolato come lei in tre anni non ne aveva mai visto..
Abbiamo preparato i regali per le amichette..

Abbiamo scritto la letterina x Babbo natale.. Sapendo già che quest'anno il babbo internazionale non esaudirá tutti i desideri...

Abbiamo fatto l'albero di natale.. Anche quest'anno in versione minimal ecological.. Con tanto di rimprovero da parte delle bimbe perche " ma noi non lo facciamo mai un albero normale con le palline?"

Abbiamo fatto il calendario dell'avvento. E anche questo un po' fuori dal comune.. E in po' difficile da tenere aggiornato giorno dopo giorno e un po' poco natalizio in realtá..

Abbiamo comprato quasi tutti i regali in versione 2.0.. Scoprendo da un lato la sua comodità dall'altro l'ansia dell'attesa del pacco nel tempo utile..
Abbiamo prenotato quasi tutti gli alberghi in Thailandia e iniziato a fare la lista delle cose da portarci dietro e iniziando a riaprite gli scatoloni degli abiti estivi..
Abbiamo sentito scattare l'allarme una notte e ingenuamente abbiamo pensato fosse stato un gatto quando in realtà ci hanno fatto visita i ladri manomettendoci la porta della lavanderia..

Insomma manca ancora una settimana.. E di cose ne abbiamo fatte ma altrettante ne abbiamo da fare.. E tutte con la mente proiettata già alle vacanze.. Che saranno lunghe.. Meravigliosamente lunghe.. 

P.s. X non farci mancare nulla.. Quest'anno.. Dopo 15 che stiamo assieme ci siamo decisi a fare un pranzo di natale tutti assieme.. Famiglie di qua e la riunite.. Ovviamente in via nervesa...

martedì 3 dicembre 2013

Eilat

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:40 0 commenti
Tu parti dicendo.. Vado in israele.. Vedró finalmente tel aviv, vedró finalmente il dolphin reef, vedró di nuovo il mar rosso ma questa volta la parte finale, quella racchiusa dal golfo di aqaba..
Poi in realtà, ti ritrovi chiusa da tre giorni in uno di quegli alberghi da vacanza in famiglia, quegli alberghi che hai sempre odiato, dove c'è il gioco aperitivo e la baby dance..la cosa consolante è che la baby dance e il gioco aperitivo sono in stile ebraico.. Nella settimana di annukka.. Perció invece di cantare il coccodrillo come fa si fanno dei cori tipo stadio o meglio tipo squadra di rugby neo zelandese e invece dell'indovinello bordo spiaggia si accendino in tutta confusione le candele di annukka.. Una ogni giorno.. E noi siamo qui da tre.. Quindi già tre candele accese, piu una già accesa.. Ne mancano ancora due..
Tre invece sono i giorni che mancano a me per tornarmene a casa.. A casa dove c'è la famiglia.. A casa per festeggiare la mia piccolina che domani compirà 3 anni.. Ma che nessuno festeggerà..perche mica si può festeggiare con la mamma lontana.. 
La mia piccola, che in realtà come dice lei "è un po' piccola e un po' grande".. 
La mia piccola che a tutti quelli che le sorridono dice "non c'é niente da ridere"..
Alla mia piccola che é cresciuta in gretta negli ultimi mesi, che parla un sacco e ascolta poco e fa sempre do testa sua..
La mia piccola che verrà festeggiata al mio ritorni, con un candy party dove finalmente potrá mangiare quel lecca lecca che si porta anche a dormire..
Comunque io sono qua, in questa las Vegas del deserto arabo.. Dove fuori non c'è nulla e dove tu comunque non puoi cercare nulla.. Chiusa in queste quattro mura surgelate dall'aria condizionata e dai buffet pantagruelici..
Tu poi torni dicendo che non hai visto nulla, che è stato puro lavoro.. E loro non ci crederanno.. 

domenica 1 dicembre 2013

Tel aviv..

