venerdì 16 aprile 2010

La diada di Sant Jordi - 23 aprile

Pubblicato da casalinga patrizia a 10:55
Una delle ricorrenze più amate dai cittadini di Barcellona è senza dubbio quella di Sant Jordi, patrono della Catalogna, che si celebra il 23 aprile. Come una sorta di secondo San Valentino, durante questa festa i ragazzi regalano una rosa alle fanciulle, mentre le ragazze comprano libri da regalare ai maschietti.
Regalare una rosa ha origini antichissime, legate ad una leggenda, mentre lo scambio dei libri, invece, ha un'origine più recente: risale, infatti, agli anni Venti del secolo scorso e ricorda la morte di Cervantes e Shakespeare proprio il 23 aprile del 1616.
Dal 1995 questa data è stata dichiarata dall'Unesco "Giorno Internazionale del Libro".



La leggenda di “Sant Jordi e il Dragone”
Secondo la tradizione popolare, San Jorge era un militare romano nato nel secolo III in Cappadocia (Turchia). Il Santo, che obbediva agli ordini dell’Imperatore Diocleziano, negò di eseguire un editto dell’Imperatore che lo obbligava a perseguire i Cristiani e per questa ragione fu decapitato. Molto presto si iniziò a venerarlo come santo nella zona orientale dell’Impero Romano e successivamente nacquero storie di fantasia e leggende legate alla sua figura.
Le gesta di San Jorge e del Dragone divennero popolari in tutta l’Europa sin dal Secolo IX, grazie al libro di Jacopo da Varazze di Genova “Leggenda Aurea” (Legenda sanctorum) dove Sant Jorge viene citato.
La versione della Leggenda più popolare in Catalunya racconta che a Montblanc (Conca de Barberà) viveva un Dragone terribile che causava disgrazie alla popolazione. Per placare la sua ira malefica, si decise di sacrificare periodicamente una persona sorteggiata tra i cittadini. Un giorno la “Dea bendata” scelse la figlia del Re, che sarebbe morta se non fosse apparso un bel cavaliere con armatura che sconfisse il Dragone, uccidendolo. La tradizione aggiunge che dal sangue purpureo della bestia nacquero delle rose rosse.

Insomma un festa ricca si simbologia, magia, e fascino...dove le strade di barcellona si riempiono di bancherelle che vendono libri e ragazze che girano per strada con delle rose rosse in mano...
io ci sarò il 23 di aprile e sarà una bellissima conclusione per questa mia esperienza spagnola....
spero di riuscire a postare un sacco di foto!!!

3 commenti:

Robertina on 16 aprile 2010 14:31 ha detto...

Ciao ti seguo da un po, ma questa volta devo proprio scriverti.....abbiamo degli amici che vivono a pochi km da Barcellona, ed in una delle nostre visite abbiamo partecipato alle celebrazioni di Sant jordi,abbiamo passato una bella giornata, io ho scelto un libro in lingua spagnola che ho poi regalato a mio marito...ricordiamo sempre con molto affetto i giorni passati li, è una città splendida in cui le tradizioni sono ancora molto sentite anche dai bambini.a presto

Mammagiramondo. on 16 aprile 2010 14:46 ha detto...

Non ho mai partecipato alla celebrazione ma deve essere davvero straordinaria. In particolare adoro il gesto del libro da regalare "ai maschietti". assolutamente straordinario. Grazie per averne parlato, non vedo l'ora di leggere il post e vedere le foto. mi raccomando, tante eh? Bacio

casalinga patrizia on 19 aprile 2010 16:07 ha detto...

at robertina: benvenuta....e non vedo l'ora di girare per le stradine del barrio tra una bancherella e l'altra...

at mammagiramondo: prego...e si spero di poter postare un sacco di foto....a presto..

Posta un commento

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez