giovedì 6 maggio 2010

Metodi educativi

Pubblicato da casalinga patrizia a 22:17
ecco lo sapevo che alla fine lo avrei scritto questo post..però insomma è da quando siamo tornati dalla Spagna che ci penso, che mi interrogo, che cerco di darmi delle giustificazioni...
insomma capita che si, da quando ho parlato con la mia amica non faccio che pensare se non stia sbagliando tutto...
so solo che la chiaccherata e i giorni passati in Francia dai nostri amici mi hanno fatto riflettere sulle mie scelte educative...
insomma Bianca ha già due anni e ancora non dorme da sola...o meglio non si addormenta sola...ne nel pomeriggio dove ha bisogno generalmente di essere cullata tra le braccia mentre si passeggia per la stanza..già esattamente come quando aveva due mesi, sia la sera quando si mettono in gioco diverse opzioni per l'addormentamento.
Numero uno: stesi sul letto a raccontare storie inventate al buio finché entrambe non ci addormentiamo,
Numero due: guardando un cartone rigorosamente Disney mangiando cereali finché non crolla e chiede di andare a nanna
Numero tre: facendosi dondolare sulla sedia a dondolo fino a quando stremata non decide di andare nel suo lettino..
Insomma non so se questi sono i migliori metodi educativi per abituare un bimbo ad addormentarsi da solo...io ci ho provato (in realtà dopo 5 minuti ho ceduto) ad usare il metodo Estivill (o il nazi come lo chiamo io) quando Bianca aveva pochi mesi..ma no..sono un cuor di leone e non ce l'ho fatta...
poi vedi un altro bimbo che con tutti i suoi orari regolari, con tutte le sue abitudini giorno dopo giorno se ne va a letto alle 20.30 e si addormenta solo solo nella sua stanza...
ma da noi no..non è cosi...noi amiamo viaggiare, amiamo uscire, amiamo organizzare giornate fuori..e allora capita che Bianca perda i ritmi, che sia però in grado di addormentarsi sfinita magari ad un concerto, oppure stare sveglia fino alle 22 perché è piacevole fare una passeggiata fuori dopo cena...
Le scuse che trovo per tutto questo? che sto fuori di casa 8 ore al giorno e alla sera per me è un piacere immenso addormentarla tenendola fra le braccia, che tanto prima o poi imparerà a dormire da sola...(lo hanno imparato tutti), che forse è inutile che cerchi di imporre regole a lei quando io sono la prima che non ama le regole..
insomma magari sono tutte scuse per giustificarmi, che magari sarebbe meglio che un bimbo a quest'età avesse i suoi punti di riferimento, le sue abitudini quotidiane, la sua routine..poi però la guardo, le osservo..e vedo che alla fine quando siamo in giro è tranquilla, che sembra non stressarsi, che è socievole e allegra..e allora mi dico che va bene cosi..che forse un po di buon lavoro lo sto facendo...

2 commenti:

romì on 12 maggio 2010 11:08 ha detto...

No, allora. Confesso che quando ho letto il tuo metodo di addormentamento, mi si sono rizzati i capelli!. Perchè ho immaginato me fare le cose che fai tu. Con due maschi che pesano 15 chili l'uno. Peró appunto. Tu ce n'hai una sola, femmina e di sicuro più leggera e meno vivace. Quindi, la conclusione è che se tu senti che cosí come fai va bene, allora va bene sicuramente. Se ti sembra che non ti manchi nulla, allora è giusto cosí.
Perchè ogni famiglia è una storia a sè.
Io, per esempio, lo dico sempre: la cosa migliore che ho fatto nella mia carriera di mamma è stata quella di abituarli da subito ad andare a dormire alle otto in maniera autonoma. Perchè io, soprattutto quando loro erano piccoli, ero mamma 24 ore su 24 meno tre. Tre ore serali, in cui loro scomparivano, in cui potevo fare che mi pareva. Dal conversare a quattrocchi con mio marito, a uscire (lasciandoli alla babysitter), a spaparanzarmi sul divano e fare cazzate. Per me è stato necessario. E ti diró, anche adesso, che io lavoro, che loro vanno a scuola, che insomma la mia presenza di mamma non è più cosí insostituibile 24 ore su 24, comunque resta quello spazio serale tutto mio-mio o meglio tutto nostro, mio e di massi. E poi sono convinta che per loro andare a letto presto la sera sia un bene (comunque alle otto arrivano sfatti!) e soprattutto, vuol dire che io posso affidarli (come ho già fatto per la prima volta quest'anno) ai nonni ad esempio, senza procurare loro nessun trauma da distacco. Tutto ció è mia opinione personale e ha funzionato per me. Ribadisco ognuno ha la sua storia, e tu sei sicuramente una mamma fantastica, un bacione!

casalinga patrizia on 12 maggio 2010 11:19 ha detto...

ecco non so mica se mi hai tirato su di morale...
si ognuno ha una storia a se.. ma chissà perchp tutte le mamme che hanno abituato i loro bimbi da soli alle 20 sono più serene..ecco io da una parte sono serena perchè mi piace stare con lei, addormentarla, (ora da in braccio siamo passati alla sedia a dondolo e ogni tanto anche un..letto piccolo sola..), e il tempo con lui ce l'ho dalle 21.45 in poi..e la mattina dalle 6.40 alle 7.10 che è il nostro momento migliore per chiacchere e risate...
dall'altra so che forse magari non è un bene per lei..ed è questo il mio cruccio maggiore...
insegnarle fin da subito l'indipendenza...mahh

Posta un commento

Bianca

Lilypie Third Birthday tickers

Agata

Lilypie First Birthday tickers

Abbey

PitaPata Dog tickers

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
 

A casa della casalinga Patrizia Copyright © 2010 Designed by Ipietoon Blogger Template Sponsored by Emocutez