Pubblicato da casalinga patrizia a 11:48 0 commenti
Passando per Istanbul.. Dove mi sono innamorata della città solo dal suo Aereoporto.. E dalla sua compagnia di bandiera..Che ci ha fatto volare in condizioni meravigliose, servendoci piatti succulenti e facendoci guardare un intero film.. Come quando si prendevano gli aerei negli anni 90.. Quando ancora in low cost non esistevano e non bisognava fare le forse x accaparrarsi il posto migliore..
E poi quando stai x atterrare che vedi il mare dal finestrino, e poi i dolci al pistacchio gluten free di cui faró scorpacciate al ritorno.. E poi il caffè turco che ha tutta una suo sapore e un preciso protocollo da seguire..
Insomma il prossimo viaggio (dopo la thay ovviamente) io voteró Turchia!!!
E comunque dopo una giornata di viaggio siamo finalmente atterrati a tel aviv.. E ad accoglierci c'erano dei vecchi amici... E il caldo del sud del mediterraneo.. Tel aviv scappata e fuga.. Domani all'alba si parte di nuovo per raggiungere il mar rosso.. Attraversare Israele da nord a sud..
Ma intanto stasera cena sulla spiaggia fronte mare.. Che è sempre il nostro.. Il mediterraneo ma che visto da qua effettivamente fa un effetto strano.. Questo grande mare che ci abbraccia tutti e che ci rende peró così diversi..

giovedì 14 novembre 2013

Di vecchi amici, di vecchie foto, e di altro

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:40 0 commenti
È bello rivedere vecchi amici! Che ti vengono a trovare di sorpresa! Inaspettatamente! 
È bello rivedere vecchie foto! Di bambine appena nate! E metterle insieme! Una dopo l'altra per cercare di trovare una somiglianza, una similarità di gesti, di modi e di tempi..
È bello ritrovare il vecchio tempo! Quello tutto per te! Quello che ti fa riaccendere di nuovo il computer non solo per lavoro..che ti fa recuperare le passioni che pensavi di non recuperare più..
È bello immergersi nei due mesi più impegnativi dell'anno.. Quelli che non ti fanno dormire la notte perche è l'unico momento che puoi riordinare le idee, programmare, sistemare, organizzare..
Quest'anno poi i due mesi che chiudono l'anno ci vedono (e in parte ci hanno già visto) separati piu di una volta.. Per viaggi di qua e di la del mediterraneo..
Ci vedono insieme per parecchi giorni in una grande nuova avventura..
E nel mezzo due compleanni.. Che so che di uno non dovrei nemmeno parlarne.. Ma dell'altro??? Non pensavo fosse possibile ma questi 3 anni che stanno per arrivare sono la perfetta conclusione di un anno di crescita, un anno di esperienze, un anno di emozioni.. In questo ultimo anno ti sei trasformata..da piccolo anatroccolo a uccellino in grado di volare da sola, in grado di farlo e soprattutto di volerlo..
Io non ci saró quel giorno.. Ma solo quel giorno.. E già tremo all'idea di quando ti rivedró treenne.. E già mi commuovo..
Ma c'è tempo.. Ancora un po'.. Per rendere quel giorno speciale..

giovedì 10 ottobre 2013

Mamma mia

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:48 0 commenti
Mamma mia! Mamma mia! Perchè il sospiro si sollievo è difficile da scrivere..
Mamma mia che settimana.. L'ultima.. Mamma mia gli ultimi 10 giorni...
Sono stati tempi duri.. Per tutti..per la mia famiglia di un tempo e quella di adesso.. 
È cominciato tutto con il ricovero della nonna.. La mia nonna.. Quella che mi ha cresciuto.. Quella che per me è stata sempre nonna e per i miei cugine era la Maria.. E per quella che per le mie figlie era la bisa.., il suo ricovero ci ha fatto pensare al tutti all'assurdità della cita e soprattutto della morte.. Dell'impossibilita di poter decidere quando darci un taglio, quando la tua vita ha fatto la sua strada ed è arrivata in fondo.. Quando in quel fondo non dovrebbero esserci piu bivio ma solo un punto. Fine. Poi invece lei è una roccia.. Una donna di carattere.. Una donna d'altri tempi.. Una che la sua vita l'ha vissuta.. Con la guerra e tutto il resto.. E quindi nonostante la stanchezza ha combattuto anche questa ultima guerriglia..
Mamma mia! Che dieci giorni che sono stati.. Poi io sono partita.. Angora una volta per quello patria che mi rimarrà sempre nel cuore..quella patria che sprigiona gioia di vivere, calore, amore.. E così la in Spagna ancora una volta ho combattuto la mia guerra personale.. Quella con le passioni, con l'incertezza del futuro.. Con quel non sapere cosa volere diventare da grandi.. Con attorno a ne giovani di ogni nazionalità che sanno esattamente quello che vogliono, con la loro giovinezza e con la loro forza di andare incontro alla vita e sl futuro..
Mamma mia! Una settimana intensa é stata quella.. Il caldo, gli orari spagnolo, la lontananza da casa.. E poi..
Mamma mia! Questa giornata.. Che mi sono sognata per ogni giorno e ogni notte.. Studiando e studiando ancora.. Per cercare ancora una volta di dare una direzione alla mia vita.. Una certezza alle mie insicurezze.. Per essere ancora precaria.. Per un piu lungo periodo peró.. Con una strada forse piu dritta adesso.. Piu regolar.. Ma che non so angora se è la strada che vorró seguire.. Peró l'ho fatta.. L'ennesima sfida... Sfidando anche la mia famiglia di adesso.. La sua pazienza.. Il suo amore...
Mamma mia! Questi dieci giorni sono finiti.. E stasera finalmente respiro..respiro su questa sedia a dondolo che tanto ricordi si porta con se.. Respiro e ringrazio ancora una volta questa mia nuova famiglia.. Che mi sono costruita e mi sono creata.. E che mi sopporta e che mi ha sopportato..
E mamma mia! La mia testa è già di nuovo in viaggio..


venerdì 4 ottobre 2013

Anche quest'anno

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:26 0 commenti
Anche quest'anno.. Mi sono dimenticata.. Di chiamarlo.. Di dirgli buon compleanno.. 
Anche quest'anno come lo scorso..
È stato lui a ricordarmelo..
Che mi ero dimenticata anche l'anno scorso.. 
E anche quest'anno così.. Ho aperto il calendario in uno di quei momenti in cui senti la tensione scendere.. Tensione da un viaggio interminabile.. Tensione dal ricominciare il tram tram quotidiano.. Tensione da futuro incombente.. Tensione dopo la prima litigata da tanto tanto tempo..
E insomma ho guardato il calendario.. E segnava 4! 4 ottobre! Aiuto..... E il 2? Passato, avvenuto, finito.. E io? Dov'ero? A che pensavo? .. Lontana.. Al caldo della Spagna.. Chiusa in un aula universitaria dalle 9 alle 21.. Organizzando le giornate delle bimbe in Italia.. Pensando a quello che vorrei fare da grande..
E così anche quest'anno! Auguri babbo! auguri in ritardo! Auguri perche ci sei! Auguri perche hai una figlia che si dimentica! Auguri nonno! Ti voglio bene!

venerdì 6 settembre 2013

Se è un sogno non svegliatemi

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:29 0 commenti
15 anni!
Se ripenso a quell'incontro.. Di una mattina all'alba su un pullman per Ponza..
Se ripenso a quelle sere con in macchina lo jagermaster..
Se ripenso a quella sera davanti al porto..
15 anni..
Se ripenso ai viaggi, alle decisioni di vita, ai momenti cruciali..
Se ripenso all prima notte insonne di un ospedale..
E poi alla seconda..
Se ripenso a quello che mi hai dato..
15 anni..
E poi penso alle risate, a quello che abbiamo costruito mattone dopo mattone, alle incomprensioni (poche), alla voglia di stare insieme, alla gioia dello stare insieme, alla necessità dello stare insieme..
15 anni..
Se penso che tra le mille cose a cui devo pensare ogni giorno, alle bobine, alla casa, al lavoro, ai genitori.. Mi ero dimenticata di questo giorno ma che tu sei stato pronto a ricordarmelo.. A farmelo rivivere.. A farmelo sognare e non dimenticare..
15 anni..
Se penso che questo amore nonostante quello che si vede attorno a noi, nonostante il crescere e le difficoltá è cresciuto.. Giorno dopo giorni.. Anno dopo anno.. Sempre di più.. E che è sempre più immenso, piu intenso, più vivo, piu vero...
Grazie per questi 15 anni e per tutto quello che mi hai sempre dato, mi dai e mi darai.. 

venerdì 30 agosto 2013

Un po' di foto..di un estate..

Pubblicato da casalinga patrizia a 19:29 0 commenti
Che cosa hai fatto quest'estate?
Ecco la domanda che tutti ti fanno.. Al rientro dal lavoro, quando torni a scuola dalle maestre, quando vai dalla tua parrucchiera dopo due mesi di sole, caldo e vento, quando incontri gli amici di città... Insomma... È quasi settembre e bisogna fare un riassunto.. Un bignami.. Un collage.. Per non dimenticarsi e non dimenticare.. Quando comincerá il freddo e il buio dell'autunno..
E così ecco.. Cosa abbiamo fatto quest'estate...

mercoledì 28 agosto 2013

Tripudio di arcolo baleni

Pubblicato da casalinga patrizia a 21:33 0 commenti
Di fine estate..
Ultima sera al mare..
Ultimo spettacolo..
Ultimo hamburger..
E la meraviglia, lo splendore e la pace che solo un arcobaleno di fine estate puó dare.. Un arcobaleno rubato al cielo dal mare..
Ed è subito settembre...

martedì 23 luglio 2013

Casa mare

Pubblicato da casalinga patrizia a 17:37 0 commenti
Ci siamo trasferiti..
Proprio oggi che è iniziata finalmente l'estate..
Ci siamo trasferiti in quella casa..
La nostra prima casa..
Che ha visto nascere loro..
E prima di loro lei..
Le nostre femmine..
Ci siamo trasferiti..
In quella casa che dallo scorso inverno g
Ha visto passare gente.. Tedeschi.. Italiani..
Gente che ha dormito nel nostro letto e usato il nostro bagno..
E così oggi quando ho aperto la porta di casa mi sono sentita un po' strana.. Un po' invasa...
Poi sentire quella vocina che dice questa è la nostra casa del cuore.. Perche qui siamo state concepite e nate.. E questo la renderà speciale per sempre..
E poi è bastato aprire bene le finestre per respirare l'aria del mare..
Apparecchiare si quel tavolino in balcone da dove si sente l'odore del mare..
Stendermi su quel letto x il classico riposino estivo post pranzo..
E quella casa è tornata di nuovo la nostra casa..
E con lei si può finalmente affermate: che l'estate cominci..

lunedì 8 luglio 2013

Life is ...

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:28 1 commenti
Un pic Nic serale improvvisato sulla spiaggia...
Prosciutto melone..insalata e pomodori dell'orto di casa..
E birre rosse ghiacciate..

giovedì 4 luglio 2013

Prodotti dell'orto di casa

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:39 0 commenti
E poi ancora.. Albicocche 4.. Mangiate..
Fragoline di bosco.. Ogni giorno qualcuna..
Carote.. Anzi carotine ine ine..
Cipolla Tropea.. Piccoletta ma saporita..
Prezzemolo.. Un sacco e una sporta..
Insalata insalata e ancora insalata.. Ma quante varietà ce ne sono..
Basilico e vai di pesto tutta l'estate e anche l'inverno..
Liquirizia o meglio...
Lavanda che non siamo proprio buoni di far crescere..
Amarene.. Amarone..
Erbe aromatiche di ogni tipo, odore e sapore..
E qui alcune foto..




lunedì 6 maggio 2013

Il nostro orto

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:38 1 commenti
Vediamo se darà buoni frutti.. Anzi buone verdure...







venerdì 3 maggio 2013

Il viaggio

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:45 0 commenti
Visto da lei..






giovedì 28 marzo 2013

I miei.. Suoi 5 anni..

Pubblicato da casalinga patrizia a 23:08 1 commenti
Ecco questo è stato il compleanno che avrei sempre sognato.. E che forse ho anche avuto ma i ricordi dei 5 anni poi svaniscono con il crescere..e non so.. Ma da sempre quando mi immaginavo grande e mamma mi vedevo così ad organizzare un compleanno con le amiche del cuore le sue piccole e le mie grandi.. Con una tavola imbandita come questa.. E le grida e le risate e i regali e i giochi.. Ecco magari avrei voluto il sole ma quello piu di sperarlo per tutta la settimana non è che esce a comando..
Ecco questo di oggi é stato proprio il compleanno dei sogni.. Quello con una torta così.. Da vera principessa.. E per una volta all'anno ci sta pure... Ricevere bellissimi regali tutti studiati e pensati apposta per te.. Come questa.. La casetta dei sogni.. Quella con cui inventare fantastiche storie e immaginare favole..
Ecco questo di oggi é stato il compleanno con il finale a sorpresa.. Con una pizza ordinata così all'ultimo.. E gli amici che non vogliono andarsene.. E poi scende la notte ci si mette il pigiama ci si lava i denti e si culmina il tutto con un meraviglioso pigiama party..
E la tua cinquenne che ti augura la buonanotte dicendo che è stato un compleanno bellissimo!

P. S. E speriamo che stanotte le tre giovani dormano senza fare brutti sogni..










sabato 9 febbraio 2013

Riciclo creativo: da natale a carnevale..

Pubblicato da casalinga patrizia a 18:04 2 commenti
Allora succede che per natale a scuola ti chiedano di vestire tua figlia di rosso.. È x la festa della scuola dicono..
E tu non avresti mai comperato a lei un vestito rosso per natale.. Perchè il rosso è un colore che non ti è mai piaciuto.. È il colore preferito di tua mamma e da piccola ti obbligava sempre ad indossare qualcosa di rosso.. Una tuta rossa, una maglia rossa, un giubbotto rosso e mi ricordo addirittura un paio di stivali una volta che erano inguardabili.. E che a volte mi dovevo mettere in abbinata ad una tuta rossa.. Non vi dico l'orrore..
Vabbe non divago.. Insomma sta di fatto che devo comprare sto vestito rosso.. Un vestito che non faccia assolutamente natale nonostante il colore.. Che sia abbastanza lungo da non scoprire il sedere che d'inverno fa freddo e che sia soprattutto economico e semplice da lavare ( vedi #angoliocurve)...
Insomma trovo questo vestito.. Lei va alla sua festa di natale della scuola tutta contenta e finisce li..
E poi arriva carnevale periodo dell'anno che se non fosse per i dolci e le tagliatelle grande ricordo della mia nonna vorrei poter saltare a piedi pari fino a Pasqua.. Perchè non mi è mai piaciuto vestirmi, travestirmi.. So che la mia infanzia può sembrarvi triste e in effetti lo è stata per certi aspetti.. Quando i tuoi genitori lavorano giorno e notte e la tua mamma non ti ha mai preparato un vestito fai da te e tu x carnevale finivi sempre a casa della tua amica del cuore che aveva una mamma pittrice, super artista che tirava fuori dal cilindro magico sempre meravigliosi travestimenti e a te toccava sempre quello di scarto che l'amichetta non voleva..
Comunque non divago..
Sta di fatto che arriva carnevale écru hai due bimbe che non vivono in una coana di vetro che vanno a scuola e si vogliono travestire dalle cose piu ignobili.. Tipo le principesse Disney e le Winx.. E che comunque la figlia piccola è veramente ancora piccola e ama il personaggio del momento nonostante tutto.. Quell'animaletto rosa che svolge sempre un sacco di attività assieme alla sua mamma e il suo babbo e al fratellino minore.. Quell'animaletto buffo che sempre nella mia infanzia mi ha fatto un sacco di compagnia e di cui avevo una collezione immensa di oggetti che lo raffiguravano.. Bicchieri, magliette, peluche, fotografie,.. Insomma la mia era una vera passione che è andata avanti fino all'età quasi adulta..
Insomma sta di fatto che io ho un debole x questo animaletto rosa, e sta di fatto che la protagonista di questa storia abbia un semplicissimo vestito rosso.. Perciò detto fatto.. Quest'anno tocca vestirsi tutti o meglio mascherarci.. E così le nostre ultime domeniche le abbiamo passate a disegnare maschere e oggi finalmente vi presentiamo.. Peppa, George, mamma e papà pig..
Papapapapapapa..









giovedì 17 gennaio 2013

Update

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:36 1 commenti
Eccomi.. Ci sono ancora..forse.. È che non so perchè da quando ho ricevuto quel
Regalo ed era ancora prima di natale mi sono bloccata.. Blocco dello scrittore? No solo vita frenetica, intensa, vissuta che fa si che le parole scorrano nella mente piu lentamente e ancora piu lentamente hanno voglia di uscire.. Figuratevi che voglia hanno di rimanere x sempre su un foglio virtuale bianco..e così il tempo passa, le giornate vanno avanti e succedono cose.. Tante cose..
Tipo che c'è stato il primo saggio di ginnastica.. Ed è stata una grande emozione.. Vedere questo scricciolo che faceva ponti.. Salti e rotazioni con la palla..
Tipo che è passato il natale.. Dopo mesi emesi di preparazione, organizzazione, regali fai da te, pranzi da organizzare.. In un attimo è passato tutto..
Tipo che abbiamo fatto chili e chili di omino di pan di zenzero e abbiamo fatto uno spettacolo sulla favola omonima per tutti i parenti il pomeriggio di natale sotto le note di un pianoforte vero..
Tipo che è passato anche capodanno così un po' in sordina con gli amici riuniti a ballare boogie boogie sotto le note del pianoforte vero sopracitato..
Tipo che è nato un nuovo bimbo che aspettavamo come dono del primo dell'anno ma che è arrivato un po' dopo.. Mentre i re Magi erano in viaggio e la strada per raggiungere la capanna era ancora un po' lontana..
Tipo che siamo stati in montagna sulla neve a fare passeggiate tra i boschi e discese con gli slittini..
Tipo che è ricominciata la scuola e per la piccola è stato un gioioso rientro mentre x la grande un disastroso rientro.. Che ci portiamo avanti ancora oggi, tutte le mattine..
Tipo che mi si lavora un sacco, che si sta chiusi in ufficio anche per otto ore dj fila, a discutere, a risolvere problemi, ad aggiustare situazioni, a scrivere mail, progetti e quando arrivi a casa l'unica cosa che non vuoi accendere un computer..
Tipo che le poche cose che ti danno gioia e serenità ( a parte la famiglia.. Ma questa non vale..) sono le corse in bici per andare e tornare dal lavoro anche quando ci sono due gradi e tu sfidi il meteo.it.. E lo sfornare torte.. Perchè si il tempo è sempre poco, le cose da fare sono sempre tante ma io mi sono fissata che le mie bimbe devono mangiare solo torte fatte in casa e non pastine confezionate.. E così oltre la bici mi fa star bene preparare torte che peró non mi vengono ai bene e che poi alla fine mica piacciono così tanto alle mie bimbe che pagherebbero per una pastina in busta..
Tipo che finalmente abbiamo finito di arredare la lavanderia con la creazione del nostro paradiso dei calzini..
Tipo che oggi stranamente mi è tornata la voglia di scrivere e perciò eccomi..

Ed ora un po' di foto perchè dopo le parole le immagini hanno sempre il loro perché...













Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez